martedì 31 marzo 2015

Santa Maria Novella. il chiostro

Foto di Angela Lidia Larosa


"Firenze è la mia città. ...."

"Firenze è la mia città. Di sicuro ho vissuto una vita precedente tra i suoi uliveti. Quando ho visto i suoi bei ponti sull'arno, mi sono chiesta che cosa avessi fatto, lontano da lei, per così tanto tempo. Deve esserselo chiesto anche lei, perchè alle città piace essere amate. Qui, c'è ancora una quantità di cose belle che non ho visto, perchè io non visito le città, lascio che entrino dentro di me, per osmosi."
(Simone Weil, Viaggio in Italia)

8 aprile - Conferenza: "Antropologia e fotografia: la rappresentazione dell'altro nel XIX secolo" Per il ciclo di conferenze ottobre 2014-aprile 2015 "Il corpo illustrato, il corpo misurato"

Conferenza: "Antropologia e fotografia: la rappresentazione dell'altro nel XIX secolo"
Per il ciclo di conferenze ottobre 2014-aprile 2015 "Il corpo illustrato, il corpo misurato", relatrice Maria Gloria Roselli
Programma completo
08 Aprile 2015  -  ore 15,30
Sede:
   
Teatrino Rondò di Bacco, Palazzo Pitti, Piazza Pitti, Firenze
Organizzazione:
   
Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico e Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze - Sezione Didattica del Polo Museale e Museo di Storia Naturale di Firenze nell'ambito del Progetto "Unità del Sapere" anno 2014-15
Per informazioni:
   
Sezione didattica del Polo Museale Fiorentino 055-284272 o didattica@polomuseale.firenze.it

4 aprile - La Specola - IL_LABORATORIO "My Maps Outdoor - A giro per Firenze"

IL_LABORATORIO "My Maps Outdoor - A giro per Firenze"
Una passeggiata di due ore per tutta la famiglia attraverso il centro storico di Firenze
Dettagli: http://www.msn.unifi.it/event/il-corpo-illustrato-il-corpo-misurato-la-bella-notomia/
04 Aprile 2015  -  15 - 17
Sede:
   
La Specola, via Romana, 17 - Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia naturale, Terza Cultura
Per informazioni:
   
prenotazioni@terzacultura.it

2 aprile - IL_LABORATORIO "Robotics Campus Junior per Pasqua" - Minicampus di robotica per il bambini dai 6 ai 10 anni

IL_LABORATORIO "Robotics Campus Junior per Pasqua"
Minicampus di robotica per il bambini dai 6 ai 10 anni
Dettagli: http://il-laboratorio.academy/robotics-campus-junior-per-pasqua/
02 Aprile 2015  -  03 Aprile 2015  -  9,30 - 12,30
Sede:
   
La Specola, via Romana 17 - Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale in collaborazione con Terza Cultura
Per informazioni:
   
prenotazioni@terzacultura.it

Ponte all'Indiano

Foto di Marco Giorgi


31 marzo - Cinema Stensen - "Alan Turing – La mente della macchina" Presentazione interattiva di una vera macchina Enigma

"Alan Turing – La mente della macchina"

Presentazione interattiva di una vera macchina Enigma - con Silvano Benedetti (Museo Tecnico Navale di La Spezia) e Bruno Grassi (Associazione Rover Joe).
Seguiranno la proiezione del film "The Imitation Game" di Morten Tyldum e il cineforum scientifico, con Pier Luigi Crescenzi (Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, Unifi) e Gabriele Rizza (Associazione Anemic)
Informazioni: http://www.stensen.org/?p=10105
31 Marzo 2015  -  ore 19
Sede:
   
Cinema Stensen, Viale Don Minzoni, 25/c Firenze
Organizzazione:
   
Openlab, Dipartimento di Ingegneria dell’informazione, Terza Cultura, Associazione Rover Joe, in Collaborazione con Associazione Anemic e Fondazione Culturale Niels Stensen

Ponte Vecchio

Foto di Angela Lidia Larosa


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

" Buona incudine non teme martello"

lunedì 30 marzo 2015

Fino a maggio 2015 - Santa Maria Novella: nuove letture sulle opere d'arte del Trecento - Ciclo di conferenze

Santa Maria Novella: nuove letture sulle opere d'arte del Trecento

Ciclo di conferenze promosso dal Comune di Firenze in collaborazione con il Dipartimento SAGAS dell’Università di Firenze, l’Opera per Santa Maria Novella e la Soprintendenza speciale per il patrimonio storico, artistico e etnoantropologico e per il polo museale della città di Firenze.
Info e programma:
http://museicivicifiorentini.comune.fi.it/export/sites/museicivici/materiali/Santa_Maria_Novella_Conferenze2.pdf

30 Marzo - 4 Aprile - RIAPRE L'ANGOLO DELLA LILT!

RIAPRE L'ANGOLO DELLA LILT!
30 Marzo - 4 Aprile
ingrandisci immagine.png
Veniteci a trovare da Lunedì 30 Marzo a Sabato 4 Aprile in viale Giannotti 23 con orario 10-12,30 e 15,30-19.


Nel nostro mercatino di solidarietà troverete borse, accessori in pelle per ufficio, abbigliamento, oggetistica, bigiotteria e molto altro!


Grazie di cuore ai nostri volontari che rendono possibile l'iniziativa!


Info 055.576939
www.legatumorifirenze.it/

#DomenicalMuseo 5 aprile 2015 - Ingresso gratuito nei Musei Civici Fiorentini e nei Musei Statali la prima domenica del mese

#DomenicalMuseo 5 aprile 2015
Ingresso gratuito nei Musei Civici Fiorentini
e nei Musei Statali la prima domenica del mese
Il Comune di Firenze dal mese di gennaio 2015 offre a tutti i visitatori
l'ingresso gratuito nei Musei Civici Fiorentini allineandosi con l’iniziativa mini
steriale #DomenicalMuseo.
In occasione della prossima #DomenicalMuseo del 5 aprile
, in concomitanza con la domenica di Pasqua, non saranno previste visite guidate e attività culturali specifiche, prenotabili come di consueto dal lunedì precedente.
Restano gratuiti per quella giornata gli ingressi nei seguenti Musei Civici Fiorentini, senza bisogno
di prenotazione e fino ad esaurimento posti disponibili.
-
Museo di Palazzo Vecchio, Piazza Signoria
-
Santa Maria Novella, Piazza S.
Maria Novella e Piazza Stazione 4
-
Museo Novecento, piazza Santa Maria Novella 10
Alcuni percorsi museali hanno specifiche modalità di accesso:
- Museo di Palazzo Vecchio: Scavi del Teatro
Romano di Firenze, 25 persone ogni mezz’ora
- Museo di Palazzo Vecchio: Torre
di Arnolfo, 30 persone ogni mezz’or
a. In caso di pioggia la
Torre di Arnolfo resterà chiusa per motivi di sicurezza. Sarà possibile accedere al Camminamento
di ronda.
E’ presente sul sito
www.musefirenze.it
una programmazione legata alle festività pasquali nei
giorni
dal 2 al 7 aprile
prenotabile, come semp
re, tutti i giorni.
Per informazioni
Tel. 055-2768224 e 055-2768558, dalle 9.30-13.00 e 14.00-17.00
Mail
info@muse.comune.fi.it
Sito web
www.musefirenze.it

30 marzo - Le Murate - Cineteca: Ingrid Bergman SINFONIA D'AUTUNNO+Greta Garbo MARGHERITA GAUTHIER

LUNEDI' 30 MARZO

h 18:00  -  Cineteca

Ingrid Bergman
SINFONIA D'AUTUNNO

Di Ingmar Bergman. Con Liv Ullmann, Ingrid Bergman, Lena Nyman, Halvar Björk, Marianne Aminoff Gunnar Bjornstrand - Svezia - Germania - Gran Bretagna 1978 - 99'

Il film più manierista di Bergman il cui obiettivo è di spingere lo spettatore al dialogo con i propri fantasmi. In un villaggio tra i fiordi della Norvegia, Charlotte, affermata pianista, si reca dopo sette anni a far visita alla figlia Eva, sposata con un pastore protestante. La madre non sa di trovare anche l'altra figlia, Helena, malata da tempo, e che in passato aveva relegato in una clinica. Il dialogo tra Eva e Charlotte finirà col vertere su un doloroso passato di incomprensioni e mancanze, fino al momento in cui la madre deciderà di andarsene senza una reale conciliazione.

    h 21:30  -  Cineteca

Greta Garbo
MARGHERITA GAUTHIER

Di George Cukor. Con Lionel Barrymore, Robert Taylor, Elizabeth Allan, Jessie Ralph. USA - 1936 - 108'

Armando Duval s'innamora della "Signora dalle Camelie" di dubbia reputazione e lei lo ricambia appassionatamente. Il padre di Duval si reca da lei e la scongiura di lasciare suo figlio. Margherita finge allora di accettare le attenzioni di un rivale e Armando si allontana deluso. Tratto dal romanzo La signora dalle Camelie di Alexandre Dumas figlio.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

31 marzo - Associazione Archeosofica - Incontro su Reincarnazione: ipotesi o realtà? - Ingresso è libero

Martedì 31 Marzo alle ore 21
incontro su “Reincarnazione: ipotesi o realtà?” con Alessandro Mazzucchelli. L'’ingresso è libero.

