giovedì 30 giugno 2016

Festa dei musei: iniziative e orari nei musei del Bargello

Il primo fine settimana di luglio, in coincidenza con la XXIV Conferenza generale dell’ICOM
(International Council of Museum) per la prima volta organizzata a Milano (3-9 luglio 2016), il
MiBACT celebrerà questa straordinaria iniziativa - solitamente dedicata agli specialisti - dando vita
all’edizione “zero” della “Festa dei Musei”.
In tre musei – Bargello, Palazzo Davanzati e Casa Martelli – sabato 2 e domenica 3 luglio sono
previsti prolungamenti d’orario, aperture straordinarie e varie iniziative, come indicato nel
dettaglio.
 Il Museo nazionale del Bargello sabato 2 luglio prolungherà l’orario di apertura
dalle 20 alle 23 con l’ingresso a pagamento al prezzo simbolico di un euro. Il dottor
Marino Marini effettuerà due visite straordinarie, alle 20.30 e alle 21,30, dal titolo Dal buio
delle 'grotte' alla luce della tavola: le 'grottesche' nelle maioliche del Bargello; da
segnalare che l’appuntamento è anche inserito nel programma di iniziative della Regione
Toscana dal titolo "Le notti dell'Archeologia 2016". Il giorno successivo – 3 luglio – come
ogni prima domenica del mese – è prevista la gratuità dell’ingresso nel museo.
Il Museo di Palazzo Davanzati sabato 2 e domenica 3 luglio effettuerà un’apertura
straordinaria dalle 16 alle 20, con l’ingresso a pagamento al prezzo simbolico di un
euro. Il Museo della Casa Fiorentina Antica sarà eccezionalmente aperto al pubblico a
visita libera sui tre piani espositivi; riaprirà, inoltre, la sala didattica/audiovisivi al piano
terreno e sarà nuovamente visibile su touch screen il video Palazzo Davanzati tra realtà e
sogno disponibile in italiano, inglese e francese. Nella nuova sala didattica sono previsti
due incontri con gli storici dell’arte del museo che racconteranno al pubblico la Storia del
palazzo e la nascita del Museo Davanzati: sabato 2 luglio ore 17 e ore 18 incontro con
Brunella Teodori; domenica 3 luglio ore 17 e ore 18 incontro con Jennifer Celani. Il
giorno successivo – domenica 3 luglio – come ogni prima domenica del mese è prevista
la gratuità dell’ingresso.
Il Museo di casa Martelli sabato 2 e domenica 3 luglio effettuerà un’apertura
straordinaria dalle 16 alle 20, ad ingresso gratuito. Alle ore 19, inoltre, la dottoressa
Monica Bietti presenterà Il Museo di Casa Martelli a Firenze, esempio di integrazione
con il paesaggio urbano e sociale relazione che sarà presentata il prossimo 4 luglio a
Milano, proprio nell’ambito della XXIV Conferenza generale dell’ICOM.

Festa dei musei: il 2/7 la Galleria dell’Accademia prolunga l’orario

Il primo fine settimana di luglio, in coincidenza con la XXIV Conferenza generale dell’ICOM
(International Council of Museum) per la prima volta organizzata a Milano (3-9 luglio 2016), il
MiBACT celebrerà questa straordinaria iniziativa - solitamente dedicata agli specialisti - dando vita
all’edizione “zero” della “Festa dei Musei”.
Per l’occasione, il prossimo sabato 2 luglio la Galleria dell’Accademia effettuerà l’apertura
serale straordinaria per tre ore, cioè prolungherà l’orario dalle ore 19 alle ore 22. L’ingresso
nel museo sarà a pagamento, al prezzo simbolico di un euro, salvo le gratuità previste per legge.

Modi di dire: “berciare”

Significa urlare, parlare con voce molto, molto alta, gridare sforzandosi, spesso anche in modo sgarbato e volgare. Si usa anche per indicare ad una persona il modo con cui avvertire o sollecitare un’altra: “fagli un bercio!”.
La parola deriverebbe dal latino volgare “berbiciare”, cioè belare, ma non è da escludere anche la derivazione dal tedesco “berkja” che significa, appunto, gridare, o dall’inglese “bark”: abbaiare, che sarebbe giunta in Toscana tramite alcuni lingue dialettali del nord Italia. Infatti nel dialetto lombardo troviamo “bercià” o “bergià” (gridare).
Roberto Di Ferdinando

8 luglio - Circolo La Montanina:Restiamo animali e all'associazione LEAL vi invita alla serata "PIRATI SI', MA VEGANI!

Venerdì 8 luglio 2016, alle ore 20
@ circolo La Montanina, via di Montebeni 5, Fiesole (Firenze)
l'equipaggio di Sea Shepherd
l'organizzazione ambientalista più determinata, incisiva ed efficace del pianeta nella difesa della vita marina in tutti gli oceani del mondo assieme alla redazione della trasmissione Restiamo animali e all'associazione LEAL vi invita alla serata 

"PIRATI SI', MA VEGANI! "

cena all'aperto, tra gli alberi, nel bosco, a lume di candela, sulle colline fiorentine.
Un'occasione unica per ascoltare dal vivo i racconti di chi è in prima linea per combattere la distruzione degli ecosistemi marini attraverso l'azione diretta.

Dopo sette anni di vita a bordo, avremo la straordinaria testimonianza di Raffaella Tolicetti, capocuoca della flotta del leggendario Capitano Watson!
Raffaella preparerà per voi una gustosa cena cruelty-free, e presenterà il suo libro "Pensa, mangia, agisci: la cucina vegan della cambusa di Sea Shepherd"

Edizioni Sonda.

Il menù di bordo, senza crudeltà e senza il mal di mare, è una sorpresa, ma sarà tratto ed ispirato alle esclusive ricette che troverete sul libro.
Vi anticipiamo solo che avrete nientedimenoché una decina di portate (fresche, adeguete e senza sprechi)

E poi mostra fotografica e tanti filmati delle azioni dirette contro le baleniere giapponesi, in difesa dei più maestosi e pacifici abitanti del mare!

NON POTETE MANCARE!!!

Per la cena offerta minima 18 Euro
Sarà in vendita anche il libro di Raffaella Tolicetti “Pensa, mangia, agisci” ediz. Sonda

N.B. Il ricavato della serata verrà devoluto al progetto “Io sto con Bruno” con l’obiettivo di trasportare i macachi di Cavriglia in Olanda, dove verranno

ospitati in un centro specializzato che garantirà loro una vita dignitosa.

Prenotazioni a restiamoanimali@gmail.com oppure al 3357703214

Uffizi Live: ecco gli appuntamenti di luglio

Proseguono fino al 27 settembre i prolungamenti d’orario della Galleria degli Uffizi, ogni
martedì dalle 19 alle 22 e, compresa nel prezzo del biglietto, c’è anche la possibilità di
assistere alle performances della rassegna “Uffizi Live”, calendario di appuntamenti delle
più diverse arti dello spettacolo.
Ogni martedì tra le 19 e le 21 circa, all’interno delle sale del museo i visitatori avranno
l’opportunità di godere non solo delle opere d’arte della collezione, ma anche di un ampio ventaglio
di proposte artistiche che spazieranno dai repertori e dai linguaggi espressivi più classici delle
diverse arti performative fino a quelli più contemporanei. Tutte le performances si concludono entro
le 21 in tempo per dare il via alle procedure di chiusura del museo.
GLI APPUNTAMENTI DI LUGLIO
Nel mese di luglio 2016 sono previste quattro serate di “Uffizi Live” con performances che
spazieranno dalla musica medievale a quella classica, dal teatro di mimo a quello di magia, fino
al particolare legame tra l’arte pittorica e gli strumenti musicali. Vediamo gli appuntamenti nel
dettaglio.
Martedì 5 luglio: il programma del mese di luglio si inaugura con un suggestivo concerto di
musica e canto medievali. L’Ensemble San Felice, composto da cinque strumentisti e due
cantanti, diretti dal Maestro Federico Bardazzi, propone una raffinata selezione, tra sacro e
profano, di laudi e contrafacta scritti dal compositore e musicista del Trecento, Francesco
Landini.
Martedì 12 luglio: un doppio appuntamento che alterna un concerto di musica classica a una
performance teatrale ispirata al “metodo mimico”. Nella Sala della Niobe la giovanissima
Stefania Scapin presenta un programma per arpa sola curato dal Maestro Michele Sarti: Tra
Bach e Scarlatti, una raffinata selezione di grande impatto emotivo. Contemporaneamente,
lungo le sale della Galleria, gli attori della Compagnia Down Theatre faranno “parlare” e
“muovere” le opere d’arte attraverso elaborazioni mimiche ispirate al metodo di recitazione
codificato dal grande Maestro del teatro, Orazio Costa.
Martedì 19 luglio: l’Antica Liuteria Sangineto presenta Il suono dipinto – strumenti musicali
nell’arte pittorica, un progetto tra musica e storia dell’arte dove gli artisti-artigiani della famiglia
Sangineto ripropongono, alla visione e all’ascolto dei visitatori, ricostruzioni fedeli di strumenti
musicali antichi tratti dai dipinti della Galleria e realizzati artigianalmente da loro stessi.
Strumenti che torneranno a rivivere e risuonare, ciascuno accanto al quadro che lo raffigura, in
un bagno di suoni coinvolgenti dal sapore antico ed eterno. Musica da ascoltare e musica “da
vedere”.
Martedì 26 luglio: chiude il mese di luglio un’originale e insolita proposta, ovvero uno
spettacolo di illusionismo e magia pensato appositamente per le opere d’arte della Galleria degli
Uffizi. Il mago Bustric (al secolo Sergio Bini), nei panni di un simpatico “guardiano notturno” del
museo, accompagnerà i visitatori in un colorato e poetico viaggio itinerante lungo le sale del
museo, davanti alle opere. Un divertente e autoironico dialogo personale di un artista-illusionista
sul tema dell’illusione prospettica in pittura, realizzato con quella leggera e sofisticata “poetica
delle piccole cose” a cui il mago Bustric ha da anni abituato il suo pubblico in tutta Europa.
COME SI PRENOTA UN BIGLIETTO
Fino al 27 settembre 2016, ogni martedì la Galleria degli Uffizi effettua l‘apertura
continuata dalle ore 19 alle ore 22. L’ingresso nel museo è a pagamento; la prenotazione, se
pur non necessaria, è possibile effettuarla attraverso il sito web www.uffizi.it oppure
chiamando il numero di Firenze Musei 055-294883; da tener presente che l’ultimo ingresso
prenotabile è fissato alle ore 20.
Le aperture serali sono rese possibili grazie al finanziamento speciale del MiBACT, e gli
spettacoli dal vivo grazie a Firenze Musei.

