sabato 31 dicembre 2016

La Manifattura Tabacchi di Firenze

Foto di Francesco Baciocchi
La Manifattura Tabacchi di Firenze si trova in via delle Cascine, 33-35, a pochi passi dapiazza Puccini.
Agli esordi degli anni Trenta il Monopolio di Stato decise di costruire una nuova e unica sede per la Manifattura Tabacchi, data la vetustà, l'inadeguatezza e la dispersione dei due impianti dell'ex convento di Sant'Orsola(lavorazione del tabacco) e della sconsacratachiesa di San Pancrazio (lavorazioni di maggior pregio). Il progetto prevedeva la realizzazione di un impianto di notevole dimensione e articolazione: su una superficie di oltre 6 ettari, i vari corpi di fabbrica occuparono 22.200 m² di superficie e disponevano complessivamente una cubaturadi 410.000 m³; la superficie utile dei magazzini era di 35.000 m², quella destinata a laboratori e officine di 15.000 m².
I lavori vennero avviati nel 1933: il primo edificio realizzato fu quello destinato alla lavorazione dei sigari, attestato su lato nord dell'area. L'intera opera, completata in ogni sua parte nel 1940, venne ufficialmente inaugurata il 4 novembre dello stesso anno alla presenza del ministro Thaon di Revel.
Una targa in piazza Puccini ricorda come la Manifattura Tabacchi fosse sul fronte di guerra lungo il Mugnone nell'agosto 1944 e per ciò fu oggetto di duri scontri delle forzepartigiane durante la Liberazione.
Nel 1999 il complesso divenne proprietà dell'Ente Tabacchi Italiani che ne decise la dismissione produttiva. La Manifattura chiuse definitivamente il 16 marzo 2001 e non è a tutt'oggi noto il futuro utilizzo.
(Da Wikipedia)

Palazzi fiorentini

Foto di Francesco Baciocchi

Via Verdi

Foto di Roberto Di Ferdinando

venerdì 30 dicembre 2016

8 Gennaio - La Domenica Metropolitana 8 gennaio 2017

La prima Domenica Metropolitana del 2017 chiude in bellezza il periodo delle festività natalizie con un’ampia
offerta di visite, percorsi e attività nei Musei Civici Fiorentini, programmate grazie al sostegno di Giotto-FILA e di Rivoire: strettamente connesse al periodo di festa sono le attività per famiglie Corte in festa e Squisita scoperta. Il Granducato di Toscana e la via del cioccolato, mentre per i più piccoli sono in programma la Favola della tartaruga con la vela e Per fare una città ci vuole un fiore e per gli adulti i Percorsi segreti, la Reggia medicea e le Visite a palazzo, I segreti di Inferno e le visite al Museo Novecento, correlate alla mostra Beyond Borders/After the Flood: the artists’ engagement.
Sono inoltre in programma le visite accompagnate presso il Museo del Bigallo alle h9.30, 10.30, 11.30 e
12.30 (Piazza San Giovanni 1, prenotazione obbligatoria, tel. 055-288496) e presso il Museo
della Misericordia alle h15.15 e alle h16.30 (Piazza Duomo, prenotazione obbligatoria, tel. 055-239393).
Anche la Fondazione Palazzo Strozzi aderisce alla giornata proponendo alle h11.30 l’appuntamento Parliamo di...Ai Weiwei (massimo 15 partecipanti) sull’esposizione Ai Weiwei. Libero, visita gratuita con ingresso a pagamento.
Si ricorda che tutte le visite guidate e le attività sono gratuite per i cittadini residenti nella città
metropolitana di Firenze e la prenotazione è obbligatoria. All’atto della prenotazione è possibile riservare
un solo appuntamento nel corso della giornata per un massimo di 5 persone.
Senza prenotazione sono gli *accessi ai Musei Civici Fiorentini.
Museo di Palazzo Vecchio (orario 9.00/19.00), **Torre di Arnolfo (orario 10.00/17.00, 30 persone ogni
mezz’ora), Scavi archeologici di Palazzo Vecchio (orario 9.00/19.00, 25 persone ogni mezz’ora), Santa Maria Novella (orario 13.00/17.30), Museo Stefano Bardini (orario 11.00/17.00), Fondazione Salvatore Romano (orario 13.00/17.00), Museo Novecento (orario 9.00/18.00), Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine (ingressi 13.00/17.00, ultimo accesso ore 16.15, 30 persone ogni mezz’ora), Museo del Ciclismo Gino Bartali (Ingressi 10.00/16.00).
Attenzione: le biglietterie chiudono un’ora prima dell’orario di chiusura.
*Gli accessi sono disponibili fino ad esaurimento posti per motivi di sicurezza.
**In caso di pioggia la Torre di Arnolfo resterà chiusa al pubblico per motivi di sicurezza. Sarà accessibile il
camminamento di ronda.


INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Da lunedì 2 a sabato 7 gennaio h 9.30-13.00 e h14.00-17.00 (ATT.NE: venerdì 6 gennaio il servizio è
attivo dalle h 9.30 alle h 12.30 e non è attivo la domenica mattina).
Tel. 055-2768224, 055-2768558
Mail info@muse.comune.fi.it
Web www.musefirenze.it
MUSEO DI PALAZZO VECCHIO
Percorsi segreti
target: per giovani e adulti
orari: 10.00, 11.30, 14.30, 16.00
durata: 1h15’
La proposta consente di visitare alcuni ambienti particolarmente preziosi: fra questi la scala
realizzata per volere di Gualtieri di Brienne e ricavata nello spessore della muraglia; lo Studiolo di
Francesco I de’ Medici, raffinatissimo scrigno “di cose rare et pretiose”, e lo Scrittoio del padre
Cosimo I (più conosciuto come Tesoretto); infine l’imponente struttura a capriate che sorregge il
soffitto a cassettoni del Salone dei Cinquecento.
I segreti di Inferno
target: per giovani e adulti
orario: 12.00, 15.30, 16.30
durata: 1h15’
“Palazzo Vecchio assomiglia a una gigantesca torre degli scacchi. Con la sua solida facciata
squadrata e gli spalti merlati, l’edificio è situato a guardia dell’angolo sudorientale di piazza della
Signoria”. Così scrive Dan Brown nel suo ultimo best-seller, Inferno, ambientato a Firenze e in larga
parte in Palazzo Vecchio. Seguendo i passi del professor Robert Langdon, il pubblico potrà
conoscerne la storia rivivendo le ambientazioni e le scene del romanzo, dalle sale pubbliche agli
ambienti più segreti.
La Reggia Medicea
target: per giovani e adulti
orari: 11.00
durata: 1h15’
Le sale di Palazzo Vecchio raccontano ancora oggi in modo evidente le trasformazioni occorse nel
Cinquecento, quando Cosimo I de’ Medici vi trasferì la sua residenza incaricando dei lavori prima
Giovanni Battista del Tasso e poi Giorgio Vasari. Accanto alle funzioni governative il palazzo
assunse così anche il ruolo di Reggia, ospitando non solo la famiglia ducale ma tutta la corte. Il
percorso consente di visitare i principali ambienti del Palazzo con un'attenzione particolare non solo
ai fasti e alle bellezze dell’età medicea ma anche agli aspetti di vita quotidiana, rievocando le
consuetudini, gli avvenimenti e le curiosità che animarono tanto le sale pubbliche quanto le stanze
private.
Visita a Palazzo
target: per giovani e adulti
orari: 12.30, 15.00
durata: 1h15’
Palazzo Vecchio è il cuore di Firenze, simbolo della storia della città. Una storia che comincia nel
1299, quando nasce per ospitare i governanti della Firenze medievale, e che conosce un’età
dell’oro nel momento in cui la famiglia Medici vi porta la propria residenza trasformandolo in una
vera Reggia. La visita permette di comprendere come architetture, arti minori, sculture e dipinti
concorrano alla creazione di un unicum ricco e complesso che si è trasformato, stratificato e
rinnovato nel corso dei secoli.
Guidati da Giorgio Vasari
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 10.30, 14.00
durata: 1h15’
Nel 1555 Giorgio Vasari, pittore, architetto e scrittore aretino – autore de Le vite dei più eccellenti
pittori, scultori e architetti – diventa il responsabile del cantiere di Palazzo Vecchio e compie un
immenso lavoro per trasformare l’edificio in una sontuosa reggia rinascimentale. Nel dialogo con il
pubblico Giorgio Vasari illustra le linee di politica culturale del Duca Cosimo I de’ Medici,
committente assoluto degli interventi, e la perizia della fabbrica medicea nel realizzare, in tempi
record, la nuova residenza ducale.
La corte in festa
target: per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni
orario: 11.30, 15.00
durata: 1h15’
A Palazzo c'è aria di festa: la famiglia ducale si prepara ai festeggiamenti del Ceppo, ovunque si
intendono le prove di musiche, si predispongono addobbi e arredi, si immaginano luci, paramenti e
decori che regalino al Palazzo una veste straordinaria e splendente. Il percorso fra le sale consente
di rivivere un'atmosfera festosa, fervida di immaginazione e di attesa, mentre lo sguardo sui
preparativi - la tavola principesca, gli apparati sfarzosi, lo studio delle danze, le nuove vesti -
coinvolge grandi e piccini nelle prove e nei lavori "dietro le quinte" per i festeggiamenti.
Squisita scoperta. Il Granducato di Toscana e la via del cioccolato
target: per famiglie con bambini dagli 8 ai 12 anni
orario: 15.00, 16.30
durata: 1h15’
Il cacao approda a Firenze nei primi del Seicento, offerto in dono a Ferdinando de’ Medici dal
viaggiatore Francesco d’Antonio Carletti di ritorno da un lungo viaggio intorno al mondo, e desta
immediatamente curiosità e interesse, Nel dialogo fra corte medicea e Nuovo Mondo, l’attività
segue la storia e i gusti del cioccolato dall’antica preparazione azteca alla cioccolata in tazza calda
e dolce del Settecento, per giungere alle straripanti vie del cioccolato nel mondo contemporaneo.
Favola della tartaruga con la vela
target: per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni
orari: 10.00
durata: 1h
Alla fine del XV secolo i Capitani francesi di Carlo VIII, diretti a Napoli per riconquistarne il regno, si
adornavano di “pompose imprese”, simboli portati nelle sopravvesti, barde e bandiere, per
significare parte delle loro qualità e virtù. A imitazione di questi capitani, anche i grandi signori e i
nobili cavalieri italiani adottarono questa usanza, tanto che l’impresa divenne uno dei tratti più
caratteristici della sofisticata cultura Cinquecentesca. Fra le sue imprese il duca Cosimo aveva una
particolare predilezione per la tartaruga con la vela, che è infatti onnipresente nelle sale del suo
Palazzo. Sarà proprio una piccola tartaruga a raccontare ai bambini un’antica storia che parla di
bambini e di tartarughe, di velocità e di lentezza, di prudenza e di saggezza. Al termine della storia i
bambini si cimenteranno in una “caccia alla tartaruga con la vela” negli ambienti di Palazzo Vecchio.
Per fare una città ci vuole un fiore
target: per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni
orari: 16.30
durata: 1h
Firenze deve il suo nome all’origine che avrebbe avuto la colonia romana di Florentia, fondata su
una vivace distesa fiorita lungo il fiume Arno. Non è facile stabilire se si tratti di verità storica o
mitica, così come non è facile definire quale sia il fiore che simboleggia la città dalla sua nascita: un
giglio, un iris, un giaggiolo? Il racconto si svolge tra i fiori per portare i bambini a riappropriarsi del
simbolo della città, molto visto ma poco osservato, e comprendere come Firenze sia proprio come
un fiore, da custodire e da tenere con cura.
MUSEO NOVECENTO
Conversazioni in mostra. La risposta degli artisti all’alluvione.
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orario: 10.30, 12.00
durata: 1h15’
La visita alla mostra Beyond Borders /After the Flood: the artists’ engagement sarà l’occasione per
approfondire uno dei temi portanti del Museo Novecento, ovvero la risposta degli artisti all’appello
del critico d’arte Carlo Ludovico Ragghianti che in seguito all’alluvione li invitò a donare la propria
opera per costituire un nuovo Museo Internazionale di Arte Contemporanea. Appello che ebbe larga
eco in tutto il mondo, tanto che già nel febbraio del 1967 si aprirà in Palazzo Vecchio la mostra Gli
Artisti per Firenze. La mostra si pone come “controcanto” alle opere già esposte in forma
permanente all’interno del percorso museale, nella sezione dedicata appunto a questo tema,
presentando al pubblico un pregevole nucleo di opere dei depositi: artisti cubani, cinesi, serbi, i cui
lavori restituiscono la portata e il respiro della solidarietà artistica che germinò dal dramma.

Stadio comunale Artemio Franchi

Foto di Francesco Baciocchi
"Lo stadio comunale Artemio Franchi (in passato stadio comunale Giovanni Berta e successivamente stadio Comunale) è il principale impianto calcistico di Firenze e uno dei più importanti e principali stadi italiani, sede degli incontri interni dell'ACF Fiorentina.
La struttura, situata nel quartiere di Campo di Marte e costruita tra il 1930 e il 1932 nell'area in cui sorgeva il dismesso aerodromo di Campo di Marte, l'opera venne progettata nel 1929 dall'ingegnere Pier Luigi Nervi e dall'ingegnere professore Gioacchino Luigi Mellucci, i quali precedentemente avevano progettato il Teatro Augusteo di Napoli su iniziativa del marchese Luigi Ridolfi da Verrazzano. È un esempio del Razionalismo italiano, ed è ricca di elementi innovativi e avveniristici per l'epoca, come la pensilina priva di sostegni intermedi, le scale elicoidali e la torre di Maratona; l'ingresso principale venne invece progettato da Alessandro Giuntoli. [...]"
(Da Wikipedia)

giovedì 29 dicembre 2016

1° Gennaio - Le Murate - Cineteca - LA SPOSA CADAVERE

DOMENICA 01 GENNAIO

    h 18:00  -  Cineteca

LA SPOSA CADAVERE

Di Tim Burton, Mike Johnson. Con Johnny Depp, Helena Bonham Carter, Emily Watson, Tracey Ullman, Paul Whitehouse – Gran Bretagna –  2005 – 75’