Per leggere un breve articolo di presentazione su questo argomento
potete visitare il nostro blog:
http://archeosofiafirenze.org/2015/03/26/31-marzo-2015-reincarnazione-ipotesi-o-realta/

Associazione Archeosofica
Sezione di Firenze
Lungarno Guicciardini, 11/r
50125 Firenze
Tel. 055215940
info.firenze@boxletter.net
http://archeosofiafirenze.org

Biblioteca Marucelliana

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Tante volte al pozzo va la secchia, ch'ella vi lascia il manico o l'orecchia"

venerdì 27 marzo 2015

Via Cavour

Foto di Marco Giorgi


31 maggio - All’ombra della cattedrale. Storia e realtà di un mito contemporaneo Giornata seminariale di studio - Ingreeso libero

All’ombra della cattedrale. Storia e realtà di un mito contemporaneo
Giornata seminariale di studio, a cura di Fulvio Cervini e Tiziana Serena
31 marzo 2015, ore 10:30
Giornata seminariale di studio
Organizzata da Institut Français Firenze - Scuola di Dottorato di Storia delle Arti e dello Spettacolo - Dipartimento SAGAS, Università degli Studi di Firenze - Université Paris Ouest Nanterre La Défense.
A cura di Fulvio Cervini e Tiziana Serena
Lectio magistralis: Ségolène Le Men
Dove: Institut Français Firenze, Palazzo Lenzi, Piazza Ognissanti 2 - Firenze
Programma completo: institutfrancais-firenze.com

Dal 4 al 6 Aprile - I Giochi di Carnasciale - Un Viaggio nel Medioevo - Anfiteatro e Prato delle Cornacchie Parco delle Cascine - Ingresso libero

I Giochi di Carnasciale
Un Viaggio nel Medioevo, prossima edizione dal 4 al 6 Aprile 2015


L’idea di istituire “I Giochi di Carnasciale”, nasce ripensando alla tradizione del Calcio Fiorentino, ai suoi protagonisti, gentiluomini vestiti in sgargianti livree, e al periodo dell’anno storicamente preferito dai Fiorentini per praticarlo. L’obiettivo dei Giochi di Carnasciale è di rivisitare i Giochi Carnascialeschi che si svolgevano a Firenze nel tardo medioevo-primo rinascimento e i tornei e i duelli rievocativi delle feste di Lorenzo dè Medici, per far rivivere lo spirito dei giochi antichi, tramandare le tradizioni popolari e le attività fisiche e giocose dell’epoca in cui Firenze era una delle Capitali più importanti del Mondo. Il luogo scelto per il Villaggio Medioevo-Rinascimentale è l’angolo più intrigante e suggestivo del Parco Mediceo delle Cascine nel cuore della città: l’Anfiteatro e il Prato delle Cornacchie. Un luogo Storico deputato da sempre a feste, relax e divertimento.
Mercato e Osterie, Artisti, Musici, Streghe e Artigiani saranno di contorno a  Calcio Fiorentino, Giochi a Cavallo, Tornei di Spada in Armatura, Sbandieratori, Arcieria e altri intrattenimenti Antichi. Giostre Equestri e Battaglie saranno intervallate da Storici e Personaggi che accompagneranno gli avventori nella rivisitazione del Tempo che ha fatto grande Firenze.
I GIOCHI DI CARNASCIALE

Etimologicamente la parola Carnevale deriva dal latino “carnem levare”, popolarmente tradotto nel rinascimento fiorentino in “carne-vale” o “carnasciale“. E’ il periodo dell’anno precedente la Quaresima rappresentato dal banchetto di abolizione della carne che si teneva subito prima del periodo di astinenza e digiuno a ridosso del Capodanno Fiorentino che coincideva con il 25 marzo, in corrispondenza del nono mese antecedente la nascita di Gesù ad indicare la sua Incarnazione. Il Calendario Fiorentino così fatto, rimase in uso fino al decreto del Granduca Francesco III di Lorena che fissò dal 1750 anche per Firenze il 1º gennaio come data iniziale dell’anno civile.

Giocare nel periodo invernale e soprattutto a Carnevale, era preferito da tutti i fiorentini, nobili e paesani, in quanto, richiedendo il gioco un notevole dispendio di energie, diveniva troppo faticoso praticarlo nei mesi estivi.

Numerosi sono gli scritti antichi in cui questo viene testimoniato, come quelli di Francesco Bocchi del 1591 in una delle prime guide turistiche “per comodo de’ Forestieri” dal titolo “Le bellezze di Firenze” o quelli seicenteschi di Tommaso Rinuccini.

Anche Benedetto Varchi (1503-1565) nella sua “Storia Fiorentina” scrive della partita più celebre, passata alla storia per il momento delicato in cui venne organizzata, quella del 17 febbraio 1530 durante l’assedio posto dall’esercito di Carlo V, nel cui ricordo vive ancora oggi la tradizione. La partita fu giocata alla presenza di tutte le autorità, un po’ per non interrompere l’usanza del gioco ormai consolidata nel periodo di Carnevale e un po’ come sfida e sberleffo al nemico assediante.

“Alli 17 i Giovani, sì per non intermettere l’antica usanza di giuocare ogn’anno al Calcio per Carnasciale, e si anco per maggiore vilipendio de’ nemici, fecero in sulla Piazza di S. Croce una partita a livrea; XXV Bianchi, e XXV Verdi, giocando una vitella: per essere non solamente sentiti, ma veduti, misero una parte di sonatori con trombe e altri strumenti in sul comignolo del tetto di S. Croce; dove da Giramonte fu loro tratto una cannonata; ma la palla andò alto, e non fece danno a nessuno.”

Anfiteatro e Prato delle Cornacchie Parco delle Cascine di Firenze Telefono: 338.87.07.978 E-mail: info@igiochidicarnasciale.it
Prato delle Cornacchie - Parco delle Cascine di Firenze
Ingresso libero, orario 10-24
http://www.igiochidicarnasciale.it

1° aprile - Associazione “Per Boboli”: Incontro: Paolo Mazzoni - Da Boboli a Pitti” - Ingresso libero

l’Associazione “Per Boboli” è lieta di invitare la S.V. mercoledì 1 aprile alle ore 17.00 presso il Teatro del Rondò di Bacco (Piazza Pitti, 1 - Firenze) all’incontro “Paolo Mazzoni - Da Boboli a Pitti” in ricordo dell’Arch.Paolo Mazzoni, già reggente e vicario della Soprintendenza ai Beni Architettonici Fiorentini e tra i soci fondatori dell’Associazione

Interverranno la Dott.ssa Alessandra Griffo, direttore del Giardino di Boboli, la Prof.ssa Mariella Zoppi, già Presidente del corso di laurea specialistica in Architettura del Paesaggio presso l’ateneo fiorentino, la Dott.ssa ARCH. Laura Baldini Giusti, già funzionario per il Polo Museale Fiorentino, il Dott.Enzo Cacioli, sindaco di Castelfranco Piandiscò, e Paolo Basetti, giardiniere di Boboli, responsabile del Giardino della Botanica Superiore.

Associazione "Per Boboli"
Segreteria Relazioni Esterne e Comunicazione
Sito:  www.associazioneperboboli.com
Mail:  associazioneperboboli@gmail.com
Facebook:  https://www.facebook.com/AssociazionePerBoboli
Mob:  +39  335  7053956

27 marzo - Chiesa Episcopale Americana di St. James - Concerto di Pasqua - Ingresso libero

 Venerdì, 27 Marzo 2015
  Ora: 21:00
 Luogo: Chiesa Episcopale Americana di St. James via B. Rucellai 13, Firenze

Concerto di Pasqua

Una preziosa occasione di ascolto e meditazione ci viene offerta dal Concerto di Pasqua, il prossimo 27 marzo presso la Chiesa Episcopale Americana di St. James: la Musica instrumentale sopra le 7 ultime parole del nostro Redentore in croce ovvero Sette Sonate con una introduzione ed alla fine un Terremoto di  Franz Joseph Haydn è infatti tra le più intense pagine musicali mai scritte sulla Passione di Cristo.
Il capolavoro haydniano, frutto della commissione ricevuta nel 1786 da parte di un canonico di Cadice, per una musica da eseguirsi durante le celebrazioni liturgiche del Venerdì Santo, si compone di sette brani in tempo lento, che meditano sulle ultime frasi pronunciate da Cristo sulla croce. Una difficile prova d’invenzione musicale, che spinse Haydn a profondere nel lavoro ogni risorsa di varietas ritmica, tematica e armonica e aggiungere, oltre ad una maestosa introduzione, un Presto  conclusivo che, seguendo il Vangelo di Matteo, descrive il terremoto che sconvolse il Calvario alla morte del Redentore.
Originariamente concepita per organico orchestrale, la composizione fu trascritta dallo stesso Haydn per quartetto d’archi nel 1787. Proprio la versione quartettistica è quella che ascolteremo nel nostro concerto, grazie al giovane ma già affermato Quartetto Mitja, perfezionatosi presso la Scuola nell’ambito dell’Accademia Europea del Quartetto; agli strumentisti si affiancherà la voce di Antonello Farulli, a guidarci attraverso le suggestioni spirituali e poetiche di questo immenso affresco musicale.

Quartetto Mitja
Giorgiana Strazzullo violino
Sergio Martinoli violino
Carmine Caniani viola
Alessandro Mazzacane violoncello
Con la partecipazione di Antonello Farulli

Franz Joseph Haydn Le ultime sette parole di Cristo sulla Croce

Ingresso libero

Buongiorno Firenze

Foto di Angela Lidia Larosa


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Qual pane hai, tal zuppa avrai"

giovedì 26 marzo 2015

Biblioteca Marucelliana

Foto di Marco Giorgi


Fino al 12 maggio - Museo di Antropologia - Spettacolo: "Nei molti mondi" Videodramma a spettatore unico all'interno della sezione di Antropologia del Museo di Storia Naturale

Spettacolo: "Nei molti mondi" Videodramma a spettatore unico all'interno della sezione di Antropologia del Museo di Storia Naturale
Omaggio a Philip K. Dick di Guido Acampa e Gabriele Frasca ospitato fino al 12 maggio 2015
Maggiori informazioni
11 Marzo 2015  -  12 Maggio 2015
Sede:
   
Museo di Antropologia (via del Proconsolo 12 - Firenze)
Organizzazione:
   
Attività artistiche e spettacolari di Ateneo in collaborazione con Museo di Storia Naturale di Firenze
Per informazioni:
   
Prenotazione obbligatoria allo 055-2756444

28 marzo - La Specola - IL_Laboratorio: "3D Modeling&printing family" Modellazione e stampa 3D per tutte le età

IL_Laboratorio: "3D Modeling&printing family"
Modellazione e stampa 3D per tutte le età
Informazioni
28 Marzo 2015  -  ore 15-17
Sede:
  
"La Specola" via Romana, 17 Firenze
Organizzazione:
  
Museo di storia naturale dell'Università di Firenze
Per informazioni:
  
Prenotazioni per mail a: prenotazioni@terzacultura.it

28 marzo - la Specola - Il viaggio di Darwin Viaggiamo con Charles Darwin, il grande naturalista, padre della teoria dell'evoluzione

Il viaggio di Darwin
Viaggiamo con Charles Darwin, il grande naturalista, padre della teoria dell'evoluzione. Attraverso la lettura dei suoi brani e la visita alle collezioni del Museo, cerchiamo di comprendere il suo pensiero
Informazioni: http://www.msn.unifi.it/event/il-viaggio-di-darwin/
28 Marzo 2015  -  ore 15-17
Sede:
   
"La Specola", via Romana, 17 Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze
Per informazioni:
   
Attività per adulti su prenotazione (min 10 persone max 30) allo 055-2756444 o www.msn.unifi.it

29 marzo - IL_Laboratorio: "Che cos'è un computer? Scopriamo la macchina di Turing!" Introduzione alla Robotica Educativa per famiglie con ragazzi dai 10 ai 15 anni

IL_Laboratorio: "Che cos'è un computer? Scopriamo la macchina di Turing!"
Introduzione alla Robotica Educativa per famiglie con ragazzi dai 10 ai 15 anni
Informazioni: http://www.msn.unifi.it/event/il_laboratorio-che-cose-un-computer-scopriamo-la-macchina-di-turing-2/
29 Marzo 2015  -  ore 15-17
Sede:
   
"La Specola" via Romana, 17 Firenze
Organizzazione:
   
Museo di storia naturale dell'Università di Firenze in collaborazione con Terza Cultura
Per informazioni:
   
Prenotazioni per mail a: prenotazioni@terzacultura.it

27 marzo - Pasticceria Gualtieri: aperi-cena Vegan!