2 Luglio - Inaugurazione mostra fotografica: THEDARKROOM

SABATO 02 LUGLIO

    h 19:00  -  Inaugurazione mostra fotografica

THEDARKROOM

Mostra degli allievi del Corso Accademico serale della scuola di fotografia e multimedia TheDarkroom Academy. Un racconto visivo e visionario, quello degli allievi del Corso Accademico, atto a stimolare le corde più interne del fruitore, che dovrà districarsi in un labirinto di metafore visive, tra antiche tecniche di stampa in bianco e nero e le più moderne immagini digitali.
TheDarkroom Academy è il dipartimento di fotografia e multimedia della scuola Centro Italiano Firenze. Offre corsi accademici, corsi intensivi e fondamenti di fotografia per studenti di ogni età e provenienti da tutto il mondo interessati ad iniziare o approfondire la conoscenza di questa disciplina. Il nuovo panorama multimediale di costante cambiamento e di innovazione tecnologica che viviamo oggi ha bisogno di tecnici della multimedialità, di figure professionali capaci,  di esperti di comunicazione visiva in grado di interpretare in chiave sempre nuova le sfide del moderno mercato tecnologico e di internet.
www.thedarkroom.it  -  www.fotolowcost.net
Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

5 Luglio - Associazione Archeosofica - spettacolo di musica e poesia PLANET SOUL

martedì 5 Luglio alle 21 allo spettacolo di musica e poesia “PLANET SOUL”, con il compositore e pianista Alessandro Pelagatti e gli attori Claudia Pennucci e Leonardo Burrini, che inaugura la rassegna LUGLIO IN MUSICA.

La performance dal vivo è una creazione originale di Alessandro
Pelagatti dedicata all’astronomia, che descrive in musica l’anima dei pianeti del
nostro sistema solare.

La serata è a ingresso libero e non occorre prenotazione.

Per leggere una breve descrizione del programma potete andare sul nostro
blog:https://archeosofiafirenze.org/2016/06/29/5-luglio-2016-planet-soul-luglio-in-musica/

Associazione Archeosofica
Sezione di Firenze
Lungarno Guicciardini, 11/r
50125 Firenze
Tel. 055215940
info.firenze@boxletter.net
http://archeosofiafirenze.org
SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK https://www.facebook.com/archeosofiafirenze

Veduta dal Forte di Belvedere

Foto di Angela Lidia Larosa


Proverbio Toscano del Giorno

"Figliuole e frittelle; quante più se ne fa, più vengono belle"

mercoledì 29 giugno 2016

30 Giugno - Inaugurazione della mostra "Flowers. Sculture e installazioni all'Orto Botanico di Firenze"

Intervengono: Giandomenico Semeraro (curatore della mostra; Accademia di Belle Arti), Alessandra Porfidia e Vincenzo Ventimiglia (Accademia di Belle Arti), Paolo Luzzi (responsabile Orto Botanico).
La mostra rimarrà aperta  fino al 27 settembre con il seguente orario di apertura: tutti i giorni dalle ore 10 alle 19; chiuso il mercoledì
Maggiori dettagli: http://www.msn.unifi.it/event/flowers/
30 Giugno 2016  -  ore 18
Sede:
   
Orto Botanico, Via Micheli, 3 Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze - Orto Botanico; Accademia di Belle Arti di Firenze
Per informazioni:
   
tel. 055-2756444

30 Giugno - Le Murate - Poesia e danza: L'INDIA DELL'ANIMA

GIOVEDI' 30 GIUGNO

    h 18:30  -  Poesia e danza

L'INDIA DELL'ANIMA

Con Andrea Sirotti e Giulia Marchetti

Il progetto L'India dell'anima vede coinvolti un traduttore e una danzatrice di Bharatanatyam, e soprattutto delle bellissime poesie. Poesie femminili contemporanee indiane che danno voce a tutte quelle donne che hanno subito discriminazione e mancanza di libertà in una società come quella indiana. Queste voci, forti e decise, vivono nella lettura di Andrea Sirotti e nei gesti (Mudra) di Giulia Marchetti che interpreta i testi con il linguaggio del Bharatanatyam, fatto di precisi ed estetici gesti delle mani e forte espressività del viso e dello sguardo. Al termine della lettura accompagnata dai gesti è offerto un assaggio della danza classica indiana con dei brani più tradizionali, per poi concludere con un breve pezzo danzato più contemporaneo, coreografato da Giulia sempre nel vocabolario del Bharatanatyam, che esprime, accompagnato dal suono forte di una chitarra dal vivo, la rabbia femminile ed il reagire alle ingiustizie e soprusi con forza e coraggio.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Veduta dal Forte di Belvedere

Foto di Angela Lidia Larosa


Proverbio Toscano del Giorno

"Figlie, vigne e giardini, guardale dai vicini"

martedì 28 giugno 2016

Il torrente Terzolle

Il torrente Terzolle è un antichissimo corso d’acqua cittadino di Firenze. Originariamente affluente dell’Arno (dove vi sfociava all’altezza dell’attuale Ponte alla Vittoria), in epoca recente è stato deviato, divenendo affluente del Mugnone. Il suo nome deriva dal latino: tertium lapidem, cioè terzo miglio, la distanza in cui si trovava a nord della Florentia romana. Proprio in questo punto i romani avevano costruito una sorta di svincolo tra la via Cassia Vetus e la Nuova, diretta verso Lucca.
Il torrente nasce a Cercina ed attraversa i quartieri di Serpiolle, dove si congiunge con il torrente Terzollina (non a caso nella toponomastica locale sono presenti via del Mulino e via Nuova del Mulino), Rifredi (il cui nome deriva proprio dalle acque fredde “Rio freddo” del Terzolle) e Ponte di Mezzo dove si unisce al fiume Mugnone.
Roberto Di Ferdinando

La Domenica Metropolitana 3 luglio 2016

La Domenica Metropolitana di luglio offre un variegato spettro di visite e di attività, proposte grazie al supporto di Giotto-FILA: fra queste le visite per adulti ai Quartieri Monumentali e ai Percorsi Segreti di Palazzo Vecchio ma anche quelle centrate sulle lunette di Paolo Uccello in Santa Maria Novella e alle mostre Jan Fabre. Spiritual Guards (Forte di Belvedere e Palazzo Vecchio) e John Currin. Paintings; ancora, dedicati alle famiglie con bambini, il percorso Vita di corte e la Favola della tartaruga con la vela.
Sono in programma anche le visite presso il Museo del Bigallo (Piazza San Giovanni 1) per il quale è
necessaria la prenotazione al n. tel.055 288496 (visite accompagnate ogni ora 9.30-12.30).
Anche la Fondazione Palazzo Strozzi aderisce alla giornata proponendo alle h11.30 l’appuntamento Parliamo d'arte, una conversazione in mostra (massimo 15 partecipanti) sull’esposizione Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim, visita gratuita con ingresso a pagamento.
Si ricorda che tutte le visite guidate e le attività sono gratuite per i cittadini residenti nella città
metropolitana di Firenze e la prenotazione è obbligatoria. All’atto della prenotazione è possibile riservare un solo appuntamento nel corso della giornata per un massimo di 5 persone.
Senza prenotazione sono gli *accessi ai Musei Civici Fiorentini.
Museo di Palazzo Vecchio (orario 9.00/23.00), **Torre di Arnolfo (orario 09.00/21.00, 30 persone ogni mezz’ora), Scavi archeologici di Palazzo Vecchio (orario 9.00/23.00, 25 persone ogni mezz’ora), Santa Maria Novella (orario 12.00/18.30), Museo Stefano Bardini (orario 11.00/17.00), Fondazione Salvatore Romano (orario 13.00/17.00), Museo Novecento (orario 9.00/19.00), Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine (ingressi 13.00/17.00, ultimo accesso ore 16.15, 30 persone ogni mezz’ora), Museo del Ciclismo Gino Bartali (Ingressi 10.00/16.00).
Attenzione: le biglietterie chiudono un’ora prima dell’orario di chiusura.
*Gli accessi sono disponibili fino ad esaurimento posti per motivi di sicurezza.
**In caso di pioggia la Torre di Arnolfo resterà chiusa al pubblico per motivi di sicurezza. Sarà accessibile il camminamento di ronda.