Se avete amato Nightmare before Christmas non c'è molto da sapere sul nuovo film d'animazione diretto da Tim Burton e Mike Johnson. Il film è animato, come il suo predecessore, in un misto di 2D, 3D e passo uno (i pupazzi di plastilina, per capirci) e come quello è ambientato in atmosfere tetre e al tempo stesso grottesche. Voci e personalità dei protagonisti (nella versione originale) sono quelli di Johnny Depp, Helena Bonham Carter ed Emily Watson, mentre la musica è ovviamente firmata da Danny Elfman, fido collaboratore di Burton.
La trama: Victor sposerà Victoria alla cieca, lui figlio di borghesi arricchiti, lei di nobili decaduti. Alle prove per il matrimonio Victor palesa tutta la sua goffaggine ma Victoria si innamora lo stesso di lui, ricambiata. Il giovane si rifugia nel bosco per esercitarsi con la formula di matrimonio, e preso dall'enfasi infila l'anello in un ramo che spunta dal terreno. Il ramo è in realtà il dito di Emily, la sposa cadavere, che reclama ora Victor come suo legittimo marito. A Victoria, intanto, i genitori hanno già trovato un nuovo sposo, il misterioso Lord Barkis.
Che altro dire? Il paragone con Nightmare before Christmas è inevitabile, e perso su molti fronti. La sposa cadavere è spassoso, meno legato alle canzoni nell'economia complessiva, ma ricco di colori più morbidi che rendono il bar frequentato dai defunti un posto da cercare immediatamente dopo esser trapassati. Paragoni a parte, La sposa cadavere è una nuova perla che Tim Burton inanella nella sua filmografia, un altro regalo ai bambini di 40 anni che da piccoli avevano paura del buio, ma non riuscivano a fare a meno di perdercisi.

Caffè Letterario Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872

Antiche insegne resistono

Foto di Francesco Baciocchi

Il Duomo di Ferrero Rocher

Foto di Roberto Di Ferdinando

martedì 27 dicembre 2016

Firenze Santa Maria Novella

Foto di Francesco Baciocchi
Firenze Santa Maria Novella (abbreviataFirenze SMN) è la stazione centrale diFirenze, la quarta in Italia per flusso di passeggeri.
Il fabbricato viaggiatori fu progettato all'inizio degli anni trenta da una squadra di architetti detta Gruppo Toscano, guidati da Giovanni Michelucci. Gli altri apparati tecnici e di servizio erano stati progettati da Angiolo Mazzoni e conclusi leggermente prima nel1929 (come la Centrale termica).
La stazione è considerata uno dei capolavori del razionalismo italiano. La stazione è collocata nel centro di Firenze in piazza della Stazione non lontano dai grandi viali di Circonvallazione e conta 59.000.000 di passeggeri all'anno.
(da Wikipedia)

lunedì 26 dicembre 2016

Scuola Militare Aeronautica Giulio Douhet

La Scuola di guerra aerea si trova tra il viale dell'Aeronautica e via del Barco a Firenze. Nata come scuola di aeronautica, oggi ospita la Scuola Militare Aeronautica Giulio Douhet(formazione media-superiore) e l'Istituto di Scienze Militari Aeronautiche (formazione universitaria). La scuola è opera di Raffaello Fagnoni del 1937-1938 ed è un esempio diarchitettura razionalista ottimamente conservato, sia negli esterni che negli interni, con gran parte degli arredi originali.
(da Wikipedia)
http://www.aeronautica.difesa.it/organizzazione/AccademiaScuoleIstitutiFormazione/Pagine/Istituto_scienze_militari_aeronautiche.aspx
Foto di Francesco Baciocchi

Stazione di Santa Maria Novella: "Partenze " di Giampaolo Talani affresco

Foto di Francesco Baciocchi

domenica 25 dicembre 2016

venerdì 23 dicembre 2016

Antiche insegne resistono: Cinema Gambrinus, via dei Brunelleschi

Foto di Francesco Baciocchi

III° Concorso di Poesia, dal titolo "Penso, dunque scrivo!"

L'Associazione Culturale Buongiorno Firenze è lieta di annunciare il suo
III° Concorso di Poesia, dal titolo "Penso, dunque scrivo!".
Il Concorso è aperto a tutti, ma proprio tutti, senza alcun limite di età
né di provenienza. Tema? Libero!
Sotto con l'ispirazione, in palio ci sono dei bei premi!
Bando ufficiale e scheda di partecipazione, di seguito:
Bando ufficiale "Penso, dunque scrivo":
http://buongiornofirenze.eu/user/files/bando_penso-dunque-scrivo_III-concorso-poetico-bf.pdf
Scheda di partecipazione "Penso, dunque scrivo"
http://buongiornofirenze.eu/user/files/scheda-partecipazione_penso-dunque-scrivo_III-concorso-poetico-bf.doc




Premi
1° classificato: targa di Buongiorno Firenze, attestato, pubblicazione
della poesia sul sito www.buongiornofirenze.eu, libro di poesie e premio in
denaro di 30 €;
2° classificato: attestato, pubblicazione della poesia sul sito
www.buongiornofirenze.eu e premio in denaro di 10 €;
3° classificato: attestato, pubblicazione della poesia sul sito
www.buongiornofirenze.eu e segnalibri;
Dal 4° al 10° classificato : attestato via e-mail.

Info: http://buongiornofirenze.eu/concorsi/iii-concorso-poetico-penso-dunque-scrivo/263/

25 Dicembre - Le Murate - Cineteca: TIM BURTON'S THE NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS

DOMENICA 25 DICEMBRE

    h 18:00  -  Cineteca

TIM BURTON'S THE NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS

Un film di Henry Selick, Tim Burton. Con Danny Elfman, Chris Sarandon,
Catherine O'Hara, William Hickey, Glenn Shadix – USA –  1993 – 86'
Racconto natalizio che si muove leggiadro come lo scheletrico Jack, sulle
note della fantasia più pura ed ispirata Dolcetto, scherzetto e una nota di
amarezza. Il maestro degli incubi ha un sogno nel cassetto: qualcosa di
nuovo. Jack Skeletron, re del decadente mondo di Halloween, è stanco di
urla e paura. Così, mentre i mostri riemergono dalle bare per terrorizzare
il mondo, Jack sprofonda in un'amletica crisi esistenziale. Assuefatto dal
terrore e insoddisfatto di una realtà sempre uguale a se stessa, si perde
in una foresta cercando ispirazione. La trova in una porta magica che lo
catapulta nel mondo del Natale. Calore, colore, gioia. Finalmente lo
stupore che cercava. E poi una missione: sostituirsi a Babbo Natale e
gestire i preparativi della festa più attesa da tutti i bambini.
all'integrazione, dimenticando che il bene da preservare è invece la
differenza.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Luce dal Piazzale Michelangelo

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

"Gli sciocchi e i gli ostinati fanno ricchi i laureati"

giovedì 22 dicembre 2016

mercoledì 21 dicembre 2016

22 Dicembre - CHRISTMAS SONGS

GIOVEDI 22 novembre ore 21.30

Circolo Ricreativo Culturale 25 Aprile & Kilometrozero

Via Bronzino 117, Firenze

presentano

CHRISTMAS SONGS

Anna Maria Castelli, voce

Adriàn Fioramonti, chitarra

Un concerto dedicato ai brani natalizi, quelli resi famosi dalle voci dei grandi interpreti come Bing Crosby, Louis Armstrong, Frank Sinatra, Ella Fitzgerald, da Let it snow! a May ev'ry day be Christmas non dimenticando i classici come Christmas song o Oh Happy day.