Pasticceria Gualtieri
Via Senese 18/R, 50124 Firenze

In occasione della Pasqua alle porte e della conclusione della prima sessione del corso Vegan Gluten-Free, lo staff della Pasticceria Gualtieri è lieto di festeggiare insieme a voi, amici e clienti venerdì 27 marzo, in un' imperdibile
aperi-cena Vegan!
Si parte alle 20.00 tutto rigorosamente finger food dolce e salato!
3 antipasti
2 primi
2 secondi
e.... 5,6,7 dolci a seguire!

2 bevute a scelta analcoliche e alcoliche tra cui vini biologici e biodinamici bianchi e rossi

Per un totale di 15 euro a persona

Il menù dettagliato lo forniremo nei prossimi giorni...

La nostra richiesta?! Divertitevi,divertitevi, divertitevi, bevete buon vino e gustate ottime primizie!

OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE allo 055.221771

Have fun!
Stay Vegan!

27 marzo - Presentazione del libro "Fare giustizia. Due scritti sulla vendetta" di Stefano Berni e Giovanni Cosi (Milano 2014)

Presentazione del libro "Fare giustizia. Due scritti sulla vendetta" di Stefano Berni e Giovanni Cosi (Milano 2014)
Ne discutono con gli autori Dimitri d'Andrea e Domenico Siciliano. Introduce Filippo Ruschi, modera Lucia Re
Locandina: http://www.unifi.it/upload/sub/agenda/2015/fare_giustizia_27032015.pdf
27 Marzo 2015  -  ore 12-14
Sede:
   
Polo delle Scienze sociali, Edificio D6, aula 0.18, via delle Pandette, 9 Firenze
Organizzazione:
   
Corsi di Filosofia del diritto della Scuola di Giurisprudenza dell'Università di Firenze, tenuti da Lucia Re e Filippo Ruschi

Fino al 5 maggio - Scuola di Scienze Politiche - Lezioni Fiorentine 2015 - Il programma


Il Cupolone

Foto di Angela Lidia Larosa


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Per una volta la si può fare anche a suo padre"

mercoledì 25 marzo 2015

La Specola: l'accesso alle scale

Foto di Marco Giorgi


Via Cavour e piazza San Marco viste dalla biblioteca Marucelliana

Foto di Marco Giorgi


La lingua italiana e il linguagio fiorentino nelle parole di Manzoni

Uno de’ mezzi più efficaci e d’un effetto più generale, particolarmente nelle nostre circostanze, per propagare una lingua, è, come tutti sanno, un vocabolario. E, secondo i princìpi e i fatti qui esposti, il vocabolario a proposito per l’Italia non potrebbe essere altro che quello del linguaggio fiorentino vivente. […] in Firenze si trovano tutte le cognizioni, le opinioni, i concetti di ogni genere che ci possano essere in Italia; e ciò, non già per alcuna prerogativa di quella città, ma come ci sono in Napoli, in Torino, in Venezia, in Genova, in Palermo, in Milano, in Bologna, e anche in tante altre città meno popolose, essendoci in tutte, a un dipresso, un medesimo grado di cultura, una conformità de’ bisogni, delle vicende, e delle circostanze principali della vita, insomma d’ogni materia di discorso. E si potrebbe scommettere che tutto ciò che è stato detto in un anno, di pubblico e di privato, di politico e di domestico, d’erudito e di comune, di scientifico e di pratico, di grave e di faceto, in una di queste città, è stato detto in tutte, meno, stiamo per dire, i nomi propri le diciamo in modi diversi. Il dir tutti le stesse cose attesta la possibilità di sostituire un idioma a tutti gli altri […]”
(Nota relazione “Dell’Unità della lingua e dei mezzi per diffonderla”  di Alessandro Manzoni del 1868, indirizzata all’allora ministro della Cultura, Broglio)
Testo tratto: Storia e Storie di Toscana

27 marzo - Incontro: "Controllo della lingua e regimi totalitari"

Incontro: "Controllo della lingua e regimi totalitari"
Durante l'incontro verrà proiettato il documentario "Me ne frego! Il Fascismo e la Lingua italiana".
Informazioni
Locandina: http://www.letterefilosofia.unifi.it/art-234-il-fascismo-e-la-lingua-italiana.html
27 Marzo 2015  -  ore 15
Sede:
   
Scuola di Studi Umanistici e della Formazione, Aula 10, via Laura 48 Firenze
Organizzazione:
   
Dipartimento di Lettere e Filosofia (DILEF), Scuola di Studi Umanistici e della Formazione

26 Marzo - Conferenza: "La Scienza: una via di risveglio non abbastanza percorsa" Relatore Luigi Lombardi Vallauri. Nell'ambito del ciclo di conferenze sulle origini dell'uomo "La discesa dall'albero"

Conferenza: "La Scienza: una via di risveglio non abbastanza percorsa"
Relatore Luigi Lombardi Vallauri. Nell'ambito del ciclo di conferenze sulle origini dell'uomo "La discesa dall'albero".
Programma completo delle conferenze: http://www.msn.unifi.it/wp-content/uploads/La-discesa-dallalbero.pdf
26 Marzo 2015  -  ore 17,45
Sede:
   
Accademia Toscana di Scienze e Lettere "La Colombaria", via Sant'Egidio, 23 Firenze
Organizzazione:
   
Accademia Toscana di Scienze e Lettere "La Colombaria", Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze, Museo fiorentino di preistoria "P.Graziosi"
Per informazioni:
   
Info allo 055-291923 o 2396628

Fino al 27 maggio - Biblioteca Luzi - Ciclo di conferenze:.... Un 'altra storia ( caffé alzheimer)

.... Un 'altra storia ( caffé alzheimer)

Programma degli incontri del 2015 dal 18 marzo al 27 maggio alle ore 15,30, Biblioteca Luzi, via Schiff 8 info 055608002
Programma: http://q2.comune.fi.it/export/sites/q2/materiali/locandina_caffx.pdf

25 marzo - Lezione "Cambio e Sistemi in Formula 1" di Francesco Bosi (Gearbox & Systems Department Leader della Scuderia Toro Rosso)

Lezione "Cambio e Sistemi in Formula 1"
di Francesco Bosi  (Gearbox & Systems Department Leader della Scuderia Toro Rosso).
Nell'ambito dell'incontro verrà presentato il progetto Red Bull On Stage 2015
Maggiori dettagli: http://www.unifi.it/upload/sub/agenda/2015/red_bull_on_stage_lecture_firenze25032015.pdf
25 Marzo 2015  -  ore 10,30
Sede:
   
Plesso didattico Morgagni, viale Morgagni, 40 - Aula 1 - Firenze
Organizzazione:
   
Scuderia Toro Rosso

29 marzo e 1° aprile - BASILICA DI SAN MINIATO AL MONTE e BASILICA DI SANTA CROCE - Concerto: “La Passione secondo Giovanni”+ composizioni passionali di Bartolomeo degli Organi e di anonimi spagnoli del xvi secolo

Istituto Clemente Terni

Associazione di cultura e prassi musicale e Comunità monastica di San Miniato al Monte

presentano

BASILICA DI SAN MINIATO AL MONTE

DOMENICA 29 MARZO 2015

ore 16


 “La Passione secondo Giovanni”

di Francesco Corteccia

+ composizioni passionali di Bartolomeo degli Organi

e di anonimi spagnoli del xvi secolo



Quartetto Polifonico “Clemente Terni”

condotto da Guglielmo Visibelli

voce recitante Padre Bernardo Francesco Gianni



Gualtiero Spini e Saverio Bambi: tenori - Guglielmo Visibelli: baritono - Alessandro Guerrini: basso



Domenica 29 marzo alle ore 16, presso la Basilica di San Miniato al Monte (via delle Porte Sante, 34; ingresso libero; info 335 1337048 / 339 3422860) il Quartetto Polifonico “Clemente Terni”, cui si aggiunge il priore di San Miniato, Padre Bernardo Francesco Gianni, come voce recitante, esegue integralmente l’importante «Passione secondo Giovanni» del fiorentino Francesco Corteccia (1502-1571), la prima passione cinquecentesca italiana che risulti a tutt’oggi pervenuta.

Ad introdurre l’importante reperto saranno eseguiti canti di passione e saetas di autori anonimi spagnoli del secolo XVI e due composizioni di Bartolomeo degli Organi.

I cantos de Pasión e le saetas, a tutt’oggi eseguite nelle strade e nelle piazze al passaggio della statua del Cristo il Venerdì Santo, sono composizioni a voce sola, fortemente melismatiche, costruite su nuclei melodici antichissimi, con modalità esecutive che affondano le proprie radici nel canto flamenco.

Antifona e Lauda vede il suggestivo accostamento, ideato da Clemente Terni, di un frammento del salmo Quis dabit capiti meo acquam, attribuito a Bartolomeo degli Organi, e della lauda dello stesso Bartolomeo Guardate il Salvatore. Quest’ultima costituisce un documento di grandissima importanza musicologica, essendovi state riscontrate proporzioni armoniche e numeriche simili a quelle riscontrabili nella Crocifissione del Masaccio in Santa Maria Novella.

La seconda parte del concerto è interamente dedicata alla Passione secondo Giovanni (Passio secundum Johannem), opera prima del fiorentino Francesco Corteccia (Firenze, 1502-1571), allievo tra gli altri di Bartolomeo degli Organi. Prima passione cinquecentesca italiana che risulti a tutt’oggi pervenuta, fu composta nel secolo che vide affermarsi in Italia la Passione responsoriale, definita anche “drammatica”, e nell’anno, il 1527, che vide Roma messa a “sacco” dai mercenari di Carlo V d’Asburgo e il Papa Clemente VII assediato in Castel Sant’Angelo.

Nei Paesi cattolici la Passione, dal punto di vista musicale, prende vita nel medioevo in forma monodica: addirittura i tre ruoli dell’evangelista, di Cristo e delle turbae, cioè la folla, venivano affidati a un solo liturgo. Col tempo, anche per la fatica della lettura, i tre ruoli sono stati suddivisi e, a partire dal XIV secolo, le turbae venivano affidate talvolta al coro, che cantava comunque a una voce sola. Solo dal XV secolo si hanno forme di passione polifonica, ovvero in cui ci sono momenti che vedono l’unione dei tre liturgi con i relativi toni di recitazione (in manoscritti conservati in Inghilterra, Germania e Italia, a Modena). Le parti corali cominciano a essere a tre e anche a sei voci, e ciò si ha ancor più nel XVI secolo: in realtà si tratta di elaborazioni di tipo mottettistico nello stile dei maestri franco-fiamminghi.