29 Giugno - Le Murate - Lettura scenica con sonorizzazioni dal vivo: STORIE PINOCCHIESCHE

     MERCOLEDI' 29 GIUGNO

    h 18:30/21:00  -  Lettura scenica con sonorizzazioni dal vivo
Il Laboratorio di scrittura Language Centre EUI, in collaborazione con l’associazione culturale La nottola di Minerva, presenta

STORIE PINOCCHIESCHE

A cura di Annarita Zacchi, Laboratorio di scrittura Language Centre EUI
Sonorizzazioni dal vivo  |  Renato Cantini e Michele Staino

STORIE PINOCCHIESCHE ripropone scritture di Pinocchio realizzate da studenti e ricercatori europei e non solo. Gli autori sviluppano un dialogo che si muove nello spazio e nel tempo, legando le radici culturali e le biografie personali alle vicende del famoso burattino toscano, protagonista del romanzo di Carlo Lorenzini, alias Collodi, ed elaborando alcuni dei temi centrali del libro.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Festa dei musei: iniziative, luoghi e orari nelle Gallerie degli Uffizi

Il primo fine settimana di luglio, in coincidenza con la XXIV Conferenza generale dell’ICOM
(International Council of Museum) per la prima volta organizzata a Milano (3-9 luglio 2016), il
MiBACT celebrerà questa straordinaria iniziativa - solitamente dedicata agli specialisti - dando vita
all’edizione “zero” della “Festa dei Musei”.
Sia nella Galleria degli Uffizi, sia nel complesso museale di Palazzo Pitti-Giardino di Boboli sono
in programma varie iniziative. Vediamole nel dettaglio
GALLERIA DEGLI UFFIZI
Nella mattinata di sabato 2 luglio, dalle 9 alle 13, per i bambini che saranno presenti nella
Galleria degli Uffizi, la Sezione Didattica propone Raccogliamo i…fiori della Galleria degli
Uffizi, un quaderno di attività che - in completa autonomia e sia in italiano, sia in inglese –
permetterà di fare un percorso fra i dipinti della ricca collezione del museo vivendo
un’esperienza coinvolgente. L’originale iter contribuirà a lasciare nei piccoli visitatori un bel ricordo
della loro visita, incoraggiandoli a porre l’attenzione sugli elementi floreali, alcuni indicati nelle
schede di lavoro del quaderno e altri che avranno la possibilità di scoprire da soli. Una copia
omaggio del quaderno di attività, potrà essere ritirata all’ingresso del museo, distribuito dal
personale della Sezione Didattica.
Sempre sabato 2 luglio la Galleria degli Uffizi effettuerà l’apertura serale straordinaria per
tre ore, cioè prolungherà l’orario dalle 19 alle 22. L’ingresso nel museo sarà a pagamento, al
prezzo simbolico di un euro, salvo le gratuità previste per legge. Il giorno successivo invece – 3
luglio – come ogni prima domenica del mese è prevista la gratuità dell’ingresso nel museo.
COMPLESSO PALAZZO PITTI-GIARDINO DI BOBOLI
? Sabato 2 luglio sono in programma quattro visite alla mostra “Buffoni, villani e
giocatori” nell’andito degli Angiolini di Palazzo Pitti (ai seguenti orari: ore 10, 12,
14.30 e 16.30) per gruppi di massimo 15 persona per volta. La visita si articolerà sui 4
percorsi di lettura della mostra: “Il Popolo dei Piccoli”, “Il riso nelle corti e per le strade”, “Il
gioco”, “Villani e cacciatori”, contenuti scaricabili da un link del sito delle Gallerie degli
Uffizi, sezione Mostre (“Buffoni, villani, giocatori”).
Sempre il 2 luglio previste anche quattro visite al cosiddetto “Cucinone” di Palazzo
Pitti (nei seguenti orari: ore 10, 12, 15 e 17) per gruppi di massimo 20 persone alla volta.
Domenica 3 luglio sono in programma visite al Giardino di Boboli ed è prevista
l’apertura speciale della Botanica Superiore (in occasione della fioritura delle ninfee):
in questo caso si effettueranno due visite - alle 9 e alle 11 – per gruppi di massimo 20
persone per volta.
Tutte le visite del complesso Palazzo Pitti-Giardino di Boboli sono aperte al pubblico su
prenotazione, telefonando al 055-2388617 da lunedì 27 a venerdì 1 luglio dalle 9.00 alle 13.00; è
possibile prenotare per un massimo di tre persone alla volta. Le visite saranno a cura degli
Assistenti della Galleria Palatina, dei giardinieri di Boboli in collaborazione con il Dipartimento
Educazione e Ricerca.
Per le visite del sabato il punto di ritrovo è al desk informazioni all’interno della Galleria Palatina;
per le visite della domenica è davanti al bookshop di Boboli (palazzina del corpo di guardia) situato
al termine della rampa di ingresso al Giardino, vicino all’anfiteatro.
Il ritrovo per le visite sia di sabato, sia di domenica è previsto 15 minuti prima. I visitatori devono
ritirare il biglietto presso la biglietteria situata nell’ala destra del palazzo. Le visite di domenica 3
luglio sono a ingresso gratuito, poiché è la prima domenica del mese.
Per le visite della domenica e quelle alla mostra “Buffoni, villani e giocatori” non è garantita
l’accessibilità per chi ha ridotta mobilità.

Il 30 Giugno - Semmai di Alessandro Bonanni alla Biblioteca Umanistica di Firenze

Il 30 giugno la Fondazione il Fiore di Firenze organizza presso la Biblioteca Umanistica un incontro con l’autore fiorentino per presentare la sua raccolta di poesie per Europa Edizioni (2016). A parlare del libro Valentina Fiume e Diego Salvadori. Saluto di Floriana Tagliabue, coordina Maria Giuseppina Caramella. Ingresso libero.



«La parola poetica in questa silloge è chiaramente espressione di una ricognizione interiore sui valori umani, sulla condizione esistenziale dell’uomo in un’epoca in cui domina una assoluta incertezza e un relativismo etico: […] da qui la ricerca del sublime, kantianamente inteso come la percezione di qualcosa più in alto di noi. […] La scrittura di Alessandro Bonanni guarda in alto, a cercare una forma nel cielo notturno, a chiedere un segno ai pianeti e costellazioni».

Sono parole tratte dalla prefazione di Flavia Wisghizzi alla raccolta poetica di Alessandro Bonanni, Semmai (Europa Edizioni 2016), che viene presentata giovedì 30 giugno alle 17 presso la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze di piazza Brunelleschi 3/4 (sala Comparetti) in un incontro con l’autore organizzato dalla Fondazione il Fiore di Firenze. Alessandro Bonanni, fiorentino, ha pubblicato fiabe, racconti e romanzi. Semmai è il suo primo libro di versi.

A parlare della raccolta e dell’autore saranno due comparatisti del Dipartimento di lingue, letterature e studi interculturali dell’Università di Firenze: Valentina Fiume, specializzata in studi di genere, scritture autobiografiche e poesia, e Diego Salvadori, impegnato in ricerche di ecocritica, studi di genere e scritture autobiografiche. Aprirà l’incontro Floriana Tagliabue, direttore della Biblioteca Umanistica. Moderatrice Maria Giuseppina Caramella, presidente della Fondazione il Fiore.

Ingresso libero.



Per ulteriori informazioni, Fondazione Il Fiore. Tel.: 055-225074   

Veduta dal Giardino di Boboli

Foto di Angela Lidia Larosa


Proverbio Toscano del Giorno

"Per l'amore dei figliuoli non si hanno riguardi ad altri"

lunedì 27 giugno 2016

Modi di dire: “vento di fessura porta l’uomo (e la donna) alla sepoltura”



Tipica espressione dei nostri anziani, riprendendo anche un saggezza popolare: evitare di sostare in quei luoghi dove vi sono delle correnti d’aria, ad esempio in un edificio il riscontro tra due aperture corrispondenti, perché potremmo avere delle conseguenze, anche gravi, per la nostra salute. Il termine “riscontro” deriva dal francese “recontrer”, (re-incontrare), che si compone della particella “ri” o “re” e “scontrare” cioè che è da “contro” (scontrarsi con chi o cosa viene dalla parte opposta); nel nostro caso, appunto, due correnti di aria che si scontrano.
Roberto Di Ferdinando

Fiorino sull’Arno - Gli eventi estivi

Fiorino sull’Arno

Lungarno Pecori Giraldi - Firenze



Torna per tutta l’estate Il Fiorino sull’Arno (Lungarno Pecori Giraldi - Firenze; info e prenotazioni 328 2013217), locale all’aperto che offre sette giorni su sette buona musica e intrattenimento di qualità, insieme a ottime pizze e altre specialità culinarie, soprattutto mediterranee; per il dopo cena si può disporre dei conforti di un fornitissimo bar. Il tutto in uno spazio molto gradevole, in mezzo ad alberi secolari che proteggono dalla calura estiva.

Si cena dalle 20. I concerti iniziano alle 21.30 e sono ad ingresso libero.

Aperto ininterrottamente fino alla fine dell’estate, anche quest’anno il Fiorino sull’Arno avrà alcuni appuntamenti fissi domenicali (specie con la musica da ballo, tango e swing in testa) e programmazione musicale assortita, sempre diversa. Ci sarà naturalmente un maxischermo per le partite degli Europei.

lunedì 27 giugno Europei di calcio ore 18 Italia - Spagna ore 21 Inghilterra - Islanda

martedì 28 giugno ore 10-12 corso di Smartphone Android con la Palestra Informatica ore 21.30 RICCARDO MORI (chitarra e voce) in «La Cattiva Strada», un viaggio musicale nei territori della canzone d’autore, valicando confini geografici e stilistici, passando dal rock inglese e americano sl cantautorato italico, da David Bowie a Fabrizio De Andrè, da Paolo Conte al Cure, da Franco Battiato a Prince, senza disdegnare l’esecuzione di qualche brano originale.

mercoledì 29 giugno LEDBETTER BLUES TRIO in concerto. Marco Casavola; chitarra, dobro; Alessandro Gerini: voce e armonica; Andrea Sciarra: cajon. Rock-Blues in chiave acustica.

giovedì 30 giugno ore 10-12 corso di Smartphone Android con la Palestra Informatica Europei di calcio

venerdì 1 luglio Europei di calcio

sabato 2 luglio Europei di calcio

domenica 3 luglio Europei di calcio

lunedì 4 luglio Swing Summer Time a cura di Tuballoswing

martedì 5 luglio PAUL WERTICO. Il pirotecnico batterista di Chicago Paul Wertico (famoso per la sua lunga collaborazione con il Pat Metheney Group, dal 1993 al 2001, 7 Grammy Award; poi con Larry Coryell, Kurt Elling e Jeff Berlin, oltre con in proprio con un suo trio) incontra il creativo contrabbasso di Gianmarco Scaglia e il caleidoscopico pianoforte di Fabrizio Mocata per dar vita ad una alchimia unica. Nel trio convergono gli elementi di grande liricità misti a una solida base ritmica e a un serrato swing, che coinvolgono l'ascoltatore in pieno in un alternarsi di sensazioni musicali. Passando così da “La donna è mobile” di G. Verdi a brani di fattura originale i tre propongono al pubblico un programma di grande spessore culturale e di grande accessibilità. Ne sono testimonianza i diversi live in cui il trio è stato accolto sempre con grandissimo calore tra i quali citiamo Beat Onto jazz Festival, Otranto Jazz Festival, Valdarno Jazz Festival, Chateau Jazz Festival, Mattinata Jazz Festival e altri.