Con Adriàn abbiamo dato i nostri colori creando quelle atmosfere che ci contraddistinguono date da una straordinaria versatilità ma, soprattutto, da un grande divertimento comune nel fare musica.

Il concerto inizierà alle ore 21.30 e per chi volesse è possibile, acquistando il biglietto di ingresso al concerto (€ 10,00), di cenare al Kilometrozero con uno sconto del 20%.

Una buona occasione per applicare lo slogan Kilometrozero: nessuna distanza tra cibo, arte e cultura :-)

Alla fine del concerto brinderemo tutti insieme alle feste in arrivo!

 Via Bronzino 117
50142 Firenze

21 Dicembre - Inaugurazione della mostra: "Astronomia e Fisica a Firenze. Dalla Specola ad Arcetri"

Con Luigi Dei (Rettore dell'Università di Firenze), Guido Chelazzi (Presidente del Museo di Storia Naturale), Filippo Mannucci (Direttore Osservatorio Astrofisico di Arcetri INAF), Alessandro Marconi (Direttore Dipartimento di Fisica e Astronomia Università di Firenze).
La mostra proseguirà fino al 19 Marzo 2017 con orario da martedì a domenica: 9,30-16,30. Chiuso Lunedì, 25 dicembre e 1° gennaio.

La mostra alla Specola si sviluppa su tre luoghi:
- Tribuna di Galileo, 1° piano ingresso libero;
- Collezione Zoologica/Corridoio Mostre Temporanee, 2° piano Ingresso a pagamento con biglietto della sezione di Zoologia;
- Torrino, visite guidate ore 11, 12.30, 15; la visita è inclusa nel biglietto di ingresso.
Max 25 p. I gruppi si formano alla biglietteria del 2° piano senza prenotazione

21 Dicembre 2016  -  ore 17

Sede:

Tribuna di Galileo, 1° Piano/Museo "La Specola", via Romana, 17 Firenze

Organizzazione:

Museo di Storia Naturale, Dipartimento di Fisica e Astronomia, INAF Osservatorio di Arcetri

Per informazioni:

Tel. 055-2756444

Antiche insegne resistono: via Verdi

Foto di Francesco Baciocchi

martedì 20 dicembre 2016

22 Dicembre - SS. Annunziata - Concerto di Natale del Coro e dell'Orchestra dell'Università di Firenze

Musiche di Bach, Britten, Soto, Gallus, Whitacre, Busto, Haendel, Rutter, Gruber.
Locandina programma

22 Dicembre 2016  -  ore 20,45

Sede:

Basilica di SS Annunziata, Piazza SS. Annunziata, Firenze

Organizzazione:

Università di Firenze, attività artistiche e spettacolari di ateneo

Per informazioni:

Ingresso libero

Cenni storici sulla Giuditta di Donatello

"Possono esserci diversi modi di guardare il grande gruppo bronzeo della Giuditta di Donatello [...]. Si potrebbe puntare l'attenzione sul soggetto e rilevare che nessuno prima di allora aveva mai rappresentato l'eroina biblica Giuditta come protagonista di un'opera isolata di grandi dimensioni. Ci chiederemmo dunque chi possa averlo scelto e per quale motivo. [...] E' ormai largamente condivisa l'opinione che fin dall'inizio siano stati i Medici ad affidarne l'esecuzione a Donatello per porla nel giardino della loro residenza di via Larga (l'attuale Palazzo Medici-Riccardi), come contrappunto di un'altra celebre opera dello scultore che da poco doveva essere stata trasferita dalla Sala Grande del palazzo al suo cortile, il David in bronzo oggi nel Museo Nazionale del Bargello. Le prime notizie sulla Giuditta rimontano al 1457, ma con ogni probabilità l'artista non vi lavorò che alcuni anni più tardi, per portarla a compimento solo nel 1464, anno della morte di Cosimo de' Medici. Secondo le iscrizioni che si trovavano sul badamento della statua quando questa eranella residenza medicea, oggi perdute ma documentate da fonti storiche, a commissionarla a Donatello ea stato il figlio di Cosimo, Piero de' Medici, che alla vicenda dell'eroina biblica aveva visto un pregnante esempio di come le virtù dell'umiltà e del rigore morale potessero trionfare sulla superbia e la lussuria e con questo significato aveva voluto indicarla ai cittadini di Firenze quale modello di forza e libertà a cui ispirarsi per la difesa della Repubblica. [...] Decaduta l'ipotesi che il bronzo fosse in origine una fontana si è  fatta strada l'opinione che sia da riferire a Donatello anche l'invenzione dell'alto basamento in marmo e granito, in passato ritenuto piu tardo e attributo a Simone del Pollaiolo deto il Cronaca. C'è infine un altro modo in cui si può guardare questo capolavoro ed è quello di considerare il significato simbolico di vessillo della libertà che l'opera ha assunto per i fiorentini. Nel 1945, dopo un anno dalla cacciata dei Medici e dalla proclamazione della nuova Repubblica di ispirazione savonaroliana, su istanza del popolo, la Signoria delibero' la confisca dei maggiori capi d'opera conservati nel palazzo di via Larga e il loro trasferimento nella  sede del governo fiorentino, a risarcimento dei soprusi inflitti ai cittadini dal casato mediceo. Nel caso della Giuditta il valore simbolico dell'approvazione venne rimarcato dalla sostituzione delle due epigrafi del basamento che ricordavano la genesi medicea del bronzo con una nuova iscrizione che così recita:《EXEMPLUM SAL[UTIS] PUB[LICAE] CIVES POS[UERUNT] MCCCCXCV》. L'opera  venne posta in bella vista sull'Arengario di Palazzo Vecchio, a destra dell'ingrsso principale, e li rimase finché nel 1504 dovette lasciare il posto al David di Michelangelo, per le critiche mosse in quel tempo da alcuni cittadini che ritenevano sconveniente essere rappresentati da una donna che uccide un uomo e consideravano questa scultura un "segno mortifero", portatore di cattiva sorte, perché giunta nel Palazzo della Signoria quando Firenze stava perdendo il dominio di Pisa. Due anni più tardi era di nuovo in piazza della Signoria, sotto la Loggia dei Lanzi, ma solo nel 1919 fece ritorno sull'Arengario di Palazzo Vecchio.  Nel 1980, per motivi di conservazione, venne infone trasferita all'interno del palazzo, nella Sala dei Gigli, e sostituita sull'Arengario da una copia."
(Serena Pini, curatrice del Museo di Palazzo Vecchio, in "La Giuditta di Artemisia Gentileschi in Sala Gigli", 2016)