È in questo genere di Passione che si inserisce quella di Corteccia, che evolve nel tipo responsoriale e diventa emblematica di questo secolo. È composta in uno stile rigorosamente polifonico (gli strumenti musicali nella Passione cominceranno ad essere usati nel periodo barocco, ma solo nell’Ufficio delle Ore), semplice e lineare, in cui prevale l'andamento omoritmico delle voci e si cerca di assicurare la comprensione delle parole del testo e di rendere, attraverso la musica, la drammaticità del testo sacro, che si identifica con le letture proprie della Settimana Santa previste dalla liturgia della Messa.

Corteccia crea un capolavoro anche di tipo drammaturgico, che restituisce il carattere di sacra rappresentazione che la Passione (come gran parte dei momenti della liturgia della Settimana Santa) è in grado di evocare e che era stata utilizzata già dal medioevo. Un ulteriore esempio di come anche la musica, oltre alla letteratura e alle arti figurative del tempo, possa rappresentare le sofferenze di Cristo.


Prima parte

Anonimi spagnoli sec. XVI

In record   -  saeta

Un divino vull cantar  -  canto de pasión

Miralo, por ayi biene  -  saeta

Caminando el buen Jesus  -  saeta

Caminant amb una creu -  canto de pasión

Allà arribita, arribita!  - saeta

Estaba junto a la cruz    -  canto de pasión

Bartolomeo degli Organi:

Quis dabit capiti meo   -  antifona a due voci

Guardat’il Salvatore   -  lauda per la Settimana Santa a due voci


Seconda parte



Francesco Corteccia (1502-1571), “PASSIONE SECONDO GIOVANNI”



Quartetto Polifonico “Clemente Terni”

condotto da Guglielmo Visibelli

Gualtiero Spini e Saverio Bambi: tenori - Guglielmo Visibelli: baritono - Alessandro Guerrini: basso

voce recitante Padre Bernardo Francesco Gianni



ISTITUTO CLEMENTE TERNI

Associazione di Cultura e Prassi Musicale

(Via Madonna della Querce 28 - 50133 Firenze)


BASILICA DI SANTA CROCE


MERCOLEDÌ 1 APRILE 2015

ore 18.30

 “La Passione secondo Giovanni”

di Francesco Corteccia

+ composizioni passionali di Bartolomeo degli Organi

e di anonimi spagnoli del xvi secolo



Quartetto Polifonico “Clemente Terni”

condotto da Guglielmo Visibelli

voce recitante Giuseppe Fricelli

Gualtiero Spini e Saverio Bambi: tenori - Guglielmo Visibelli: baritono - Alessandro Guerrini: basso

Mercoledì 1 aprile, presso la Basilica di Santa Croce (Piazza Santa Croce, Firenze, ore 18.30, ingresso libero; info istitutoclementeterni@gmail.com, 335 1337048), il Quartetto Polifonico “Clemente Terni”, cui si aggiunge il Maestro Giuseppe Fricelli come voce recitante, esegue integralmente l’importante «Passione secondo Giovanni» del fiorentino Francesco Corteccia (1502-1571), la prima passione cinquecentesca italiana che risulti a tutt’oggi pervenuta.

Il programma è lo stesso del concerto di domenica 29

Buongiorno Firenze

Foto di Angela Lidia Larosa


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Non importa andare a Roma per la penitenza"

martedì 24 marzo 2015

Il cielo sopra Firenze

Foto di Marco Giorgi


27 marzo - Fondazione Il Fiore - La poesia di Renzo Gherardini: incontro all’Università di Firenze -Ingresso libero

La poesia di Renzo Gherardini: incontro all’Università di Firenze

Il 27 marzo alla Scuola di Studi Umanistici di via Laura critici letterari, docenti di letteratura e scrittori rivalutano l’opera del poeta fiorentino deceduto quattro anni fa. Nell’occasione viene presentato il volume ‘Renzo Gherardini – Poesie – 1947-1999’ (Le Lettere 2014), a cura di Paolo Zoboli. Ingresso libero.

È sempre vissuto nella sua Firenze con signorile discrezione e riservatezza, amico di scrittori come Gadda e Landolfi e di poeti come Luzi e Parronchi, ma senza mai inserirsi pienamente negli ambienti letterari. Forse è anche per questo che il poeta Renzo Gherardini (Firenze 1923-2011), nonostante la stima di studiosi quali Gigi Baldacci e Giorgio Luti e di poeti quali Roberto Carifi, nonostante le pubblicazioni con Vallecchi e nonostante alcuni premi di cui è stato insignito, come il Premio internazionale di poesia ‘Carlo Betocchi’, non è ancora molto conosciuto.

Per colmare questa lacuna e rivalutarne l’opera poetica, venerdì 27 marzo alle 16 a Firenze, presso la Scuola di Studi Umanistici e della Formazione dell’Università di Firenze (via Laura 48), si ritroveranno eminenti critici letterari, docenti di letteratura e poeti in un incontro intitolato “La poesia di Renzo Gherardini”. Durante questo appuntamento, organizzato dalla Fondazione il Fiore in collaborazione con il Circolo Linguistico Fiorentino dell’Università di Firenze, verrà anche presentato il volume ‘Poesie – 1947-1999’ (Le Lettere 2014), a cura di Paolo Zoboli, che contiene fra l’altro alcune illustrazioni da incisioni della moglie del poeta, l’artista Brunetta Ricci Gherardini. Il volume edito da Le Lettere raccoglie, con poche varianti da lui apportate nei suoi ultimi anni, i primi cinque libri di versi di Renzo Gherardini: ‘Poesie’ (1952), ‘Terra’ (1960), ‘Nel taglio della cava’ (1981), ‘Poemetti a Sezzate’ (1995) e ‘La quinta stagione’ (1999).

Dopo la relazione di inquadramento generale dell’opera di Gherardini di Massimo Fanfani, interverranno Stefano Carrai, Gioachino Chiarini, Alessandro Duranti, Alessandro Fo, Ernestina Pellegrini, Davide Puccini, Silvio Ramat. Il poeta Sauro Albisani leggerà alcuni versi di Gherardini. Saranno presenti Paolo Zoboli, che illustrerà il libro da lui curato, e Brunetta Ricci Gherardini. A coordinare i lavori, Maria Giuseppina Caramella. L’ingresso è libero.



Per ulteriori informazioni, Fondazione Il Fiore. Tel.: 055 225074







Scheda del libro ‘Renzo Gherardini – Poesie – 1947-1999’ (Le Lettere)                     

              

Autore:                   Gherardini, R.

Titolo:                     Poesie. 1947-1999

A cura di:                Zoboli, P.

Argomento:            Letteratura - poesia

Anno:                     2014

Pagine:                    282



Renzo Gherardini (1923-2011), è sempre vissuto nella sua Firenze con signorile discrezione e riservatezza, amico di scrittori come Gadda e Landolfi e di poeti come Luzi e Parronchi, ma lontano, per lo più, dagli ambienti letterari: forse anche per questo è un poeta ingiustamente ancora poco conosciuto. Eppure aveva pubblicato più volte con Vallecchi, due amici studiosi come Gigi Baldacci e Giorgio Luti lo stimavano profondamente e nel 2009 è stato insignito del Premio internazionale di poesia «Carlo Betocchi».

«Consiglio agli amici che davvero amano la poesia», già scriveva Roberto Carifi su «Poesia» del luglio-agosto 2000, «di procurarsi in qualche modo le opere di Renzo Gherardini, raccolte come Poemetti a Sezzate e La quinta stagione, da dove potranno farsi un’idea abbastanza esatta della gravità della dimenticanza imperante. [...] Non posso fare diversamente, e non dispongo di enunciati alternativi. Perciò mi si lasci dire che Gherardini è un grande poeta». E poco dopo, nel dicembre del 2002, Davide Puccini apriva il suo fondamentale saggio pubblicato su «Studi novecenteschi» definendo La quinta stagione «un capolavoro, con alcuni testi che dovrebbero entrare a far parte di diritto non soltanto della maggiore poesia del Novecento ma dei testi esemplari della letteratura italiana di ogni secolo».

Oggi queste Poesie 1947-1999 riuniscono finalmente – con poche varianti da lui apportate nei suoi ultimi anni – i primi cinque libri di versi di Renzo Gherardini: ‘Poesie’ (1952), ‘Terra’ (1960), ‘Nel taglio della cava’ (1981), ‘Poemetti a Sezzate’ (1995) e ‘La quinta stagione’ (1999).

26 marzo - L'organo a Firenze dai Medici all'Unità - Al Centro Arte e Cultura presentazione del cd con le voci dei due organi storici della Basilica di San Lorenzo

L'organo a Firenze dai Medici all'Unità

Giovedì 26 marzo al Centro Arte e Cultura presentazione del cd con le voci dei due organi storici della Basilica di San Lorenzo.

Le sonorità dei due organi storici della Basilica di San Lorenzo, uno rinascimentale (fra i più antichi in assoluto) e l’altro, più imponente (uno dei più grandi fra quelli ottocenteschi), costruito dai fratelli Serassi di Bergamo nel 1864 e donato dal governo sabaudo alla città di Firenze quando venne eletta a capitale del regno d’Italia (1865-1871), rivivono in un cd pubblicato da Tactus con interprete Gabriele Giacomelli. Fra le rarità presentate, anche sei brani inediti e conservati nell’Archivio dell’Opera di Santa Maria del Fiore.

Gabriele Giacomelli, noto ed apprezzato organista e musicologo toscano, è attivo come interprete in Italia e all’estero, di recente nominato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali Ispettore onorario per il restauro e la tutela degli organi antichi della città di Firenze. Il cd è frutto della collaborazione fra l’Opera di Santa Maria del Fiore e l’Opera Medicea Laurenziana, nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni di Firenze capitale. Sotto l’eloquente titolo L’organo a Firenze dai Medici all’Unità d’Italia, uno sfaccettato e interessante excursus attraverso quattro secoli di musica per organo, dal Rinascimento dell’epoca medicea all’Ottocento risorgimentale. 23 i brani raccolti, che disegnano un panorama musicale fiorentino particolarmente articolato: dove affiorano i nomi di musicisti come Cristofano Malvezzi (1547-1599), maestro di cappella del Duomo di Firenze, Emilio de’ Cavalieri (1550-1602), autore di quell’Aria di Fiorenza che presto diventò il simbolo musicale di Firenze e dei Medici, e ancora del giovane Luigi Cherubini (1760-1840), cantore nel Battistero fiorentino, Luigi Casamorata (1807-1881), fondatore di quello che sarà il Conservatorio Cherubini, e Gioacchino Maglioni (1814-1888), organista della Basilica di San Lorenzo. Assai preziosi per la loro unicità sono poi i 6 brani anonimi, inediti, che provengono dall’Archivio dell’Opera di Santa Maria del Fiore, interessanti documenti del tipico stile organistico ottocentesco italiano.

Durante la presentazione intervengono: Franco Lucchesi (presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore), Enrico Bocci (presidente dell’Opera Medicea Laurenziana), Eugenio Giani (presidente del Comitato per le celebrazioni di Firenze capitale), Gabriele Giacomelli. Presenta il giornalista musicale Michele Manzotti.