mercoledì 6 luglio Europei di calcio

giovedì 7 luglio Europei di calcio

venerdì 8 luglio Dalla Val D’Aosta L’ORAGE in concerto. Un punto di fusione equilibrato tra il mondo folk, quello della canzone d'autore e quello del rock. Nato nel 2009 dalla collaborazione tra il cantautore Alberto Visconti e i fratelli Rémy e Vincent Boniface, L'Orage è diventato in breve tempo uno dei gruppi valdostani più amati. A Musicultura 2012, kermesse marchigiana importantissima nel genere canzone d'autore, L'Orage ha sbancato aggiudicandosi il primo premio assoluto, la Targa della Critica e il Premio per la Migliore Musica con la canzone "Queste Ferite sono Verdi". Il gruppo si è esibito su palcoscenici importanti come Auditorium Parco della Musica, Sferisterio di Macerata, Sala concerti RAI di via Asiago a Roma, Music Italy Show (Bologna), Folkest, Aosta Classica, Collisioni, Carroponte, incontrando sul palco o aprendo gli spettacoli di artisti del calibro di Jethro Tull, Goran Bregovic, Carlos Nunez, Lou Dalfin. A febbraio 2013 L'Orage presenta il concerto evento "L'Orage e Francesco De Gregori insieme dal vivo". Il 2014 vede L’Orage sul palcoscenico del Primo Maggio a Roma in diretta Rai. Di loro Carmen Consoli ha detto "Ascoltateli, sono grandi!".

sabato 9 LA FASCIA DEL COTONE. Il nome deriva dall’idea di suonare blues old stile,quello di Willie Dixon e Muddy Waters; i testi sono però originali e le ambientazioni tutte italiane. La band è nata nel 2009 da un un gruppo di amici classe ’87; è costituita dai fondatori Emanuele Tegas (voce e chitarra ritmica ed armonica), Alessandro Pieroni (piano), Giuseppe Alberti (tromba), Matteo Mazzoli (basso), Lorenzo Bagnoli (chitarra solista), Guido Gherardini (sax), Fabio Carrara (batteria), Dario Baldini (contrabbasso).

domenica 10 luglio Europei di calcio Finale

lunedì 11 luglio Swing Summer Time a cura di Tuballoswing.

martedì 12 luglio Mino Cavallo - Ettore Bonafé - Amedeo Ronga in “Music for Ashes and Snow”. Composizioni inedite per sonorizzare dal vivo il sognante film di Gregory Colbert, che verrà proiettato.

mercoledì 13 luglio GENERAZIONE TENAX, con Daniele Locchi e Carolina Grazzini; regia di Daniele Lamuraglia; movimenti coreografici Cinzia Cascianini; organizzazione Enzo Mileo. Una giovane Dj sul palco sta preparando il set di musica techno per la serata, quando arriva un signore, che pare un po' stordito dal volume e dallo stridore dei suoni: è il proprietario del locale, e tenta di esprimere la sua perplessità per le quelle musiche alla Dj. Ne nasce un dialogo attraverso parole, musiche e video, che da una incomunicabilità iniziale, si apre alla descrizione di un universo magico illustrato dal signore alla ragazza, che si lascia coinvolgere emotivamente fino all'incantamento. Si scopre che quel signore è stato tra i fondatori del Tenax, il locale simbolo della vita notturna dei giovani degli anni '80, e l'organizzatore dei concerti dal vivo di alcuni dei gruppi rock più significativi di quel periodo. Questo spettacolo ha una valenza che oltrepassa la finzione, perché l'attore che interpreta quel signore, è proprio Daniele Locchi stesso, il protagonista vero delle vicende che vengono raccontate. È quindi una forma di “teatro autobiografico”, che usa gli artifici della scena per rievocare la storia vera di una generazione, e trasmetterla alla nuova generazione rappresentata dalla ragazza Dj.

venerdì 15 luglio ARTÙ, al secolo Alessio Dari, cantautore romano che ha esordito col singolo “Giulia domani si sposa”, scritto a quattro mani con Alessandro Mannarino. Vincitore dello Special Award 2014 con questo pezzo, ha pubblicato l’album d’esordio “Artù”, che racconta un mondo di personaggi bizzarri e maschere fantastiche, ma che simboleggiano situazioni molto concrete.

sabato 16 luglio Morgera VIBE MACHINE. Fabio Morgera: tromba, trombone soprano, sampler, drum machine, percussioni; Massimiliano Calderai : piano elettrico, minimoog. Dopo una Grammy Nomination (con Groove Collective nel 2006) e un curriculum trentennale nella musica statunitense (Maxwell, Butch Morris, Roy Hargrove, Mingus Big Band per fare qualche nome), il trombettista, compositore e arrangiatore Fabio Morgera è ora in Italia per condividere le sue esperienze con musicisti e pubblico italiano. In questo nuovo progetto  Morgera si esibisce in veste di polistrumentista, rivisitando brani tradizionali insieme a composizioni originali attraverso l'elettronica. Vibe Machine presenta musica suonata senza preconcetti, mescolando timbri di oggi e di ieri senza restrizioni di confini stilistici, ma sempre pescando nel bollente calderone della musica afroamericana.

domenica 17 luglio Milonga a cura di Tango Florido

lunedì 18 luglio Swing Summer Time a cura di Tuballoswing. La stagione estiva di Tuballoswing torna anche al Fiorino sull'Arno! Lezioni e social dance tutti i lunedi dal 30 maggio al 25 luglio. Lunedi 30 maggio: ore 20.30 => Lindy Hop class for beginner; ore 21.30 => Boogie Woogie class for beginner; ore 22.30 => Open Social dance di Lindy e di Boogie. Le lezioni sono riservate ai soci Tuballoswing School. Possibilità di cena con convenzione Tuballo: dieci euro pizza più bevuta.

martedì 19 luglio DARIO CECCHINI SOUL CHECK TRIO. Dario Cecchini: sax, flauto, voce; Andrea Mucciarelli: chitarra; Valentina Bartoli: organo Hammond, voce. brani che Dario Cecchini ha scritto pensando all'hammond, con giri armonici adatti ad improvvisare, con tempi soul, funk, bossa nova, shuffle, jungle e tanto, tanto groove. Oltre agli originali il trio suona anche un paio di covers di Michael Jackson o di Jimmi Smith senza disdegnare standards del jazz e anche divertendosi a cantare un paio di brani. In questa nuova formazione Dario Cecchini è affiancato da due dei migliori giovani del panorama nazionale: Valentina Bartoli all'organo Hammond e Andrea Mucciarelli alla chitarra.

Mercoledi 20 Luglio LANDAU FORTE ACADEMY. Band e Coro di 40 elementi dall’Inghilterra. Musica pop, da musical e da film.

Giovedì 21 luglio JazzAltro. Lisa Angiolucci: voce, Marco Morandi: piano, Silvio Angiolucci: contrabbasso, Marco Angiolucci: percussioni elettroniche. Dalle canzoni pop/soul (A.Whinehouse, N.Jhones) a standards jazz, dalle canzoni italiane del Quartetto Cetra e di Natalino Otto all’ambito contemporaneo, con alcune composizioni originali.

venerdì 22 luglio BalkanTir. Il nome evoca un lungo automezzo carico di musicisti indiavolati, amanti delle ritmiche d'est europa e bisognosi incendiare sale da concerto istigando ogni genere di pubblico alle danze. Un clamoroso camion danzante, guidato sportivamente da elementi accuratamente selezionati dentro a due note band toscane da anni inclini alla promiscuità: i Ragazzi Scimmia e la Baro Drom Orkestar.

sabato 23 luglio BASSAMUSICA (Pasquale Rimolo e Arianna Romanella). Tamburi a cornice e fisarmonica, legno e sonagli, ance e pelli. Il suono aleggia fervido, struggente. Il ritmo impone il suo ego in punta di piedi. Colori, odori, passioni, illusioni scorrono lungo il connubio spontaneo creato dal cammino ordinato delle note e dai colpi infilati con maestria. L’armonia e l’intesa affiorano spontanee, prepotenti, prendendo per mano chiunque si lasci catturare dall’energia della musica.

domenica 24 luglio Milonga a cura di Tango Florido

lunedì 25 luglio Swing Summer Time a cura di Tuballoswing. La stagione estiva di Tuballoswing torna anche al Fiorino sull'Arno! Lezioni e social dance tutti i lunedi dal 30 maggio al 25 luglio. Lunedi 30 maggio: ore 20.30 => Lindy Hop class for beginner; ore 21.30 => Boogie Woogie class for beginner; ore 22.30 => Open Social dance di Lindy e di Boogie. Le lezioni sono riservate ai soci Tuballoswing School. Possibilità di cena con convenzione Tuballo: dieci euro pizza più bevuta.

martedì 26 luglio BRASILEIRINHO DO FORRÒ. Un concerto in cui il forrò tradizionale, denominato “pé-de-serra”, si fonde in maniera naturale col forrò moderno, detto “universitario”. Il repertorio abbraccia il passato e il presente, passando per i grandi classici di Luiz Gonzaga, Dominguinhos, Gilberto Gil, fino ad arrivare a band più recenti come Falamansa e Rastapè, includendo anche brani originali. Il successo di questo genere musicale, originario del nordest del Brasile e ormai diffuso in tutto il mondo, è dovuto anche alla forza della danza, che riesce a trasmettere senza filtri l’ energia, l’allegria e il ritmo del forrò. Aroldo Machado: chitarra e voce, Fuzica da Mangueira: triangolo, percussioni e voce, Pasquale Rimolo: fisarmonica, Riccardo Neri: batteria.

mercoledì 27 luglio M&M AcouStick Duo. Matteo Urro (chitarra e voce) e Michele Vitulli. (Chapman Stick). Rock degli ultimi 40 anni.