Biblioteca Nazionale Centrale

Foto di Francesco Baciocchi

lunedì 19 dicembre 2016

19 Dicembre - Le Murate - Danza: SOGNI D'ORIENTE

LUNEDI' 19 DICEMBRE

    h 21:30  -  Danza

SOGNI D'ORIENTE

Gaia Scuderi | danzatrice
Elisa Mecatti | danzatrice

Una serata dedicata all'arte della danza orientale e espressiva araba che vedrà esibirsi Gaia Scuderi e Elisa Mecatti, un susseguirsi di immagini, colori e poesia all'insegna della leggerezza e della grazia, della forza e dell'energia.
Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Proverbio Toscano del Giorno

"Meglio la Corte che la Croce"

Piazza San Giovanni

Foto di Roberto Di Ferdinando

domenica 18 dicembre 2016

sabato 17 dicembre 2016

Battistero

Foto di Roberto Di Ferdinando

venerdì 16 dicembre 2016

Dal 20 Dicembre - Inaugurazione della mostra: "Ebrei in Toscana XX e XXI secolo"

La mostra, finanziata dalla Regione Toscana, diretta da Catia Sonetti (Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Livorno), con la collaborazione scientifica di Barbara Armani, Elena Mazzini e Ilaria Pavan, ripercorre i momenti storici più significativi dell’ebraismo toscano dalla Grande Guerra fino ai nostri giorni.
La mostra proseguirà fino al 27 febbraio 2017 con orario 10-18
Maggiori informazioni: http://www.istorecolivorno.it/mostre/ebrei-in-toscana-1915-2015/
20 Dicembre 2016  -  20 Febbraio 2017  -  ore 13
Sede:
   
Galleria delle Carrozze, via Cavour, 5 Firenze
Organizzazione:
   
Regione Toscana, Comune di Firenze, Istoreco (Livorno), con il patrocinio: Scuola Normale Superiore, INDIRE, Unicoop Firenze
Per informazioni:
   
Istoreco, Via Galileo Galilei, 40, 57122 Livorno; Istituto Storico della Resistenza in Toscana, Via Giosuè Carducci, 5, 50121 Firenze

18 Dicembre - Laboratorio: "A tu per tu con la balena"

Una balena fossile in centro a Firenze: il nuovo straordinario allestimento a Paleontologia fa vivere a grandi e piccini l’emozione di trovarsi nel blu dell’antico mare toscano di 3 milioni di anni fa.
Programma completo "Autunno in museo": http://www.msn.unifi.it/event/autunno-museo-le-famiglie-4/
18 Dicembre 2016  -  ore 15-16
Sede:
   
Paleontologia, via La Pira, 4 Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze
Per informazioni:
   
055-2756444

Duomo

Foto di Francesco Baciocchi


Proverbio Toscano del Giorno

"Nè a torto nè a ragione, non ti lasciar mettere in prigione"

giovedì 15 dicembre 2016

16 Dicembre - Associazione Archeosofica - LA GEOMETRIA SEGRETA DELL'ICONA

Prossimo appuntamento
del ciclo di incontri sull'Arte Iconografica dal titolo LA GEOMETRIA
SEGRETA DELL'ICONA, venerdì 16 Dicembre alle 21 . Relatori Gioni
Chiocchetti progettista, autore di diversi libri sulla geometria sacra e
Alessandro Mazzucchelli, storico dell?arte medievale.

L?ingresso è libero e non occorre prenotazione.

Per una breve introduzione all'argomento potete consultare la pagina
relativa del nostro blog all'indirizzo:
https://archeosofiafirenze.org/2016/12/12/16-dicembre-2016-la-geometria-
segreta-dellicona/

Associazione Archeosofica, Sezione di Firenze
Lungarno Guicciardini, 11/rosso
50125 Firenze
Tel. 055215940
info.firenze@boxletter.net
http://archeosofiafirenze.org

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK https://www.facebook.com/archeosofiafirenze   

Aperibau natalizio! il 16/12 @ Firenze al Joyce Pub

venerdì 16/12
@ Joyce Pub di Piazza Ferrucci, Firenze
si terrà un nuovo APERIBAU NATALIZIO! https://www.facebook.com/events/221153041641609/
un apericena col... pelo sullo stomaco

organizza l'associazione Florence Dog Rescue

Programma:
ore 20:00 aperibau veg
ore 21:00 sfilata canina: sfileranno i cani in cerca di adozione per farsi fotografare e poter condividere gli appelli sui social network

16 Dicembre - Presentazione libro: “Samarcanda. Un sogno color turchese” di Franco Cardini

Dialogano con l'autore Umberto Cecchi e Alessandro

Vanoli. Introduce Guido Chelazzi, presidente del Museo di Storia Naturale
Dettagli: http://www.msn.unifi.it/news/presentazione-volume-samarcanda-un-sogno-color-turchese/
16 Dicembre 2016  -  ore 16
Sede:
   
Museo Antropologia, via del Proconsolo, 12 Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze
Per informazioni:
   
055-2756444

17 Dicembre - Capolavori a Villa La Quiete

Nello spazio dell’ex refettorio delle Montalve a Villa la Quiete è
possibile ammirare alcune grandi opere del primo Cinquecento fiorentino e
non solo, come l’Incoronazione della Vergine e santi di Sandro Botticelli e
bottega, lo Sposalizio mistico di Santa Caterina di Ridolfo del Ghirlandaio
e un crocifisso scolpito da Baccio da Montelupo.
Programma completo "Autunno in museo":
http://www.msn.unifi.it/event/autunno-museo-le-famiglie-4/
17 Dicembre 2016  -  ore 15-16
Sede:
   
Villa La Quiete, Via di Boldrone, 2 Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze
Per informazioni:
Fino al 15 gennaio 2017 l’ingresso e la visita guidata sono gratuiti

Venerdì 16 dicembre - Libreria Editrice Fiorentina: festeggiamo il Natale

Venerdì 16 dicembre 2016 - ore 17.00
Libreria Editrice Fiorentina
Via de' Pucci, 4 - 50122 Firenze
Tel: 055 579921 - Fax 055 2399342


16 Dicembre - Le Murate - Presentazione libro con Autori: LA FORMULA ESATTA DELLA RIVOLUZIONE

VENERDI' 16 DICEMBRE

    h 18:30  -  Presentazione libro con Autori
L'Associazione Culturale La nottola di Minerva, in collaborazione con Libreria Cuccumeo, presenta

LA FORMULA ESATTA DELLA RIVOLUZIONE
Istos Edizioni

Saranno presenti  Fabrizio Felici, condirettore di Istos Edizioni; Marcello Fois, autore;  Alberto Masala, autore; Otto Gabos, illustratore.
Coordina Teresa Porcella, curatrice di collana
Sonorizzazioni dal vivo a cura di Michele Staino | contrabbasso

14 luglio 1789. Parigi. Una storia avvincente alla ricerca della "formula esatta" per creare qualcosa di stabile.  Ma ci può essere qualcosa di stabile nella vita? La risposta a questa domanda, il giovane protagonista, Armand, non la troverà nella testa di scienziati o rivoluzionari, ma in quella di Pierrette, la ragazzina ribelle, vicina di casa, che gli infonde un inaspettato senso di sicurezza…   Un libro che, coniugando la ricerca dei diritti universali e quella dei sentimenti individuali  sa far "reagire" le scoperte della chimica con quelle della Rivoluzione Francese.
Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