Centro Arte e Cultura - piazza San Giovanni, 7 - ore 17

27 marzo - Concerto di Primavera

Concerto di primavera


Piccolo coro Melograno : 29 marzo 2015 alle ore 16,30 presso il Teatro 13 , via Nicolodi 2 - Firenze - ingresso libero

9 aprile - Basilica di S. Miniato al Monte - Concerto di solidarietà "MAI DA SOLI A FIRENZE” -Iniziativa di solidarietà in favore di FILE – Fondazione Italiana di Leniterapia Onlus e del suo servizio gratuito di assistenza ai malati gravi e alle loro famiglie

Concerto di solidarietà
"MAI DA SOLI A FIRENZE”

Iniziativa di solidarietà in favore di FILE – Fondazione Italiana di Leniterapia Onlus
e del suo servizio gratuito di assistenza ai malati gravi e alle loro famiglie

Giovedì 9 aprile 2015
Ore 21
Basilica di S. Miniato al Monte, Firenze

"Mai da soli a Firenze" è una serata speciale all'insegna della musica e della solidarietà, che avrà luogo alla Basilica di S. Miniato al Monte il prossimo giovedì 9 aprile e vedrà protagonisti il "Coro Città di Firenze" e il "Coro Accademia del Diletto", diretti dal Maestro Ennio Clari.

L'iniziativa, patrocinata dal Comune di Firenze, è aperta a tutti con un'offerta minima di 15 euro a persona. La serata ha in programma esecuzioni per soli (soprano: Sofia Folli; contralto: Antonia Fino; tenore: Alfonso Zambuto; basso: Jacopo Bianchini), coro e orchestra (violini: Clarice Curradi e Eleonora Zamboni; viola: Edoardo Rosadini; violoncello: Benedetta Massai; contrabbasso: Petru Horvath; organo Francesco Romano) di brani di Mozart, Durante, Bach, Vivaldi.
I fondi raccolti saranno devoluti a FILE, Fondazione Italiana di Leniterapia Onlus, a sostegno del suo lavoro di assistenza ai malati gravi e alle loro famiglie sul territorio fiorentino.

"Mai da soli a Firenze" si propone di realizzare concerti di musica corale di alto livello, mettendo in rete realtà corali del territorio. Un incontro di un gruppo di persone unite dalla musica e dalla volontà di mettere a disposizione le proprie risorse vocali a sostegno dell’attività di FILE.
“Fare coro” è stare insieme, condividere, supportarsi e sostenersi l’uno con l’altro: è con questo spirito che nasce “Mai da soli a Firenze”, un’iniziativa che vede la musica e i suoi portavoce ad unirsi per far sentire che non si è mai da soli anche quando si soffre e si sta male.

FILE nasce allo scopo di individuare e reperire risorse umane e finanziarie per aiutare la persona malata e la sua famiglia nell’affrontare l’ultima e più difficile fase della vita. Dal 2002 FILE, infatti, si impegna ad offrire al malato grave un accompagnamento dignitoso alla fine della vita, attraverso un servizio di assistenza sanitaria capillare, qualificato e gratuito che viene gestito a domicilio, sui territori fiorentino e pratese, in hospice e all'interno degli ospedali, in collaborazione e a sostegno delle strutture pubbliche. L'obiettivo delle cure palliative offerte da FILE è lenire il dolore legato alla malattia attraverso terapie e tecniche farmacologiche e fisioterapiche di controllo del dolore nonché attraverso l'attività di sostegno psicologico (anche per i familiari), tesa a gestire l'ansia e la paura oltre che a colmare la solitudine, dando in questo modo alle persone malate e alle loro famiglie la possibilità di avere la miglior qualità di vita possibile. Ogni anno FILE si prende cura professionalmente e con grande umanità di migliaia di persone. Questo importante servizio alla comunità è per FILE possibile garantirlo grazie al costante impegno dei suoi 20 operatori sanitari (medici, infermieri, psicologi, fisioterapisti, assistenti socio-sanitari) e dei suoi oltre 100 volontari formati che operano in collaborazione con le ASL di Firenze e Prato.

Si ringraziano il M. Ennio Clari per la direzione artistica; la Principessa Corsini, Laura Baldeschi e tutti i coristi del Coro Accademia del Diletto; Emanuele Barletti, Blanche De Sanctis e tutti i coristi del Coro Città di Firenze; il M. Edoardo Rosadini; tutti i Maestri musicisti e cantanti; Renato Palma per l’ideazione del progetto “Mai da Soli a Firenze”; Alberto Bompani per le luci; Lucia Torrigiani per i fiori; Padre Bernardo per l’ospitalità nella Basilica di San Miniato al Monte; il Comune di Firenze.

Per informazioni e prenotazioni:
Associazione Firenze Musica: 331.1084082 - info@firenzemusica.org
Coro Accademia del Diletto: 340.2514033 - 349.0613127- accademiadeldiletto@gmail.com
FILE Onlus: 055.2001212 - file@leniterapia.it

26 marzo - Viper Theatre. CECCO e CIPO - Da Vinci a X-Factor con molta ironia

Da Vinci a X-Factor con molta ironia
Vaccaboiatour, Cecco e Cipo al Viper


CECCO e CIPO
Giovedì 26 marzo - ore 21,30
Viper Theatre – via Pistoiese / via Lombardia – Firenze
Biglietto posto unico: 10 euro; prevendite Mail Ticket www.mailticket.it (tel. 199446271); Box Office www.boxofficetoscana.it; (tel 055 210804); Ticket One www.ticketone.it (tel. 892 101)
Info tel 055.0460993 - 055.0195912  www.lndf.itwww.viperclub.eu

Cantautorato bucolico, invenzioni estemporanee ed autoironia per sfatare ogni pregiudizio sul loro fortunato exploit a X-Factor, che da settembre ad oggi ha portato Cecco e Cipo, nome dietro cui si celano i giovanissimi toscani Simone Ceccanti e Fabio Cipollini, a diventare seguitissimi sul web e richiestissimi dal vivo.

Partito con il vento in poppa, il loro Vaccaboiatour arriva giovedì 26 marzo al Viper Theatre di Firenze (ore 21,30 – biglietto 10 euro – prevendite www.mailticket.it, www.boxofficetoscana.it, www.ticketone.it).

I due giovani cantautori di Vinci, accompagnati da una band, racconteranno il loro immaginario giocoso e bucolico, attraversando in poco più di un ora e mezza di concerto, parte significativa del repertorio proveniente dai primi due album, trascinando il pubblico in dimensione di gioco dal grande impatto visivo e dal forte coinvolgimento ed interazione col pubblico.
“Lo gnomo e lo gnu” è il secondo lavoro di Cecco e Cipo, il disco si rifà alla canzone d’autore italiana più fresca e scanzonata, ed è composto da dieci tracce colme della vita quotidiana di due ragazzi, che guardandosi attorno, si interrogano su ciò che li circonda.

Un po' di numeri su Cecco e Cipo
- Superate le 1.300.000 visualizzazioni Youtube per il video delle audizioni con “Vacca Boia”
- Oltre 88.000 fan su Facebook
- “Roba da Maiali” nella classifica iTunes Official Top 10 Album
- “Vacca Boia” e “Stella d’Irlanda” nella Playlist Viral 50 Italia di Spotify
- Due volte trend topic su Twitter in meno di 24 ore - Copie dei dischi esauriti e già in ristampa

“Lo gnomo e lo gnu”: il secondo disco di Cecco e Cipo
Partendo da una passeggiata di uno gnomo e uno gnu in un ambiente fiabesco, la melodia della title-track accompagna passo dopo passo i due protagonisti nel vivo del disco. Sulle note di “Ninna” si attraversano diverse condizioni climatiche, partendo dalla pioggia, passando per la neve fino all’arcobaleno, e si impara ad apprezzarle tutte quante, ballando. Un brano soffice, morbido, pieno d’amore e felicità (“Bè”) racconta di pesciolini che volano tra cielo e mare, di fiori, di fiumi di gioia e amore a non finire. Lo stupore porta Cecco a riscoprire il piacere delle piccole cose che da bambino lo rendevano felice, come l’album delle figurine “Panini” o le “Zigulì”, al centro di una melodia sull’energia che esse danno all’essere umano.
L’ovvietà non è scontata, “La licenza di tuttologo” esprime l’importanza di porsi delle domande a cui spesso non corrispondono adeguate risposte, mentre la ricerca del significato di alcune canzoni accompagnano Cecco e Cipo nella stesura di “Orazio”.
L’energia non si disperde e “Trottola” combina lo spirito punk rock del brano con il suo significato d’amore. All’insegna di metafore da svelare e pensieri annotati su un foglio, “La scatola” vuole essere una divertente descrizione dei più o meno giovani dei nostri giorni mentre “Minestrone” raccoglie le riflessioni proveniente da appunti lontani.
Con un inno dedicato a ciò che, secondo gli autori, muove il mondo, il brano “Hanno fatto un monumento al grasso”, rende finalmente omaggio alla ciccia! Infatti, intorno alla ciccia nascono problemi, si trovano soluzioni e si fanno riflessioni.

Guarda il videoclip di "Orazio"
https://www.youtube.com/watch?v=rI6tgfolav4

Guarda il video di "Vacca Boia" a X Factor
https://www.youtube.com/watch?v=rpvngeQTlyA
Info Cecco e Cipo
http://www.ceccoecipo.it/
https://www.facebook.com/ceccoecipoband?fref=ts

11 aprile - SLOW ART DAY 2015: INVITO AL CENACOLO

Slow Art Day è un evento internazionale che incoraggia le persone a rallentare i ritmi ed invita ad entrare nel mondo dell’arte con calma e curiosità. Più di 160 sedi in tutto il mondo hanno deciso di aderire quest’anno per incoraggiare ad esplorare l’arte con una prospettiva insolita. In un mondo che si muove velocemente, dove la tecnologia si evolve in un batter d’occhio, le relazioni mutano in fretta ecco che qui si ha la possibilità di fermare il tempo. Gli spettatori diventano parte attiva di fronte a poche opere d’arte osservate con lentezza.  SLOW ART DAY è “MOTUS” per emozione, flusso, sentimento e percezione.
FASI PRINCIPALI DI SLOW ART DAY

– osservazione individuale del cenacolo con libertà di scrittura, disegno, fotografia e meditazione
– presentazione storico artistica del sito d’arte a cura della Dott.ssa Elena Fulceri
– rielaborazione emozionale
– condivisione finale di gruppo

CENACOLO DI OGNISSANTI
    CENACOLO DI OGNISSANTI

slow art day at the uffizi gallery
    TAKE A LOOK AT LOCAL ART!

CHIOSTRO DI OGNISSANTI
    CHIOSTRO DI OGNISSANTI


DOVE VIENE ORGANIZZATO?