Giovedì 28 luglio BOB JAY & ABC Swing Trio. Roberto Uggiosi: chitarra e voce; Cris Pacini: sax; Gabriele Gai: batteria. Tre valentissimi musicisti esplorano lo swing degli anni d'oro di qua e di là dall'oceano, fra canzoni d'autore, ballads è qualche standard. Un viaggio emozionante e pieno di ritmo.

Venerdì 29 luglio TRIO ZARLINGO. Il trio Zarlingo, costola del quintetto dei Ragazzi Scimmia, è formato da Gabriele Mori (piano, voce, kazoo) Guido Masi (chitarra) e Andrea Brogi (batteria).

sabato 30 luglio “Via del Campo”. Una delle più conosciute De André Tribute Band. Provenienti da esperienze diverse e con diverso background musicale, i componenti hanno l’eterogeneità necessaria per interpretare le molteplici sonorità del grande Faber e mettono un pizzico della propria personalità nell’eseguire i brani, pur rimanendo attenti a mantenere intatto lo stile e il sapore originali.

domenica 31 luglio Milonga a cura di Tango Florido

lunedì 1 agosto Swing Summer Time a cura di Tuballoswing. La stagione estiva di Tuballoswing torna anche al Fiorino sull'Arno! Lezioni e social dance tutti i lunedi dal 30 maggio al 25 luglio. Lunedi 30 maggio: ore 20.30 => Lindy Hop class for beginner; ore 21.30 => Boogie Woogie class for beginner; ore 22.30 => Open Social dance di Lindy e di Boogie. Le lezioni sono riservate ai soci Tuballoswing School. Possibilità di cena con convenzione Tuballo: dieci euro pizza più bevuta.

martedì 2 agosto BRASILEIRINHO DO FORRÒ. Un concerto in cui il forrò tradizionale, denominato “pé-de-serra”, si fonde in maniera naturale col forrò moderno, detto “universitario”. Il repertorio abbraccia il passato e il presente, passando per i grandi classici di Luiz Gonzaga, Dominguinhos, Gilberto Gil, fino ad arrivare a band più recenti come Falamansa e Rastapè, includendo anche brani originali. Il successo di questo genere musicale, originario del nordest del Brasile e ormai diffuso in tutto il mondo, è dovuto anche alla forza della danza, che riesce a trasmettere senza filtri l’ energia, l’allegria e il ritmo del forrò. Aroldo Machado: chitarra e voce, Fuzica da Mangueira: triangolo, percussioni e voce, Pasquale Rimolo: fisarmonica, Riccardo Neri: batteria.

mercoledì 3 agosto IPNOTIZE DUO. Renato Cantini: tromba e computer; Michele Staino: contrabbasso ed effetti. Entrambi appassionati di musica e arte scrivono una pagina intensa e appassionata della scena underground toscana, dalla quale trarranno non poche soddisfazioni e conferme. Con un setup completo di computer, effetti e naturalmente i rispettivi strumenti, il duo offre una modalità fortemente personale d'interpretare ciò che i più attenti ascoltatori chiamano nu-jazz; anche grazie a un disco che ha riscosso una certa approvazione anche sul web.

domenica 7 agosto Milonga a cura di Tango Florido

lunedì 8 agosto Swing Summer Time a cura di Tuballoswing. La stagione estiva di Tuballoswing torna anche al Fiorino sull'Arno! Lezioni e social dance tutti i lunedi dal 30 maggio al 25 luglio. Lunedi 30 maggio: ore 20.30 => Lindy Hop class for beginner; ore 21.30 => Boogie Woogie class for beginner; ore 22.30 => Open Social dance di Lindy e di Boogie. Le lezioni sono riservate ai soci Tuballoswing School. Possibilità di cena con convenzione Tuballo: dieci euro pizza più bevuta.

mercoledì 10 agosto Fabio Balzano, un talento che si offre ... Per dieci minestre. Questo è almeno il titolo del suo album. Qui Fabio Balzano, in equilibrio tra sarcasmo e ironia, descrive un mondo sterile e individualista, al quale si oppone attraverso la sua musica. Sul palco del Fiorino alla sua voce e alla sua chitarra farà da sfondo una super band formata da Giacomo Tosti alla fisarmonica, Andrea Melani alla batteria, Marco Zenzocchi al contrabbasso; ospite straordinario, il trombettista Remo Valenza.

giovedì 11 agosto WEPRO, ovvero Marco Castelluzzo. Il grande pubblico l’ha conosciuto nella stagione televisiva del 2011/2012, quando, a soli 18 anni, fu protagonista dell’undicesima edizione di Amici di Maria de Filippi. Da allora Wepro è cresciuto, è andato a studiare in America ed ha continuato a fare musica a suo modo.

giovedì 11 agosto GEDDO. Cantautore ligure al suo terzo disco, Alieni: Un disco sull'individualismo che chiude ognuno in tanti mondi personali, mondi autoreferenziali e vissuti da identità plurime che nell'incontro si scoprono “Alieni” con difficoltà di comunicazione, relazione e interazione.

sabato 13 agosto ACQUARAGGIA presenta «Rock Covers»: una versione acustica del nuovo disco comprendente 16 canzoni nuove di zecca scritte da diversi autori americani, olandesi, danesi, australiani, e ovvio anche italiani, venuti a Firenze per esibirsi negli open mic. Sono effettivamente covers, o brani inediti per il grande pubblico, rivitalizzati dalla forza di una band storica con musicisti di eccezionale perizia . Nella compilation anche 3 brani originali, tra cui uno dedicato all’incontro fortunato tra la band e la rockstar britannica Paolo Nutini avvenuto dopo aver dismesso il sogno giovanile di un incontro con David Bowie. The wild eyed boy from the Freecloud, che prima era Bowie, ora è Paolo Nutini, investito della carica di messaggero degli Dei del Rock, direttamente dalla Montagna detta Nuvola Libera. In corollario la copertina, cover di uno storico album, «Exiles on Main Street».

Venerdì 19 agosto Bossamor

sabato 20 agosto TRIOGLICERIDI +1. Quattro musicisti di esperienza pluridecennale per una serata di rock anni Settanta del migliore. Alessandro Pebre: tastiere e voce; Enrico Tombelli: chitarra e voce; Vincenzo Martiello: basso; Vinicio Provvedi: batteria.

giovedì 25 agosto GROOVE MACHINE, ovvero Cosimo Marchese (batteria), Francesca Taranto (basso) e Massimiliano Calderai (piano), per un concerto all'insegna della buona musica improvvisata.

domenica 28 agosto Milonga a cura di Tango Florido

lunedì 29 agosto Swing Summer Time a cura di Tuballoswing. La stagione estiva di Tuballoswing torna anche al Fiorino sull'Arno! Lezioni e social dance tutti i lunedi dal 30 maggio al 25 luglio. Lunedi 30 maggio: ore 20.30 => Lindy Hop class for beginner; ore 21.30 => Boogie Woogie class for beginner; ore 22.30 => Open Social dance di Lindy e di Boogie. Le lezioni sono riservate ai soci Tuballoswing School. Possibilità di cena con convenzione Tuballo: dieci euro pizza più bevuta.

mercoledì 31 agosto BLUE BASH TRIO. Valentina Bartoli: organo Hammond; Stefano Rapicavoli: batteria; Marco Poggiolesi: chitarra. La formazione ripercorre i grandi standards che hanno reso celebre il connubio tra organo, chitarra e batteria attraverso i più famosi esempi, da Wes Montgomery a Kenny Burrell e Jimmy Smith fino ai più recenti Pat Martino e Joe de Francesco. Il feeling, il divertimento e l'interplay tra i tre affiatati musici farà il resto.

martedì 6 settembre BOSTIC TRIO. Antonio Muti: tastiere, organo Hammond, lap steel guitar, voce; Paolo Casu: percussioni, voce; Paolo Rafanelli: chitarra acustica, elettrica, voce. Un contenitore musicale per sonorità che includono atmosfere jazz rock latino e cubano e sonorità più intime che vengono dal blues e dalla musica nordamericana.