L’atmosfera di Firenze

“[…] L’atmosfera di Firenze almeno quando si ascende un po’ entro di essa, suggerisce delle speculazioni planetarie. Così la trovò Galileo, e Powers ed io penetrammo l’intero universo […]”.
(Nathaniel Hawthorne, Passages from the French and Italian notebooks, 1871)

Proverbio Toscano del Giorno

"E' meglio una mano dal giudice. Che un abbraccio dall'avvocato"

Piazzale Michelangelo

Foto di Francesco Baciocchi

mercoledì 14 dicembre 2016

Firenze



“[…] Firenze, la più gaia e bella delle città italiane, è il ritrovo degli stranieri di ogni parte del mondo. La società è un misto di tutte le nazionalità, un terzo circa di Fiorentini un terzo di Inglesi, e il rimanente Russi, Tedeschi, Francesi, Polacchi e Americani in parti uguali. Gli inglesi ricevono parecchio, e danno la maggior parte dei balli e delle cene […]”.
(N. P. Wills – giornalista -, Pencilling by the way, 1864)

15 Dicembre - Le Murate - Presentazione libri con Autori: ROCK AND ROLL HISTORY

GIOVEDI' 15 DICEMBRE

    h 21:30  -  Presentazione libri con Autori
L'Associazione culturale La Nottola di Minerva presenta

ROCK AND ROLL HISTORY
Appunti di Rock (Edizioni Il Foglio) e Rock'n Roll Noir (Arcana)

Intervengono gli autori Elisa Giobbi e Andrea Gozzi
Coordina Fulvio Paloscia, giornalista La Repubblica

Una serata compilation in "modalità shuffle". Il terzo volume di Appunti di Rock incontra Rock'n roll Noir per leggere insieme la grande anima del rock. Due libri che dialogano e, con metodo differente, avvicinano alcune delle figure più interessanti della musica internazionale. Dal Club 27, vite in bilico di grandi musicisti morti ventisettenni, di cui fanno parte artisti come Robert Johnson, Jimi Hendrix, Jim Morrison, Janis Joplin solo per citarne alcuni, alle figure potenti di Leonard Cohen e Nick Cave, accanto a Deep Purple, U2, Metallica e Teatro degli Orrori, letti attraverso la lente dei diversi generi musicali che vivono nelle loro note.
Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

17 dicembre - Teatro della Pergola - Sulla scia dei giorni - Moni Ovadia

17 dicembre - ore 10.30

Sulla scia dei giorni
Il limite rappresenta quel confine che la natura e gli uomini hanno di
fronte e che l’umanità ha cercato di sfidare e oltrepassare. La scienza dei
nostri giorni ci ha portato a negare ogni limite e a fare sentire l’uomo
immortale: la nostra società ha dimenticato l’invecchiare, le perdite, il
dolore, quei limiti che la vita impone a chi la vive. Oggi la scienza ci
proietta verso il futuro, non tenendo conto dei limiti, tra cui la morte.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Teatro della Pergola - Via della Pergola 12/32 - 50121 FIRENZE
www.teatrodellapergola.com

Collina di San Miniato

Foto di Francesco Baciocchi

Proverbio Toscano del Giorno

"Al litigante ci voglion tre cose: aver ragione, saperla dire, e trovar chi la faccia"

martedì 13 dicembre 2016

Sabato 17 dicembre - nel Cenacolo di Santa Croce il Coro Viri Galilaei terrà un concerto con brani tratti dal repertorio di Avvento e Natale - Ingresso libero

Sabato 17 dicembre - ore 21 - nel Cenacolo di Santa Croce il Coro Viri Galilaei terrà un concerto con brani tratti dal repertorio di Avvento e Natale.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.



Sabato 17 dicembre – ore 21

Cenacolo di Santa Croce



Coro Viri Galilaei

Diretto da Enzo ventroni



Concerto di Natale
PROGRAMMA

1.    Cónditor alme – Inno III modo

2.    Rorate caeli– Antifona I modo       

3.    Jerusalem surge  -  Antifona II modo

4.    Alleluja – Veni, Domine – III modo

5.    Ecce virgo – Antifona I modo         

6.    Pópulus Sion – Antifona – VII modo

7.    Allelúja  – Laetatus sum I modo

8.    Prope est Dominus – Graduale – V modo

9.    Christe Redemptor – Inno – I modo

10.          Diffusa est gratia + salmo 44 – I modo

11.          Suscepimus Deus + salmo 47 – VIII modo

12.          Tui sunt – Antifona – IV modo            

13.          Vidérunt  omnes – Graduale – V modo       

14.          Puer natus est – Antifona – VII modo       

15.          Hódie Christus natus est – Magnificat

16.          Puer natus in Bethléhem - Inno

 Coro Viri Galilaei

14 Dicembre - Presentazione libro: "Tambosce"

Di Paolo Labianco
Locandina: http://www.unifi.it/upload/sub/agenda/2016/Tambosce_14122016.pdf
14 Dicembre 2016  -  ore 17
Sede:
   
Sala Strozzi, Via G. La Pira, 4 Firenze
Organizzazione:
   
Circolo Dipendenti Università di Firenze
Per informazioni:
   
055-2757611

14 Dicembre - Lezioni di Didier Marcotte e Nicoletta Palmieri (Université Reims-Champagne Ardenne) Nell’ambito dei rapporti didattico-scientifici tra le Università di Firenze (proff. Serena Bianchetti e Daniela Manetti) e di Reims-Champagne Ardenne.

Informazioni e locandina: http://www.letterefilosofia.unifi.it/art-315-lezioni-marcotte-palmieri.html
14 Dicembre 2016  -  ore 10
Sede:
   
Sala Comparetti, Piazza Brunelleschi, 4 Firenze
Organizzazione:
   
Dipartimento di Lettere e Filosofia, sezione "Antichità, Medioevo e Rinascimento"

Proverbio Toscano del Giorno

"Il morire è in pane de'vecchi"

18 Dicembre -Domenica sera nella Chiesa di Ognissanti Light Gospel Choir in concerto Evento natalizio a favore dell’A.T.T. con brindisi finale in piazza.

Torna, come ogni anno, il concerto del Light Gospel Choir a favore dell’Associazione Tumori Toscana per raccogliere fondi a sostegno del servizio di Cure
Domiciliari Oncologiche gratuite.
L’evento organizzato dall’Associazione Borgognissanti andrà in scena Domenica 18 Dicembre 2016 alle 21.15 nella Chiesa di Ognissanti a Firenze.

Diretto da Letizia Dei, accompagnato al piano da Federico Pacini e alle percussioni da Marco Corsinotti, il Light Gospel Choir proporrà un concerto intenso e
coinvolgente, attraverso i ritmi e le armonie trascinanti e inconfondibili della musica gospel; un vero concentrato di energia e carica emotiva che
coinvolgerà gli spettatori in un crescendo di suggestioni musicali e ritmo.