SLOW ART DAY 2015 a Firenze sarà ospitato presso Palazzo Strozzi e il CENACOLO DI OGNISSANTI. Per ulteriori informazioni sulle sedi toscane, italiane ed internazionali http://florencewithflair.com/slow-art-day-2015/.
COME SI SVOLGE?

Tempi dell’evento di SABATO 11 APRILE 2015
09:30 Accoglienza e ritrovo partecipanti presso il chiostro della Chiesa di Ognissanti (Borgognissanti 42, entrata a lato della Chiesa).
Osservazione attiva del Cenacolo di Domenico Ghirlandaio in autonomia. Spazio per osservare con lo sguardo o attraverso l’obiettivo di una  macchina fotografica, dipingere, annotare o disegnare in silenzio.
A questa fase seguirà una presentazione storico artistica del sito d’arte e una rielaborazione emozionale nel cenacolo.
La condivisione finale si terrà nel chiostro di Ognissanti alle 10:30.
CHI PUO’ PARTECIPARE?

Chiunque! Da 0 a 100 anni, tutti benvenuti! La condivisione sarà tenuta sia in italiano che in inglese dallo staff volontario.
Si suggerisce di portare un taccuino, macchina fotografica, penna, carta e colori per accompagnare l’osservazione.
Una preziosa occasione di incontro fra ospiti di tutto il mondo!
COME POSSO ISCRIVERMI?

La partecipazione è gratuita, basta semplicemente iscriversi e presentarsi al ritrovo delle ore 9:30 nel chiostro che precede il cenacolo. Si richiede gentilmente di confermare la Vs partecipazione via email a: info@florencewithflair.com
CHI ORGANIZZA SLOW ART DAY?

Gestito da volontari, Slow Art è un movimento globale che promuove l’osservazione lenta e consapevole delle opere d’arte.
L’evento al Cenacolo di Ognissanti è promosso da Elena Fulceri.
QUANTO COSTA?

Costo zero, partecipazione attiva, voglia di condivider bellezza.

25 marzo - Seminario: "Ascesi e mondo" - Max Weber a 150 anni dalla nascita

Seminario: "Ascesi e mondo"
Max Weber a 150 anni dalla nascita

10,30
Presiede Marco Bontempi: "Ascesi tra capitale e capitalismo e tra disciplina e sovversione"
Relatore: Bruno Accarino
Discussants: Gianluca Bonaiuti, Ubaldo Fadini

14,30
Presiede Silvia Rodeschini: "Il capitalismo tra ascesi e debito"
Relatrice: Elettra Stimilli
Discussants: Marco Bontempi, Luigi Burroni
25 Marzo 2015  -  ore 10,30-17,30
Sede:
   
Aula 3.50, Polo delle Scienze Sociali, via delle Pandette, 32 Firenze
Organizzazione:
   
Università di Firenze, DSPS Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Piazza Demidoff, Monumento a Nicola Demidoff. Musa dei festini, (L. Bartolini)

Foto di Angela Lidia Larosa


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Se non vuoi che si sappia, non lo fare"

lunedì 23 marzo 2015

24 marzo - Institut français Firenze - Incontro con Fouad Laroui - Ingresso libero

Martedì 24 marzo ore 18.00

L'ESTETA RADICALE (DEL VECCHIO, 2013)
UN ANNO DAI FRANCESI (DEL VECCHIO, 2015)
Incontro con Fouad Laroui
Introduce Raffaele Palumbo, Controradio/Popolare Network.
Dove: Institut français Firenze - Palazzo Lenzi - Piazza Ognissanti, 2 – Firenze
Per questo incontro è necessario confermare la presenza:
T 055 2718820 - firenze@institutfrancais.it

24 marzo - Quarta lezione degli incontri interreligiosi su temi di sanità: "Il punto di vista delle religioni buddista ed ebraica"

Quarta lezione degli incontri interreligiosi su temi di sanità: "Il punto di vista delle religioni buddista ed ebraica"
Relatori Mario Milco D'Elios e Padre Ghilardi (Anita Tosi). Saranno presenti Gian Franco Gensini (Presidente scientifico del corso) e Anita Tosi (Coordinatrice del corso)
24 Marzo 2015  -  ore 15-18
Sede:
   
Aula Magna ex Presidenza di Medicina e Chirurgia, NIC Nuovo Ingresso Careggi, Largo Brambilla, 1 Firenze
Organizzazione:
   
Università di Firenze
Per informazioni:
   
giafranco.gensini@unifi.it

5 aprile - Apertura gratuita di tutti i Musei Civici e Statali la prima domenica del mese

Apertura gratuita di tutti i Musei Civici e Statali la prima domenica del mese.

Il Comune di Firenze dal 2015, estende a tutti i visitatori l'accesso gratuito ai Musei Civici Fiorentini
allineandosi con l’iniziativa ministeriale #DomenicalMuseo.

In occasione della prossima #DomenicalMuseo del 5 aprile,
 in concomitanza con la domenica di Pasqua,
 non saranno previste visite guidate e attività culturali specifiche.
 Restano gratuiti per quella giornata gli ingressi nei seguenti Musei Civici Fiorentini,
 senza bisogno di prenotazione e fino ad esaurimento posti disponibili.

Museo di Palazzo Vecchio, Piazza Signoria.
Santa Maria Novella, Piazza S. Maria Novella e Piazza Stazione 4
Museo Novecento, Piazza Santa Maria Novella 10

Ricordiamo che alcuni percorsi museali hanno specifiche modalità di accesso:

Gli scavi del Teatro Romano di Firenze, 25 persone ogni mezz’ora
Torre di Arnolfo, 30 persone ogni mezz’ora.
 (In caso di pioggia la Torre di Arnolfo resterà chiusa per motivi di sicurezza. Sarà possibile accedere al Camminamento di ronda).

Attenzione: le biglietterie chiudono un’ora prima dell’orario di chiusura
http://museicivicifiorentini.comune.fi.it/export/sites/museicivici/materiali/Cs_DomenicalMuseo_5_aprile_2015x1x.pdf

7 aprile - Museo di Palazzo Vecchio - Una giornata colorata: Campus al Museo

Una giornata colorata: Campus al Museo

Un’iniziativa dedicata ai più piccoli per le vacanze pasquali

Nell’ambito delle iniziative promosse dalla Regione Toscana, per la prima volta il Museo di Palazzo Vecchio offre alle famiglie con bambini dai 5 ai 9 anni la possibilità di partecipare a una giornata al museo durante le vacanze pasquali, per rispondere a un bisogno cogente dei genitori nei giorni di chiusura delle scuole offrendo ai loro piccoli un giorno “a tu per tu” con la bellezza. Un’occasione per rendere il museo sempre più “al servizio della società”, in linea con la definizione dell’International Council of Museums, e per dare una risposta culturale – educativa e piacevole al tempo stesso – alle necessità concrete delle famiglie.

Questa prima giornata – organizzata dall’Associazione MUS.E in partenariato con Giotto-FILA – si svolgerà martedì 7 aprile con avvio alle 8.30 e termine alle 17.00 e sarà dedicata ai Colori e alle loro storie. I bambini saranno coinvolti in una serie di laboratori dedicati ai singoli Colori, intrecciati ad attività artistiche finalizzate alla realizzazione di un proprio “mondo colorato” che al termine dell’esperienza potranno portare via con sè. La giornata alternerà occasioni di lavoro “per gli occhi”, “per la fantasia” e “per le mani” consentendo ai partecipanti di immergersi nell’universo dei Colori e di soffermarsi sui loro caratteri, significati e linguaggi non solo nell’arte e nella storia ma anche nella vita quotidiana. Come si legge ne Il piccolo libro dei colori di Michel Pastoureau, “i colori possiedono significati nascosti che influenzano il nostro ambiente, i nostri comportamenti, il nostro linguaggio e il nostro immaginario. L’arte, l’architettura, la pubblicità, gli indumenti, le automobili: tutto è regolato dal codice segreto dei colori. La loro storia, ricchissima e sorprendente, racconta l’evoluzione della mentalità, degli usi e delle società.”

Dove: Museo di Palazzo Vecchio
Quando: martedì 7 aprile

Orario: 8.30/17.00
Programma della giornata:
8.30/9.30 Accoglienza e Benvenuto
9.30/12.30 Piccole storie di colori
12.30/13.30 Pranzo e gioco libero
13.30/16.30 Piccole storie di colori
16.30/17.00 Uscita
Per chi: bambini dai 5 ai 9 anni (min 10 e max 25 partecipanti)
Costi: €35,00 pranzo incluso. Prenotazione obbligatoria entro il 31/03/2015.

Info e prenotazioni (da lunedì a venerdì 9.30-13.00 / 14.00-16.30)
tel.055-2616788
mail didattica@muse.comune.fi.it

26 marzo - Teatro della Pergola Fabrizio Gifuni incontra il pubblico. Coordinano Riccardo Ventrella e Pietro Bartolini, Direttore dell'Accademia di Firenze. Ingresso libero

24 / 29 marzo

FABRIZIO GIFUNI

L'INGEGNER GADDA VA ALLA GUERRA

o della tragica istoria di Amleto Pirobutirro

da Carlo Emilio Gadda e William Shakespeare

regia Giuseppe Bertolucci

Dopo ‘Na specie de cadavere lunghissimo dedicato a Pasolini, Gifuni continua il discorso guidato dalla lingua e dal pensiero di uno dei più grandi scrittori del ‘900, Carlo Emilio Gadda. Un monologo ritmico, incalzante, a tratti di comicità irresistibile, che guarda in volto lo spettatore e lo travolge.