28 Giugno - Uffizi Live: martedì 28 happening itinerante e la storia di Niobe


Proseguono fino al 27 settembre i prolungamenti d’orario della Galleria degli Uffizi, ogni
martedì dalle 19 alle 22 e, compresa nel prezzo del biglietto, c’è anche la possibilità di
assistere alle performances della rassegna “Uffizi Live”, calendario di appuntamenti delle
più diverse arti dello spettacolo.
Ogni martedì tra le 19 e le 21 circa, all’interno delle sale del museo i visitatori avranno
l’opportunità di godere non solo delle opere d’arte della collezione, ma anche di un ampio ventaglio
di proposte artistiche che spazieranno dai repertori e dai linguaggi espressivi più classici delle
diverse arti performative fino a quelli più contemporanei. Tutte le performances si concludono entro
le 21 in tempo per dare il via alle procedure di chiusura del museo.
Questa sera sono in programma un happening itinerante lungo il secondo e il primo piano della
Galleria e la storia di Niobe nell’omonima sala (la numero 42) del museo, due performances molto
diverse tra loro, ma ognuna dotata di motivi di fascino.
HAPPENING ITINERANTE
Si intitola “Camera chiara” ed è a cura di Chiara Macinai e Robert Pettena l’happening
itinerante che si svolgerà nelle sale del secondo e primo piano del museo con inizio
all’ingresso della Galleria alle ore 19. Successivamente, lungo l’itinerario, l’inizio di ogni azione
verrà introdotto da un segnale sonoro. Il progetto prende spunto da alcune suggestioni di Roland
Barthes nel suo saggio La chambre claire del 1980, e dalle riflessioni di George Kubler contenute
in The Shape of Time, in particolare sul rapporto tra oggetti, memoria e forma d’arte. L’intento della
performance è quello di riflettere sul lascito che ogni forma d’espressione artistica riceve da opere
e autori che hanno compiuto un percorso espressivo nel medesimo ambito. In questo senso,
oggetti, dettagli e aspetti emotivi lasciano traccia dell’ispirazione artistica in un medesimo flusso di
creatività e di idee. La performance prevede un’azione mimica di quindici attori che si svolge negli
spazi della galleria. Durante il percorso, ciascuno degli attori si spoglia di uno o più elementi (un
indumento, uno strumento di lavoro) che viene accolto da un altro dei quindici partecipanti, creando
un circuito in cui la caratterizzazione di ognuno viene a definirsi grazie a un continuo scambio di
oggetti, dettagli e caratteri. Le personalità vengono a formarsi, ad arricchirsi, a mutare, grazie
all’interazione. I partecipanti all'azione, finito il loro circuito, si confondono tra i visitatori della
Galleria degli Uffizi pronti, secondo segnale convenuto, a iniziare un nuovo percorso.
LA STORIA DI NIOBE
Nella sala della Niobe della Galleria degli Uffizi, la sfortunata Regina di Tebe torna a prendere vita
nella performance “Niobe. Una roccia di lacrime” della Compagnia Alifer, con l’attrice Stefania
Stefanin e la violinista Emma Nicoletti. Punita per la sua hybris, Niobe, “la più felice di tutte le
madri” subisce la più terribile delle punizioni messa in atto con atroce determinazione dagli Dei,
sdegnati dalla superbia della madre credutasi superiore alla dea Latona, orgogliosa fino al punto
da deriderla e scacciare il popolo che innalzava alla dea canti e preghiere. Con mirabile scarto
narrativo, Ovidio, nelle sue Metamorfosi, trasforma la Regina in lacrime in una roccia da cui sgorga
un fiume; la tragedia si stempera in fiaba. Stefania Stefanin narra la sorte sventurata della Regina
dialogando con la voce dell’innocenza dei figli, qui resa con il violino da una giovanissima
interprete, Emma Nicoletti, che rielabora l’omonimo brano novecentesco di Benjamin Britten. La
forza straordinaria del Mito ancora agisce sulle nostre coscienze, la forza dirompente degli
archetipi ancora ci emoziona con inesorabile fascino. La performance della durata di circa 10
minuti, verrà ripetuta quattro volte a partire dalle ore 19.15; con replica alle 19.45, alle 20.15 e alle
20.45.
COME SI PRENOTA UN BIGLIETTO
Fino al 27 settembre 2016, ogni martedì la Galleria degli Uffizi effettua l‘apertura
continuata dalle ore 19 alle ore 22. L’ingresso nel museo è a pagamento ed è possibile
prenotare la visita attraverso il sito web www.uffizi.it oppure chiamando il numero di Firenze
Musei 055-294883; da tener presente che l’ultimo ingresso prenotabile è fissato alle ore 20.
Le aperture serali sono rese possibili grazie al finanziamento speciale del MiBACT, e gli
spettacoli dal vivo grazie a Firenze Musei.

29 giugno - Libreria Claudiana: presentazione libro di Ugo Volli "Israele diario di un assedio"


30 Giugno - Run & Wine - Corsa podistica non-competitiva di km 7 e camminata di km 3

Run & Wine - Firenze 30.6.2016
Corsa podistica non-competitiva di km 7 e camminata di km 3.
La partecipazione è aperta a tutti i Runners, Walkers, Wine Lovers, Accompagnatori e figli di tutte le età per un allenamento in compagnia con degustazione

di vini finale!
RUNNERS/WALKERS €15: Maglietta e Degustazione Vini
WINE LOVERS/ACCOMPAGNATORI € 10: Degustazione Vini
BAMBINI GRATIS: Intrattenimento e merenda
Per info e iscrizioni:
mail runandwine.firenze@gmail.com
https://sites.google.com/site/runandwinefirenze/

28 Giugno - Le Murate - L'associazione culturale La Nottola di Minerva presenta: MI SONO PERSO IN UN LUOGO COMUNE Einaudi

MARTEDI' 28 GIUGNO

    h 18:30  -  Performance di e con l'Autore
L'associazione culturale La Nottola di Minerva presenta

MI SONO PERSO IN UN LUOGO COMUNE
Einaudi

Con Giuseppe Culicchia

Ma quanto siamo stupidi? E soprattutto: come? Inutile girarci intorno: ogni volta che ci scappa una frase fatta, è l'ottusità del mondo che si sta impossessando di noi. Perché capita a ciascuno di noi, molte volte al giorno, di perdersi in un luogo comune. E questo libro ci farà ridere, prima di tutto di noi stessi.

    h 20:00  -  Dj Set
Oxfam Italia presenta:

V E N U S

Membri del collettivo: Caterina Vannucci, Mariangela Suppa, Elisa Vitiello, Chiara Silvani, Antonio Cacciapuoti.

Venus è un progetto fondato da Caterina Vannucci, voce di Celluloid Jam, che unisce diverse realtà artistiche: Music, Visual Art, Performance Live, ideato da ragazze per creare uno spazio più ampio per le donne sul palcoscenico. V E N U S è un collettivo che si esprime attraverso Dj Set Pop, Performance di Hula Hoop e Musical.  Frizzante e delirante
   
Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Piazza della Signoria

Foto di Angela Lidia Larosa


Proverbio Toscano del Giorno

"Dove ci son ragazze innamorate, è inutile tener porte serrate"

domenica 26 giugno 2016

sabato 25 giugno 2016

venerdì 24 giugno 2016

giovedì 23 giugno 2016

Il pinzimonio

E’ una salsa a crudo, servita prevalentemente in estate, composta da olio di oliva, sale e pepe ed alle volte con l’aggiunta dell’aceto; in cui si intingono ortaggi crudi: sedano, carote, finocchi, carciofi e simili, senza disdegnare poi, alla fine, di versarla anche su una fetta di pane.
Il termine deriva dal verbo pinzare, che significa pungere, ma in questo contesto si intende come prendere, prendere per le punte, così, infatti, con le mani sono presi gli ortaggi per essere immersi nella salsa.
Roberto Di Ferdinando

Estate Fiorentina 2016 AL MANDELA FORUM E’ DI NUOVO TEMPO DI CINEMA - Il Programma

Estate Fiorentina 2016
AL MANDELA FORUM E’ DI NUOVO TEMPO DI CINEMA

Da sabato 25 giugno al 28 agosto: grandi successi, classici restaurati e perle d’autore

Arene di Marte
Inaugurazione sabato 25 giugno
(piazza Enrico Berlinguer – Firenze)
Cinema sotto le stelle 2016


I migliori film della stagione, i grandi classici restaurati, una retrospettiva dedicata al genio di Jacques Tati, una piccola rassegna dedicata alla cinematografia iraniana meno conosciuta, sono fra i tanti ingredienti dell’estate 2016 alle Arene di Marte, le due sale cinematografiche estive del Mandela Forum di Firenze.

Giunta alla 24° edizione, la rassegna organizzata dall’Associazione Nelson Mandela Forum di Firenze e curata da Stefano Stefani prenderà il via sabato 25 giugno nelle due arene situate all’esterno del Mandela Forum (l’arena grande ha una capienza di 500 posti, l’arena piccola 250), ingresso da piazza Enrico Berlinguer.

In occasione della serata inaugurale l’arena grande proporrà nella sua arena principale il documentario “Fuocoammare” premiato con l'Orso d'oro per il miglior film al Festival di Berlino.

La serata è organizzata in collaborazione con Medici Senza Frontiere. Alla proiezione sarà presente l’antropologa Maria Cristina Manca, operatrice umanitaria ed attualmente coordinatrice delle attività di assistenza dei rifugiati e migranti, a Trapani (FieldCo Trapani, Missione Italia).

Nella arena piccola, verrà proposto “Francofonia”, il primo dei tanti film usciti quest’anno, belli ma purtroppo resi invisibili per le logiche della distribuzione invernale, film che invece troveranno spazio nella stagione estiva del Mandela forum.

In programma nelle prossime settimane i migliori film dell’ultima stagione, e poi le pellicole care agli spettatori fiorentini, come “L’universale” (mercoledì 29 giugno, ore 21,30) di Federico Micali in programmazione il 29 Giugno alla presenza del regista, ma anche i grandi classici restaurati, come il “Gabinetto del dottor Caligari” (lunedì 27 giugno, ore 21.45) o “Il terzo uomo (lunedì 11 luglio, ore 21.45) e soprattutto la retrospettiva dedicata al genio di Jaques Tati, di cui verranno riproposti “Mon Oncle” (martedì 5 luglio, ore 21.45), “Le vacanze di monsieur Hulot” (martedì 19 luglio, ore 21.45) e “Play time” (martedì 12 luglio, ore 21.45), e poi una piccola rassegna dedicata al cinema iraniano, con quattro titoli fra luglio ed agosto, le prime visioni, i film italiani da non perdere, i film dove le donne sono protagoniste. 

Torna inoltre Xavier Dolan, dopo che lo scorso anno l’autore è stato protagonista della rassegna presentata in integrale al pubblico fiorentino dall’Arena di Marte, con Laurence Anyways – doppiato in italiano (mercoledì 20 luglio).

Infine il 6 luglio la proiezione di Porn to be free – Porno e libertà (mercoledì 6 luglio ore 21:45), documentario che ripercorre la liberazione sessuale della società italiana e l’epoca d’oro dell’industria erotica italiana, con le sue ricadute politiche e sociali.

Una programmazione alla cui realizzazione ha collaborato la Fondazione Stensen, in particolar modo quella dell’Arena Piccola, e Stefano Stefani, che in una serata speciale presenterà in anteprima, assieme alla Cineteca di Bologna il restauro di “Luci della Città” di Charlie Chaplin (Mercoledì 13 Luglio, ore 21:45).