“Siamo molto felici– ha detto Giuseppe Spinelli, Presidente dell’A.T.T. – di questo concerto che è cresciuto negli anni diventando un appuntamento importante
che ci riempie di orgoglio e di gioia. Il gospel ha il potere di unire le persone e il Light Gospel Choir ha il dono di trasmettere un messaggio di
solidarietà e di speranza ai malati oncologici e alle loro famiglie attraverso la forza e la profonda poesia spirituale della grande musica.”

“Il Concerto – dichiara Fabrizio Carabba, Presidente dell’Associazione Borgognissanti –sarà l’occasione per ritrovarci tutti insieme nell'atmosfera del
Natale e a fine concerto nella Piazza Ognissanti a tutti i presenti verrà offerto un brindisi per scambiarsi gli auguri di buone feste.”

L’evento si avvale del Patrocinio dal Comune di Firenze e del contributo di Associazione Borgognissanti, Athenaeum Musicale, St. Regis Florence, Enrico

Coveri, Savitransport.

Associazione Tumori Toscana A.T.T.
Via B. Varchi, 63 - 50132 Firenze Tel 055.24.66.666 www.associazionetumoritoscana.it

15 Dicembre - Libreria dei Lettori - presentazione del libro: “L’uomo che ci regalò i numeri.

Giovedì 15 dicembre, alle 18.30,
in “Libreria dei Lettori” presentazione di “L’uomo che ci regalò i numeri.
La vita e i viaggi di Leonardo Fibonacci” (Polistampa, 2016) di Paolo Ciampi
con la partecipazione dell’autore.
“È questa la matematica di Leonardo: numeri che servono, utili per le questioni
che pone la vita.
Prestiti, cambi, interessi, eredità. In fondo era ancora il figlio del
mercante, per questo un giorno si era imbarcato ed era approdato dall’altra
parte del mare.”
Leonardo da Pisa, detto Fibonacci, figlio di un mercante, attraversa il mare e approda in Cabilia
dove incontra un maestro che traccia nella sabbia strani segni: sono i numeri che arrivavano dall’India e che un giorno noi avremmo chiamato arabi.
Nel 1202 con il suo “Liber Abaci” introduce in Europa insieme al sistema numerico decimale
anche i principali sistemi di computo.
È la straordinaria eredità di Fibonacci: il libro di un mercante con cui inizia l’avventura dei numeri.
Del suo autore però si perdono le tracce per secoli.
Questo libro ne insegue l’ombra e ricostruisce, con la sua vicenda umana, la vita nel Mediterraneo.
Rivediamo veramente con grande piacere Paolo Ciampi, da sempre amico non solo della
“Libreria dei Lettori” ma anche di chi la frequenta.
Libreria dei Lettori - Via della Pergola, 12 - 50121 Firenze - T. 055/2264333 - libreriadeilettori@gmail.com

Piazzale Michelangelo

Foto di Francesco Baciocchi

Gazometro: via dell'Anconella

Foto di Francesco Baciocchi

lunedì 12 dicembre 2016

13 Dicembre - Associazione Archeosofica - conferenza “DA ATLANTIDE ALL'’EGITTO

Prossimo appuntamento del ciclo di incontri dal titolo “Cronache di civiltà scomparse”, che
illustra e commenta l’omonima opera di Alessandro Benassai, disponibile presso la
nostra sede. MARTEDI’ 13 DICEMBRE alle ore 21 la conferenza “DA
ATLANTIDE ALL'’EGITTO”. Relatore Alessandro Mazzucchelli.

L'’ingresso è libero e non occorre prenotazione.

Per una breve introduzione all’argomento potete consultare la pagina
all’indirizzo:
https://archeosofiafirenze.org/2016/12/08/13-dicembre-2016-da-atlantide-allegitto/


Associazione Archeosofica, Sezione di Firenze
Lungarno Guicciardini, 11/rosso
50125 Firenze
Tel. 055215940
info.firenze@boxletter.net
http://archeosofiafirenze.org

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK https://www.facebook.com/archeosofiafirenze

12 Dicembre - Le Murate - INNOVAZIONE PER L'IMPRESA AL TEMPO DEL 4.0: SCENARI, TECNOLOGIA, RISORSE PUBBLICHE, CAPITALE UMANO+Cineteca: IL DANNO

LUNEDI' 12 DICEMBRE

    h 16:30  -  Workshop

INNOVAZIONE PER L'IMPRESA AL TEMPO DEL 4.0: SCENARI, TECNOLOGIA, RISORSE
PUBBLICHE, CAPITALE UMANO
A cura di Finanziariamente

Sustaining vs Disruptive Innovation: quale innovazione ha bisogno la tua
azienda? Quali risorse per l'innovazione in Toscana? Una risposta la potete
cercare e trovare grazie ai bandi regionali per le piccole medie imprese a
sostegno dell'innovazione. In questo workshop vi proponiamo un nuovo
modello di innovazione aziendale che sfrutta ed integra il potenziale
generato dalle startup e dall'ecosistema in cui si sviluppano - fatto di
conoscenza, talenti, nuovi modelli manageriali, nuove forme di investimento
finanziario, nuovi laboratori di innovazione. Vi forniremo i dettagli di
questo modello, basato sulla nostra esperienza e best practice acquisite
lavorando con Startup, investitori, Corporate, Incubatori e Acceleratori.
Forniremo esempi di come viene utilizzato, e può essere utilizzato con
successo, da società di tutti i settori e aree geografiche.
Finanziariamente (www.finanziariamente.it) è esperta di finanza aziendale,
agevolazioni, contributi pubblici, banca, controllo di gestione, business
modelling, lean startup e ricerca investitori.
A termine del networking, aperitivo



    h 21:30  -  Cineteca
A cura di Europe Direct.  Ciclo I tempi dell'amore

IL DANNO

Di Louis Malle. Con Jeremy Irons, Juliette Binoche, Miranda Richardson,
Rupert Graves, Ian Banner – Francia – Gran Bretagna – 1992 – 112'
Tratto dal romanzo di Josephine Hart. Un esercizio di stile ben eseguito,
un melodramma secco e incisivo che vede Louis Malle tornare al tema di Les
amants, Pretty Baby e Soffio al cuore: il sesso come disperato attaccamento
alla vita. Affascinante ritratto di una donna la cui vita è segnata dalla
tragedia del suicidio del fratello, innamorato di lei e non corrisposto.
Sta per sposare il rampollo di un influente uomo politico inglese, con il
quale però inizia una relazione. Ricrea così inconsciamente lo stesso
schema di eventi che aveva portato al suicidio del fratello, finché il
cerchio si chiude con la morte del promesso sposo. La presa di coscienza
finale la riconduce alla vita, placa la tensione metafisica, rendendola
così "una donna come tutte le altre".
Caffè Letterario °Le Murate

Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

12 Dicembre - Lyceum Club Internazionale - Rare liriche ebraiche in un concerto di Peri e Nardi per Maria Adelaide Bacherini a Firenze



Il 12 dicembre al Lyceum Club Internazionale concerto in ricordo della fondatrice della rimpianta Sala Musica della Biblioteca Nazionale di Firenze del soprano Giulia Peri e del pianista Gregorio Nardi. Musiche di M. Castelnuovo-Tedesco, J. Simon, P. Haas, G. Orefice, R. Massarani, V. Ullman e anche una d’ispirazione ebraica di M. Ravel. Evento organizzato in collaborazione con gli Amici della Musica di Firenze. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.