Giovedì 26 marzo - ore 18.00
Fabrizio Gifuni incontra il pubblico. Coordinano Riccardo Ventrella e Pietro Bartolini, Direttore dell'Accademia di Firenze.
Ingresso libero
www.fondazioneteatrodellapergola.it
Via della Pergola, 12/32, 50121 Firenze
055 22641

25 marzo - Conferenza: "Autoritratti di ieri e di oggi: corporeità esibita e mutazioni del contemporaneo" - Per il ciclo di conferenze ottobre 2014-aprile 2015 "Il corpo illustrato, il corpo misurato"

Conferenza: "Autoritratti di ieri e di oggi: corporeità esibita e mutazioni del contemporaneo"
Per il ciclo di conferenze ottobre 2014-aprile 2015 "Il corpo illustrato, il corpo misurato", relatrice Giovanna Giusti
Programma completo: http://www.msn.unifi.it/event/il-corpo-illustrato-il-corpo-misurato-la-bella-notomia/
25 Marzo 2015  -  ore 15,30
Sede:
   
Teatrino Rondò di Bacco, Palazzo Pitti, Piazza Pitti, Firenze
Organizzazione:
   
Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico e Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze - Sezione Didattica del Polo Museale e Museo di Storia Naturale di Firenze nell'ambito del Progetto "Unità del Sapere" anno 2014-15
Per informazioni:
   
Sezione didattica del Polo Museale Fiorentino 055-284272 o didattica@polomuseale.firenze.it

27 marzo - Cenacolo di Ognissanti: con Renaissance torna la “contaminazione” tra i generi

Cenacolo di Ognissanti: con Renaissance
torna la “contaminazione” tra i generi
Il Cenacolo di Ognissanti (in Borgo Ognissanti 42, Firenze) torna a ospitare uno spettacolo di commistione tra i vari generi artistici contemporanei. L’appuntamento è per venerdì 27 marzo, con inizio alle ore 18.30 e l’ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.
“Renaissance”, questo il titolo dello spettacolo, nasce dall’intento di creare una contaminazione sonora e visiva che permetta l'incontro tra la suggestiva location storica e l’arte contemporanea, lasciando al visitatore il piacere di immergersi in un’esperienza performativa che seduce i sensi e stimola la mente attraverso un connubio di suoni, luci e movimenti. Gli artisti coinvolti “abiteranno” letteralmente lo spazio storico dandogli una luce nuova.
“Renaissance” presenta le performances di The Fake Factory; Miosotys Dans Academy, coreografia a cura di Katia Mancini; Marble Dog Crew, Scuola di danza Arcoballando, coreografia a cura di Chiara Basile; con musiche a cura di Alfredo Noise, Aurora Landucci e light effects a cura di Fratelli Edison.
The Fake Factory presenta la videoinstallazione “Luce e materia”, tratta dalla serie di installazioni luminose A.N.S. – Ambienti di Nuova Sensibilità che Stefano Fake realizza dal 2002 e che indagano il fluire della luce al limite tra spazio reale e immaginario. I meccanismi della visione vengono stimolati continuamente da fasci di luce tridimensionale che si insinuano all’interno di una stanza buia, generando dinamiche interattive tra i corpi degli spettatori e la materia dell’ambiente circostante.
Miosotys Dans Academy, con coreografie a cura di Katia Mancini, presenta la performance “Corpi di Luce”. Corpi che si muovono come creature inafferrabili di mondi paralleli. Le coreografie creano un connubio seducente tra la vivacità dei costumi e la cornice sonora di musica ambient.
Marble Dog Crew, Scuola di danza Arcoballando, con coreografie a cura di Chiara Basile, presenta la performance “Animals” con live set di violino a cura di Aurora Landucci. “Animals” è una coreografia che gioca con un mix di stili che variano dallo street jazz all’hip hop all’house dance.
Promosso dal Mibact e dall’Associazione No Profit Palazzo Spinelli, lo spettacolo è realizzato grazie al contributo di Leonardo Nistri Personal Advisor Banca Widiba, Monte dei Paschi di Siena, Istituto Cavour Pacinotti, Guido Guidi Ricevimenti, Fratelli Edison, Giorgio Nordo Designer, Tre gigli – B&B a Firenze di Fernanda De Simine e Giesse Scampoli.
pm-tos@beniculturali.it - www.polomuseale.firenze.it

Veduta di Firenze dai giardini di San Francesco da Paola

Foto di Angela Lidia Larosa


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Non nevica e non diaccia, che il sol non la disfaccia"

domenica 22 marzo 2015

25 marzo - Capodanno Fiorentino 2015 - Corteo Storico

Capodanno Fiorentino 2015 - 25 marzo

ore 14.45 - il Corteo Storico percorrerà le vie del centro per accompagnare le  Autorità Comunali alla Basilica della SS. Annunziata. Itinerario: piazzetta di Parte Guelfa, via Calimala, p.zza della Repubblica, via degli Speziali, via Calzaiuoli, p.zza Duomo, via dei Servi, p.zza SS. Annunziata.
 ore 15.30 - Basilica SS.Annunziata: omaggio alla Cappella della sacra effige.
 ore 16.00 - Rientro al Palagio di Parte Guelfa

Info 055 2616056
http://www.comune.fi.it/export/sites/retecivica/citta_firenze/cultura_turismo/feste_e_tradizioni.html

24 marzo - Convegno: "Islam e fondamentalismo islamico in Africa subsahariana: antropologia, sviluppo e società civile"

Convegno: "Islam e fondamentalismo islamico in Africa subsahariana: antropologia, sviluppo e società civile"
Programma: http://www.unifi.it/upload/sub/agenda/2015/Islam_convegno_24032015.pdf
24 Marzo 2015  -  ore 15
Sede:

Polo delle Scienze Sociali di Novoli, Aula 1.05, Edificio D6, via delle Pandette,9 Firenze
Organizzazione:

Università di Firenze (DISEI)Dipartimento di Scienze per l'Economia e l'Impresa, COSPE

23 marzo - Le Murate - Cineteca - MARZO DONNA 2015: Greta Garbo - MATA HARI+ANNA CHRISTIE - Ingrid Bergman - NOTORIOUS

LUNEDI' 23 MARZO
La Bottega del Cinema/Cineteca di Firenze presenta:
MARZO DONNA 2015


h 18:00  -  Cineteca
Greta Garbo
MATA HARI

Di George Fitzmaurice. Con Ramon Novarro, Lionel Barrymore, Lewis Stone, C. Henry Gordon, Karen Morley - USA - 1932 - 89'

Nella Parigi del 1917, durante la Prima guerra mondiale, la danzatrice esotica Mata Hari è una delle maggiori attrazioni della vita notturna, ma anche una delle più abili spie al servizio della Germania, che sfrutta del suo fascino misterioso per intessere relazioni con le importanti autorità militari presenti nella capitale francese, come il generale russo Shubin, con il quale ha maturato una particolare intimità.


h 19:30  -  Cineteca
Greta Garbo
ANNA CHRISTIE

Di Clarence Brown. Con Greta Garbo, Charles Bickford, George F. Marion Sr, Marie Dressler, James T. Mack - USA - 1931 - 74'

È la versione cinematografica del dramma scritto da Eugene O'Neill nel 1921. Narra la storia di un'ex prostituta e del suo incontro col padre marinaio che non vedeva fin dall'infanzia. La donna nasconde il suo passato ma è costretta a confessarlo a Matt, un amico del padre che le ha chiesto di sposarla. I due uomini riusciranno a comprendere il dramma di Anna dopo esserne rimasti dapprima sconvolti; Matt la sposerà ma s'imbarcherà assieme al padre su una nave che li aveva ingaggiati quando erano venuti a conoscenza della verità.


h 21:30  -  Cineteca
Ingrid Bergman
NOTORIOUS

Di Alfred Hitchcock. Con Cary Grant, Claude Rains, Louis Calhern, Reinhold Schünzel - USA - 1946 - 110'

I meriti più evidenti dell’opera includono un cast impeccabile. Sarebbe difficile immaginare attori diversi al posto di Claude Rains e Cary Grant, apoteosi dei loro personaggi sullo schermo. La scelta di Ingrid Bergman era quasi indispensabile, insieme a Casablanca sarebbe stato uno dei ruoli iconici della sua carriera. Ma il vero trionfo del film è la complessità emotiva e morale della vicenda il gioco di due uomini, uno contro l'altro, innamorati della stessa donna.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Anco gli apostoli ebbero un Giuda"

venerdì 20 marzo 2015

22 marzo - IL_Laboratorio: "My Maps Family" - Un laboratorio per tutta la famiglia per costruire un itinerario scientifico in città

IL_Laboratorio: "My Maps Family"
Un laboratorio per tutta la famiglia per costruire un itinerario scientifico in città
Informazioni
22 Marzo 2015  -  ore 15-17
Sede:
   
"La Specola" via Romana, 17 Firenze
Organizzazione:
   
Museo di storia naturale dell'Università di Firenze in collaborazione con Terza Cultura
Per informazioni: http://www.msn.unifi.it/event/il_laboratorio-my-maps-family
   
Prenotazioni per mail a: prenotazioni@terzacultura.it

21 marzo - "Viva la primavera!" - Festeggiamo l'arrivo della primavera con filastrocche e simboli che raccontano la bellla stagione.

"Viva la primavera!"
Festeggiamo l'arrivo della primavera con filastrocche e simboli che raccontano la bellla stagione. Mentre i bambini sono impegnati nell'attività, gli adulti possono visitare le collezioni con la guida di un antropologo.
Informazioni: http://www.msn.unifi.it/event/viva-la-primavera/
21 Marzo 2015  -  ore 15-17
Sede:
   
Antropologia, via del Proconsolo, 12 Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze
Per informazioni:
   
Attività per tutti su prenotazione(min 12 persone max 30) allo 055-2756444 o www.msn.unifi.it

Il cielo sopra Firenze: collina di San Miniato

Foto di Marco Giorgi


22 marzo - Concerto del Trio Co.Di.Ma - Concerto nell'ambito della IV edizione de "Il Tempio delle Muse", rassegna di concerti nel Museo di Storia Naturale

Concerto del Trio Co.Di.Ma.
Concerto nell'ambito della IV edizione de "Il Tempio delle Muse", rassegna di concerti nel Museo di Storia Naturale con Corinna Stanyon (violoncello), Diego Morano (pianoforte), Marco Papeschi (violino). Il trio eseguirà brani di tre pilastri della musica classica: W. A. Mozart (sonata K301 per violino e pianoforte), R.Schumann (Op.102 per violoncello e pianoforte) ed  infine L. van Beethoven (Op.70 n.1 'Trio degli spettri' per violino violoncello e pianoforte)
22 Marzo 2015  -  ore 11
Sede:
   
Sezione di Zoologia (La Specola), Salone al Primo Piano, via Romana, 17 Firenze
Organizzazione:
   
Attività spettacolari di ateneo, Orchestra dell'Università di Firenze, Museo di storia naturale dell'Università di Firenze
Per informazioni:
   
Prenotazione consigliata con garanzia del posto scrivendo a: iltempiodellemuse@gmail.com o telefonando al 333-7480487 (dalle ore 15 alle 18 da lun a ven)

21 marzo - Giornata Internazionale di studio: Città e centri storici: paesaggio, patrimonio culturale, progetto"

Giornata Internazionale di studio: Città e centri storici: paesaggio, patrimonio culturale, progetto"
Informazioni: http://www.dida.unifi.it/vp-275-ppcp.html
21 Marzo 2015  -  ore 9
Sede:
   
Palazzo Medici Riccardi- sala Luca Giordano, V. Cavour 1, Firenze
Organizzazione:
   
Unità di Ricerca Paesaggio, patrimonio culturale, progetto - PPcP del Dipartimento di Architettura Referenti: Stefano Bertocci, Alberto Di Cintio, Paola Puma

21 marzo - È Primavera: in Boboli c’è la “Passeggiata incantata”