Le proiezioni andranno avanti fino al 28 agosto e saranno ben 130 le pellicole che passeranno sugli schermi delle due arene. L’orario d’inizio delle proiezioni - arena grande ore 21.30, arena piccola ore 21.45 - è sfalsato per consentire un afflusso più ordinato. In agosto gli orari verranno anticipati di 15 minuti.

Il prezzo di ingresso rimane fissato in 5 euro con i ridotti convenzionati a 4 euro e la possibilità di sottoscrivere una tessera fedeltà di 5 ingressi con un biglietto omaggio.

Tutte le sere dalle ore 20 sarà disponibile inoltre un punto ristoro dove cenare o gustare un aperitivo.

Arene di Marte 2015
Info tel. 055 678 841
www.mandelaforum.it

Programma Arene di Marte
Giugno
Sabato 25 Giugno, Arena Grande, ore 21:30: “Fuocoammare”, di Gianfranco Rosi, 107’
Sabato 25 Giugno, Arena Piccola, ore 21:45: “Francofonia”, di Aleksandr Sokurov, 87'
Domenica 26 Giugno, Arena Grande, ore 21:30: “Dio esiste e vive a Bruxelles”, di Jaco Van Dormael, 113'
Domenica 26 Giugno, Arena Piccola, ore 21:45: “La sposa bambina”, di Khadija Al-Salami, 99'
Lunedì 27 Giugno, Arena Grande, ore 21:30: “The danish girl”, di Tom Hooper, 120'
Lunedì 27 Giugno, Arena Piccola, ore 21:45: “Il gabinetto del Dottor Caligari”, di Robert Wiene, (1920, vers.or.restaurata con sott.li Ita), 78'
Martedì 28 Giugno, Arena Grande, ore 21:30: “Il caso spotlight”, di Thomas McCarthy, 128'
Martedì 28 Giugno, Arena Piccola, ore 21:45: “Week end”, di Andrew Haigh, 96' - VM 14 -
Mercoledì 29 Giugno, Arena Grande, ore 21:30: “L’universale”, di Federico Micali, 88'
Mercoledì 29 Giugno, Arena Piccola, ore 21:45: “Al di là delle montagne”, di Jia Zhang-Ke, 131'
Giovedì 30 Giugno, Arena Grande, ore 21:30: “Revenant”, di Alejandro Gonzalez Inarritu, 156'
Giovedì 30 Giugno, Arena Piccola, ore 21:45: “Il figlio di Saul”, di Laszlo Nemes, 107'
       
Luglio
Venerdì 1 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Carol”, di Todd Haynes, 118'
Venerdì 1 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Room”, di Lenny Abrahamson, 118'
Sabato 2 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “La pazza gioia”, di Paolo Virzì, 118’
Sabato 2 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Tra la terra e il cielo”, di Neeraj Ghaywan, 103'
Domenica 3 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Il condominio dei cuori infranti”, di Samuel Benchetrit, 100'
Domenica 3 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Brooklyn”, di John Crowley, 113'
Lunedì 4 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Macbeth”, di Justin Kurzel, 113'
Lunedì 4 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Ascensore per il patibolo”, di Louis Malle, (1958, vers.or.restaurata con sott.li Ita), 90'
Martedì 5 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “The Dressmaker”, di Jocelyn Moorhouse, 118'
Martedì 5 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Mon oncle”, di Jacques Tati, (1958, vers.or.con sott.li ita), 120'
Mercoledì 6 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “La corrispondenza”, di Giuseppe Tornatore, 116'
Mercoledì 6 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Porn to be free - Porno e Libertà”, di Carmine Amoroso, 78'
Giovedì 7 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Suffragette”, di Sarah Gavron, 106'
Giovedì 7 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “The Lobster”, di Yorgos Lanthimos, 118'
Venerdì 8 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Perfetti sconosciuti”, di Paolo Genovese, 97'
Venerdì 8 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Non essere cattivo”, di Claudio Caligari, 100'
Sabato 9 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Lo chiamavano Jeeg Robot”,di Gabriele Mainetti, 112'
Sabato 9 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “The Idol”, di Hany Abu-Assad, (vers.or.con sott.li ita) 100'
Domenica 10 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Julieta”, di Pedro Almodovar, 99'
Domenica 10 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Mon Roi”, di Maiwenn Le Besco, 130'
Lunedì 11 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “La comune”, di Thomas Vinterberg, 111'
Lunedì 11 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Il terzo uomo”, di Carol Reed, (vers.or.restaurata con sott.li ita) 104'
Martedì 12 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Irrational man”, di Woody Allen, 96'
Martedì 12 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Play Time”, di Jacques Tati, (1967, vers.or.con sott.li ita), 108'
Mercoledì 13 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Truth - Il prezzo della verità”, di James Vanderblit, 121'
Mercoledì 13 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “City Lights - Luci della città”, di Charlie Chaplin (vers.or.restaurata con sott.li ita) 90’
Giovedì 14 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Sopravvissuto. The Martian”, di Ridley Scott, 130'
Giovedì 14 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “45 anni”, di Andrew Haigh, 95'
Venerdì 15 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “The nice guys”, di Shane Black, 93'
Venerdì 15 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Le confessioni”, di Roberto Andò, 100'
Sabato 16 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Dio esiste e vive a Bruxelles”, di Jaco Van Dormael, 113'
Sabato 16 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Truman”, di Cesc Gay, 108'
Domenica 17 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “La pazza gioia”, di Paolo Virzì, 118'
Domenica 17 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “La grande scommessa”, di Adam McKay, 130'
Lunedì 18 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Fuocoammare”, di Gianfranco Rosi, 107'
Lunedì 18 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “La memoria dell'acqua”, di Patricio Guzman, 82'
Martedì 19 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Money monster”, di Jodie Foster, 98'
Martedì 19 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Le vacanze di Monsieur Hulot”, di Jacques Tati, (1953, vers.or.con sott.li ita), 96'
Mercoledì 20 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “The Danish girl”, di Tom Hooper, 120'
Mercoledì 20 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Laurence Anyways”, di Xavier Dolan, 159'
Giovedì 21 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Revenant”, di Alejandro Gonzalez Inarritu, 156'
Giovedì 21 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “A dragon arrives”, di Mani Haghighi, (vers.or.con sott.li ita), 107'
Venerdì 22 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Il ponte delle spie”, di Steven Spielberg, 140'
Venerdì 22 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Fiore”, di Claudio Giovannesi, 110'
Sabato 23 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Il caso spothlight”, di Thomas McCarthy, 128'
Sabato 23 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Human”, di Yann Arthus-Bertrand (vers.extended), 191'
Domenica 24 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Perfetti sconosciuti”, di Paolo Genovese, 97'
Domenica 24Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Il condominio dei cuori infranti”, di Samuel Benchetrit, 100'
Lunedì 25 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Ave Cesare!”, di Ethan Coen e Joel Coen, 106'
Lunedì 25 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Un mercoledì di maggio”, di Vahid Jalilvand, 102'
Martedì 26 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Carol”, di Todd Haynes, 118'
Martedì 26 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Jour de fete”, di Jacques Tati, (1949, vers.or.con sott.li ita), 83'
Mercoledì 27 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Il piccolo principe”, di Mark Osborne, 107'
Mercoledì 27 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Sole alto”, di Dalibor Matanic, 123'
Giovedì 28 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Julieta”, di Pedro Almodovar, 99'
Giovedì 28 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Macbeth”, di Justin Kurzel, 113'
Venerdì 29 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “Lo chiamavano Jeeg Robot”, di Gabriele Mainetti, 112'
Venerdì 29 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Un bacio”, di Ivan Cotroneo, 101'
Sabato 30 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “The Dressmaker”, di Jocelyn Moorhouse, 118'
Sabato 30 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “La comune”, di Thomas Vinterberg, 111'
Domenica 31 Luglio, Arena Grande, ore 21:30: “La pazza gioia”, di Paolo Virzì, 118'
Domenica 31 Luglio, Arena Piccola, ore 21:45: “Mistress America”, di Noah Baumbach, 84'

24 Giugno - Le Murate - Evento Proiezioni Performance e Live: LA PLACE DES ARTISTES XXIII edizione

VENERDI' 24 GIUGNO

    dalle h 17:00  -  Evento Proiezioni Performance e Live

LA PLACE DES ARTISTES XXIII edizione

h 17:00  Presentazione manifestazione e artisti di arte visiva
h 17:30  Musica d'insieme a cura dell'associazione Harmonia
h 18:00  Showman Emil Spada
h 18:30  Coreografie a cura di Art de la danse
h 18:45  La compagnia Meno male che c'è la pausa caffè presenta "L'uguaglianza"
h 20:00  Presentazione della compagnia Risorse Danza
h 20:15  Presentazione del musical Bianca come la luce di Roberto De Certo
h 20:30  Presentazione del videoclip Infinito di Chiara D'Andrea
h 21:00  Insane,  concerto in versione acustica
h 22:00  Saluti finale e ringraziamenti  e chiusura de La Place des Artistes

Con intervalli musicali di Fabio Aniceti, cantautore
La scaletta potrà subire delle variazioni.

Il progetto La Place des Artistes si definisce “Villaggio globale di artisti di differenti discipline in sperimentazione collettiva. Si è da subito contraddistinto per la sua capacità di sviluppare al suo interno una condivisione artistica vera e propria da parte di tutti i componenti che operano e lavorano assieme spinti dalla curiosità verso l’altro e verso la contaminazione. Il progetto si presenta in pratica come un villaggio culturale all'interno di un centro storico, nel quale tutti gli artisti, presentano le loro opere. In questo villaggio in miniatura tutte le discipline artistiche conosciute si confrontano, si espongono, si sviluppano  in loco in una grande festa collettiva, attraverso la musica, la danza e il teatro.