Un raffinato programma di liriche da camera di raro ascolto di compositori ebrei, fra cui dodici Lieder inediti di James Simon, più una melodia ebraica di Maurice Ravel. E’ il concerto in memoria di Maria Adelaide Bartoli Bacherini, fondatrice e a lungo direttrice della mitica Sala Musica della Biblioteca Nazionale di Firenze, che il soprano Giulia Peri e il pianista Gregorio Nardi terranno lunedì 12 dicembre alle ore 18 a Palazzo Giugni (via Alfani 48), sede del Lyceum Club Internazionale di Firenze. Un appuntamento a ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili, organizzato dalla sezione Musica dello storico club femminile presieduta da Eleonora Negri (vicepresidente Irene Weber Froboese) in collaborazione con gli Amici della Musica di Firenze.

«Grazie alla competenza della paleografa e filologa musicale Maria Adelaide Bartoli Bacherini – spiega Eleonora Negri - fu istituita nel 1966 e poi, a causa dell’alluvione di Firenze, concretamente avviata solo nel 1969, la rimpianta Sala Musica della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, meta di musicologi e studiosi di ogni parte del mondo fino al settembre 2012, quando è stata smantellata e il suo contenuto disperso nelle varie sezioni della Biblioteca. Alla memoria di colei che per 36 anni, fino al 2002, data del pensionamento, ha diretto questa importantissima risorsa per gli studi musicali e musicologici, Giulia Peri e Gregorio Nardi dedicheranno pagine di autori che rivivono in questo concerto anche grazie a lei e alla “sua” Sala Musica, da cui sono state attinte le partiture italiane in programma». Una serata con al centro autori ebrei, alcuni dei quali hanno perso la vita ad Auschwitz, recentemente registrati da Nardi e Peri per Limenmusic: Pavel Haas, Viktor Ullmann, Mario Castelnuovo-Tedesco (del quale il Lyceum di Firenze conserva, per volontà delle eredi, la biblioteca musicale fiorentina), Giacomo Orefice, Renzo Massarani e, appunto, James Simon.

Il concerto è inserito nella rassegna "Macrocosmo e microcosmo: Firenze e il ciclo degli Elementi", sostenuta da Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Giulia Peri ha ricevuto la formazione musicale alla Scuola di Musica di Fiesole. Qui ha studiato canto e violino, è stata allieva di quartetto d’archi di Piero Farulli e Antonello Farulli e ha suonato come spalla dell’Orchestra Galilei in occasione dei corsi di Carlo Maria Giulini.

Nel canto ha esordito come giovanissima solista negli anni Novanta sotto la direzione di Zubin Mehta, Myung-Whun Chung, Daniel Oren presso il Maggio Musicale Fiorentino. Allieva di Stephen Woodbury, ha poi cantato come soprano in contesti di rilievo internazionale, tra cui il Festival di Ravenna, I Pomeriggi musicali (Milano), Cité de la Musique (Parigi), Concertgebouw (Amsterdam), Unione musicale (Torino), Musikfest Stuttgart, MiTo Settembre Musica, Piccolo Teatro di Milano, Stresa Festival.

Spazia tra generi diversi, dalla musica medievale, rinascimentale e barocca al Novecento. Si dedica con passione alla musica contemporanea. Nel 2014 è stata impegnata per MiTo Settembre Musica insieme a Beat Furrer e all’Orchestra Nazionale della Rai; ha inoltre cantato al Piccolo di Milano nell’opera di Mauro Montalbetti e Marco Baliani Il sogno di una cosa, scritta per il quarantennale della strage di Piazza della Loggia. Negli ultimi anni ha più volte collaborato con l’ensemble “Sentieri selvaggi”, diretto da Carlo Boccadoro; è stata, inoltre, la prima interprete del ruolo di Cordelia nell’opera Oltre la porta, composta e diretta dallo stesso Boccadoro nel 2016, su commissione dello Stresa Festival. A partire dall’idea di un concerto in memoria di Primo Levi nel 2007, ha ideato, insieme a Gregorio Nardi, una serie di programmi liederistici di autori ebrei, che offrono un esteso panorama della cultura musicale ebraica dall’Ottocento, fino alle opere composte nel cuore dei Lager nazisti.

Laureata con lode in Letteratura latina alla Scuola Normale Superiore di Pisa, ha pubblicato un saggio sullo stile narrativo del Satyricon.



Gregorio Nardi ha studiato fino al 1987 con i nonni Rio Nardi e Gregoria Gobbi. Ha seguito i corsi di Thérèse Diette ed è stato l'ultimo allievo di Wilhelm Kempff. Premiato ai concorsi internazionali A. Rubinstein (Tel Aviv 1983) e F. Liszt (Utrecht 1986), ha collaborato con grandi strumentisti (Walter Grimmer, Ilya Grubert, Günter Pichler, Egidius Streiff, Renato Zanettovich) e cantanti (Suzanne Danco, Giulia Peri, Marianne Pousseur, Elena Zaremba, Mark Padmore).

Nel 1990 la rivista inglese “Gramophone” scelse la sua prima registrazione lisztiana tra le migliori dell’anno. Ha inciso per Phoenix altri due dischi di Liszt e, in prima assoluta, brani di Brahms e di Schönberg e tre CD dedicati a inediti di Schumann, riscoperti da Nardi in archivi europei e americani. Dal 2012 registra per Limenmusic una serie di CD/DVD: i grandi capolavori del repertorio classico, accanto a rarità di Della Ciaja, Rutini, Cherubini, Moscheles, Weber, Schuncke, Casamorata.

In più di cinquecento concerti pubblici ha eseguito, tra l’altro, in prima mondiale inediti di Beethoven, Schumann, Brahms, Rott, Busoni, Savinio, la prima versione della Concord Sonata di Ives, i 17 Fragmente di Schönberg, il Concerto di Adolfo Mejia, l'integrale del Song-Book di Gershwin ricostruito dalle testimonianze storiche. Nel 2015 ha ricevuto il Fiorino d’Argento del Premio Firenze per il libro Con Liszt a Firenze, edito da LoGisma. Gregorio Nardi vive e lavora a Firenze nello studio che fu del nonno materno, lo scrittore Piero Bargellini, ora divenuto Casa della Memoria, e che nell'Ottocento era abitazione del compositore Luigi Ferdinando Casamorata.

Proverbio Toscano del Giorno

"A cacciare un morto ce ne vuole quattro; a cacciare un vivo ce ne volgion ventiquattro"

Giardino di Palazzo Medici-Riccardi

Foto di Roberto Di Ferdinando

venerdì 9 dicembre 2016

Riflessi di Palazzo Strozzi

Foto diFrancesco Baciocchi

Proverbio Toscano del Giorno

"Tutto cala in vecchiezza, fuorchè avarizia, prudenza e saviezza"

giovedì 8 dicembre 2016