Il programma ricco e variegato prevede lo spettacolo: Le uguaglianze, ridimensionato per l'occasione, portato in scena dalla compagnia amatoriale "menomale che c'è la pausa caffè". Un viaggio attraverso il colorato mondo dell'uguaglianza che vi farà divertire ma anche riflettere. La compagnia nasce circa 4 anni fa ed è composta da ragazzi e ragazze di età diverse, storie diverse che collaborano e crescono insieme grazie alla loro passione per la musica. A seguire: Bianca come la luce, assaggio del musical di debutto della compagnia "il canto del fuoco". Musical che reinterpreta la famosa fiaba dei fratelli Grimm "Biancaneve e i sette nani". Con la metafora della luce che raccoglie nel suo spettro la totalità dei colori, il titolo cerca di mettere in evidenza come una personalità matura debba riconoscere in sé la varietà delle componenti emotive, comportamentali e caratteriali come un fattore di ricchezza e complessità che la rendono completa. Non una semplice fiaba ma un vero e proprio viaggio di crescita interiore e personale che vi saprà rapire con la sua storia, la sua musica e le sue canzoni. La compagnia "il canto del fuoco" nasce grazie a questo spettacolo e vede affiancarsi professionisti del settore con artisti amatoriali. Un'accoppiata vincente che vi farà sognare.
L'associazione Harmonia, invece,  si farà conoscere grazie ad uno spazio dedicato ai suoi allievi ed insegnanti offrendo un piccolo concerto acustico e ad uno spettacolo di danza.
Emil Spada, in seguito, racconterà il suo percorso musicale, indissolubilmente legato con la propria vita, attraverso successi che hanno fatto la storia della musica italiana e sue composizioni nate dalle proprie radici cantautoriali e rock. Un piccolo spettacolo dalle grandi emozioni.
Seguiranno il videoclip "infinito" di Chiara D'Andrea  secondo singolo estratto dall'album "Sconfinando", e il rock alternativo degli Insane di stampo tipicamente anglosassone. Il loro sogno è quello di combinare abilmente l’aggressività del rock e delle chitarre distorte con l’armonia e la morbidezza della musica melodica. Le influenze sono Grunge dei Nirvana, Pearl Jam e Smashing Punpkins e anche Radiohead, Blur, Coldplay e anche perché no..i Cure. Nella serata proporranno una rivisitazione in chiave acustica dei loro pezzi più famosi e di alcune cover significative.
Ed ancora arte figurativa e danza.
Questo evento è organizzato dall'associazione Emozionote in collaborazione con l'associazione Racconti da nord est.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Veduta dalle Oblate

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

"Chi vuo vivere e star sano, dai parenti sta lontano"

mercoledì 22 giugno 2016

La Firenze descritta da Mary McCarthy....(continua)

“[…] Nel Medioevo, fiorirono a Firenze sette religiose di vario genere, oscillanti fra un estremismo fanatico ed una equa, illuminata tolleranza. La città era da un lato un centro di epicureismo, dall’altro vivaio di teoria e pratica puritana. L’eresia patarina, che somigliava all’albigese, operò, nel dodicesimo secolo e agli inizi del’200, migliaia di conversioni. Firenze fu infatti sede della diocesi patarina più potente in Italia, con propri vescovi e prelati. Questa setta puritana credeva che il mondo fosse interamente governato dal demonio; i suoi membri erano vegetariani e pacifisti e rifiutavano di sposarsi o di prendere i voti; non credevano nel battesimo, nell’ecaurestia, nelle preghiere e elemosine per i morti o nella venerazione delle reliquie e delle immagine, e pensavano che tutti i papi da San Silvestro in poi (questi era responsabile per la cosiddetta <<donazione di Costantino>> cioè per il potere temporale della Chiesa) fossero dannati in eterno. Tali dottrine risolute attraevano profondamente i fiorentini, che erano periodicamente assetati di riforma religiosa così come erano bramosi di uno stato ideale; Giovanni Gualberto (fondatore dell’ordine vallombrosano) e i primi eremiti toscani furono i precursori patarini, di Savonarola e della Riforma; e l’eccesso di fanatismo nell’indole fiorentina è senza dubbio il motivo dell’odierno aspetto <<protestante>> o <<riformato>> delle chiede fiorentine . […] A Firenze, la Riforma fu anticipata all’undicesimo secolo. La lotta contro la simonia e contro il mercato degli uffici religiosi non fu sostanzialmente diversa dalla lotta contro le indulgenze. […]”
(Mary McCarthy, Le pietre di Firenze, 1956)

23 Giugno - Le Murate - Reading poetico: THE BEAT GENERATION

     GIOVEDI' 23 GIUGNO


    h 21:00  -  Reading poetico
Nell'ambito dell'Estate Fiorentina 2016 e di BEat 2.0, le associazioni culturali La Nottola di Minerva e Azione Sperimentale presentano

THE BEAT GENERATION

Massimo Arrigoni | poeta sonoro
Fulvio Renzi | violinista e compositore
Vincenzo Zitello | arpista e compositore

“E non ci sarà stato un tempo che le mosche non cercavano il sole oltre finestre proibite?”.
(J. Kerouac)

Sulla strada Maestra, da occidente a oriente, in compagnia di Jim Morrison, William Lee, Kerouac e Santo Allen, un viaggio alla ricerca del Dharma, della santificazione, in una navicella spazio temporale collegata a mistiche e misteri chiamate Maestà Trascendentali.
The Beat Generation ripropone, a circa due decenni di distanza, un progetto artistico nato nel 1995 dall'incontro e dall'interazione di Massimo Arrigoni, poeta sonoro, attore e performer, con Vincenzo Zitello, musicista, compositore e arpista virtuoso.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

23 Giugno - "La comunità degli intellettuali anglo-americani", che fa parte del ciclo "Scienza e cultura a Firenze negli anni della Capitale"

Conferenza della Prof. Gigliola Sacerdoti Mariani sul tema "La comunità degli intellettuali
anglo-americani", che fa parte del ciclo "Scienza e cultura a Firenze negli anni della Capitale". La conferenza si svolgerà giovedì 23 giugno alle ore 17.30 presso l'Accademia La Colombaria, Via S. Egidio 23,  - Firenze. Ingresso libero

Dal 24 giugno riapre la Torre di San Niccolò Dalle Torri lo spettacolo di Firenze 8 date anche per la Torre della Zecca e Porta Romana

La meraviglia di Firenze vista dall’alto, da prospettive inedite: prende vita il progetto di valorizzazione delle porte e delle torri cittadine, a seguito della riapertura al pubblico di Torre San Niccolò, avvenuta nel 2011, e alla luce dei lavori di ristrutturazione della Torre della Zecca ultimati qualche mese fa. Architetture imponenti e suggestive, le porte e le torri, testimonianze degli sviluppi urbani nel Medioevo e nei secoli successivi che ancora oggi scandiscono il transito fiorentino, custodendo al loro interno il centro cittadino e restituendo all’esterno i tratti del volto con cui la promettente Firenze guardava al mondo. Per l’estate 2016 – a partire dal “ponte” del 24 giugno fino a settembre – il Comune di Firenze e l’Associazione MUS.E, con la collaborazione della Fondazione Angeli del Bello, aprono quindi al pubblico l’accesso di Torre della Zecca e di Porta Romana, oltre a quello già sperimentato di Porta San Niccolò. Tutte e tre fanno parte dell’ultima cerchia muraria fiorentina, realizzata a partire dal 1284 per volere della Signoria di Firenze e il cui progetto è legato al nome di Arnolfo di Cambio. Un’impresa grandiosa e impegnativa, tanto che i lavori si concluderanno solo nel 1333, avendo dato vita a un circuito murario lungo più di otto chilometri e intervallato da quindici grandi porte di accesso, oltre a numerose torri di difesa. Si comincia quindi con Porta Romana, originariamente dedicata a San Pier Gattolino (dal nome di una chiesa nelle vicinanze), la cui visita consentirà di percorrere anche uno dei pochi tratti di mura tuttora esistenti: il pubblico potrà entrare da via Gusciana, che un tempo ospitava le stalle dei fiaccherai e le botteghe degli scalpellini, per salire sul camminamento esterno delle mura e giungere alla “soffittona” della porta, realizzata negli anni Venti del Trecento su disegno di Jacopo Orcagna ma sensibilmente abbassata nel Cinquecento per non diventare facile bersaglio delle artiglierie nemiche. Si prosegue con Porta San Niccolò, porta maestra a ridosso dell’Arno edificata intorno al 1345, unica fra le torri ad aver mantenuto l’originaria altezza perché protetta dalla collina di San Miniato: “regina delle torri” di cui i visitatori potranno gustarne la storia, pietra dopo pietra, per poi godere di una meravigliosa vista sulla città. Infine dirimpetto, dall’altra parte del fiume, la Torre della Zecca, il cui nome ricorda il luogo dove venivano coniate le monete fiorentine grazie all’uso di magli azionati dal flusso dell’acqua del fiume. La visita consentirà così di apprezzare la storia della torre ma anche di conoscere – tra fiorini, denari e quattrini – le vicende della zecca cittadina, qui trasferitasi dalla primitiva collocazione nei pressi di Palazzo Vecchio per l’edificazione della Loggia dei Signori.
Quando: Torre San Niccolò: tutti i giorni dal 24 giugno al 30 settembre h17/20 visite guidate ogni 30’ (dal 15 al 30 settembre orario 16/19) Torre della Zecca: 25 giugno - 17 luglio - 6 agosto - 18 settembre h17/20 visite guidate ogni 30’ (appuntamento all'ingresso della Torre) Porta Romana: 26 giugno - 23 luglio - 21 agosto - 10 settembre h17/20 visite guidate ogni 30’ (appuntamento in via Gusciana all'interno del parcheggio della Calza) Per chi: per tutti, a partire dagli 8 anni Quanto: €4,00 cad. (gratuito ? 18 anni, guide turistiche e interpreti, disabili con accompagnatori, membri ICOM, ICOMOS e ICCROM) In caso di pioggia il servizio è annullato. Si consiglia la prenotazione. Per informazioni e prenotazioni: tel 055-2768224 055-2768558 mail info@muse.comune.fi.it