È Primavera: in Boboli c’è la “Passeggiata incantata”
Le “Passeggiate dalla Notte all’Aurora” al Museo Nazionale del Bargello – che hanno ottenuto uno straordinario successo nell’autunno scorso – stanno per avere un seguito. Domani, 21 marzo 2015, per tutti coloro che hanno partecipato all’iniziativa del Bargello infatti l’appuntamento è al Giardino di Boboli e riguarderà ancora una volta i bambini e le loro famiglie. Ma con una sorpresa in più...
Il primo giorno di primavera, l’Associazione Noi per Voi per il Meyer Onlus e la Sezione Didattica dell’ex-Polo Museale Fiorentino invitano tutti i bambini che hanno partecipato alla Passeggiata dalla notte all’aurora al Museo Nazionale del Bargello a proseguire il loro cammino in un luogo diverso e di sicuro fascino: questa volta, sarà il Giardino di Boboli ad accogliere i bambini per festeggiare il giorno in cui la luce prevale finalmente sul buio e le paure sono vinte; la natura rinasce e con lei la speranza di una buona stagione propizia. Ancora una volta la bellezza dell’arte e dei luoghi de patrimonio fiorentino tradurranno, con la magia e la suggestione del racconto, itinerari museali in pensieri evocativi.
L’iniziativa è stata sposata con generosità anche dalla Fondazione Ferragamo che volentieri si è unita alla Sezione Didattica nel proporre alle famiglie il percorso “Una passeggiata incantata” al Giardino di Boboli, itinerario che fa parte del programma condiviso “Musei da favola”.
Avvicinandosi le Festività Pasquali, tante uova di cioccolato saranno messe a disposizione di tutti coloro che vorranno contribuire alla raccolta fondi per la lotta contro le leucemie e i tumori infantili, principale obiettivo della Onlus “Noi per Voi”. Quest’anno l’Associazione promuoverà l’Albero di Pasqua, il cui ricavato, oltre ad andare in aiuto dei più piccoli, sosterrà anche l’ambiente: per ogni uovo acquistato, verrà piantato un albero di cacao nel sud del mondo - per maggiori informazioni sul progetto e sui punti vendita: http://treedom.net/alberodipasqua.
Gli appuntamenti sono 4 in tutto: 2 al mattino (ore 10 e 11.30) e 2 nel pomeriggio (ore 15 e 16) di sabato 21 marzo.
Per informazioni e prenotazioni contattare la Sezione Didattica scrivendo a: didattica@polomuseale.firenze.it.
È prevedibile che non tutti coloro che hanno presenziato all’iniziativa autunnale del Bargello avranno la possibilità di partecipare a questa prima giornata di “passeggiate incantate”. Altre ne seguiranno, così come ulteriori itinerari nel Giardino di Boboli saranno proposti a tutti nell’arco dell’anno, secondo un calendario che sarà pubblicato sul sito del Polo Museale Fiorentino (pagine dedicate alle Sezione Didattica e al Giardino di Boboli) e su quello della Fondazione Ferragamo.

21 marzo - IL_Laboratorio: "Coding and scratch Family" - Un laboratorio di coding aperto a tutti

IL_Laboratorio: "Coding and scratch Family"
Un laboratorio di coding aperto a tutti
Informazioni: http://www.msn.unifi.it/event/il_laboratorio-coding-and-scratch-family-2/
21 Marzo 2015  -  ore 15-17
Sede:
   
"La Specola" via Romana, 17 Firenze
Organizzazione:
   
Museo di storia naturale dell'Università di Firenze in collaborazione con Terza Cultura
Per informazioni:
   
Prenotazioni per mail a: prenotazioni@terzacultura.it

Giardino Corsi Annalena

Foto di Angela Lidia Larosa


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Quel che si fa all'oscuro apparisce al sole"

giovedì 19 marzo 2015

Il cielo sopra Firenze: piazzale Michelangelo

Foto di Marco Giorgi


21 marzo - In occasione del Capodanno fiorentino torna il concerto “Primavera all’Annunziata” organizzato a favore dell'Associazione Tumori Toscana

In occasione del Capodanno fiorentino torna il concerto “Primavera all’Annunziata” organizzato a favore dell'Associazione Tumori Toscana - A.T.T. dall’Associazione Arte e Mercati. Coro e Orchestra “Desiderio da Settignano” diretti da Johanna Knauf: musiche di Bizet, Saint-Saens, Gounod. Una serata di grande musica e solidarietà.
ore 21.15
Info
Prenotazioni e info: tel. 3356586211
http://www.associazionetumoritoscana.it

20 marzo - Le Murate - ncontro con gli Autori L'’associazione culturale La Nottola di Minerva, in collaborazione con Libreria Cuccumeo presenta diSEGNI diVERSI - Mostra delle tavole a fumetti. Proiezione delle videopoesie che ogni lunedì Caterpillar regala ai suoi ascoltatori

h 18:30  -  Incontro con gli Autori
L'’associazione culturale La Nottola di Minerva, in collaborazione con Libreria Cuccumeo presenta

diSEGNI diVERSI

Saranno presenti Sualzo e Silvia Vecchini
Mostra delle tavole a fumetti. Proiezione delle videopoesie che ogni lunedì Caterpillar regala ai suoi ascoltatori.
"Quello dei Disegni DiVersi, o 'graphic poetry' come li ha chiamati una nostra carissima amica, è un esperimento che funziona così: io scelgo un testo di Silvia Vecchini ma, diversamente da quanto succede quando lavoriamo insieme a una storia, non parliamo né del suo significato, né del modo in cui verrà illustrato. Non è quindi un lavoro a quattro mani. Piuttosto, è una specie di appuntamento al buio tra le parole e le immagini ... un esperimento che ha preso una strada inaspettata finendo ogni lunedì sulla pagina fb di Caterpillar, la nostra trasmissione radio preferita. In questo caso la tavola a fumetti diventa una clip interpretata dalla voce di un attore (Bolo Rossini) e sonorizzata quanto basta". Sualzo

Caffè Letterario °Le Murate

Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

21 marzo - Passeggiata di primavera Andiamo al museo per scoprire le cerimonie e i rituali con cui i popoli del nord del pianeta festeggiano l'arrivo della bella stagione

Passeggiata di primavera
Andiamo al museo per scoprire le cerimonie e i rituali con cui i popoli del nord del pianeta festeggiano l'arrivo della bella stagione. Poi ci spostiamo a "La Specola" per osservare lo strordinario evento del passaggio del sole sulla Meridiana e visitiamo il Torrino
Informazioni: http://www.msn.unifi.it/event/passeggiata-di-primavera/
21 Marzo 2015  -  ore 9,30-12,30
Sede:
   
Antropologia, via del Proconsolo, 12 Firenze "La Specola", via Romana, 17 Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze
Per informazioni:
   
Attività per adulti su prenotazione (min 12 persone max 30) allo 055-2756444 o www.msn.unifi.it

21 marzo - Conferenza: "Osservatori astronomici" - L'evento si inserisce nel ciclo "L'Astronomia a cent'anni dalla relatività di Albert Einstein"

Conferenza: "Osservatori astronomici"
Relatore: Prof. Alessandro Marconi (Università di Firenze). "Gli strumenti dell'osservazione astronomica da Terra e dallo spazio, i grandi osservatori presenti e futuri, le moderne tecnologie di osservazione e le loro ricadute sulla vita di tutti i giorni."
L'evento si inserisce nel ciclo "L'Astronomia a cent'anni dalla relatività di Albert Einstein", 28 febbraio - 11 aprile 2015.
21 Marzo 2015  -  ore 15,30
Sede:
   
Cinema Auditorium Stensen, viale Don Minzoni, 25/c Firenze
Organizzazione:
   
Fondazione culturale Niels Stensen

20 marzo - Conferenza: "Circolazione di libri, stampatori e maestranze tra l'Italia e la Francia, nel '500"

Conferenza: "Circolazione di libri, stampatori e maestranze tra l'Italia e la Francia, nel '500"
Relatrici: Rita Mazzei (Università di Firenze) e Chiara Lastraioli (Centre d'Etudes Supérieures de la Renaissance - Tours)
Nell'ambito del ciclo di incontri "Dall'Italia alla Francia e ritorno. Scambi culturali e artistici"
Programma completo degli incontri: http://www.unifi.it/upload/sub/agenda/2015/italia_francia_gen_apr2015.pdf
20 Marzo 2015  -  ore 18
Sede:
   
Villa Finaly, via Bolognese, 134r Firenze
Organizzazione:
   
Università di Firenze - Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo (SAGAS), HiCSA-Université de Paris 1 Panthéon-Sorbonne, Centre d'Études Supérieures de la Renaissance-Tours in collaborazione con Villa Finaly

23 marzo - Conferenza: ‘Alberto Caramella – La testimonianza della poesia’ -Ingresso libero

‘Alberto Caramella – La testimonianza della poesia’

Il 23 marzo a Firenze, a Palazzo Bastogi, presentazione degli atti del convegno di un anno fa (editi da Polistampa), in coincidenza con la giornata mondiale della poesia. Una pubblicazione che illumina attraverso 16 interventi critici la figura e la produzione del poeta fiorentino. Intervengono Severino Saccardi, Marco Marchi, Carmelo Mezzasalma. Letture di Angela Giuntini e Andrea Giuntini. Ingresso libero.

-------------------

L’opera poetica di Alberto Caramella come in un «magnifico caleidoscopio». Così Maria Giuseppina Caramella, presidente della Fondazione il Fiore nonché sua figlia, descrive il volume ‘Alberto Caramella - La testimonianza della poesia’ (Polistampa 2015), a cura di Marco Marchi, Carmelo Mezzasalma e della stessa presidente del Fiore, che sarà presentato lunedì 23 marzo, alle 17, nella sala Collezioni di Palazzo Bastogi (via Cavour 18, ingresso libero). Si tratta della pubblicazione degli atti dell’omonimo convegno tenutosi circa un anno fa, sempre in concomitanza con la giornata mondiale della poesia indetta dall’Unesco (21 marzo) e sempre nelle sedi del Consiglio regionale della Toscana, intorno alla figura di questo poeta fiorentino (Firenze 1928 – 2007) che concentrò le sue pubblicazioni e il suo impegno letterario nell’ultima fase della sua vita, dopo una lunga carriera di avvocato e docente universitario.

A illustrare il libro, dopo il saluto del consigliere regionale Severino Saccardi, segretario della V Commissione (attività culturali e turismo), saranno i due curatori Marchi e Mezzasalma, alla presenza dell’editore Antonio Pagliai. Mentre Angela Giuntini e Andrea Giuntini leggeranno una selezione di versi di Caramella. L’incontro è organizzato dalla Fondazione il Fiore - che Alberto Caramella fondò nel 1997 per promuovere la poesia di Firenze e la poesia del mondo a Firenze - in collaborazione con il Consiglio regionale della Toscana e con la Comunità di San Leolino.

Il volume edito da Polistampa mette a fuoco da varie angolazioni la produzione letteraria di Alberto Caramella e rappresenta un valido strumento per orientarsi nella sua lettura. Nel libro sono accolti infatti sedici interventi critici di autorevoli studiosi di letteratura o poeti che hanno conosciuto Caramella o ne hanno studiato l’opera: le 14 relazioni di coloro che intervennero l’anno scorso al convegno in suo onore, più due testi aggiunti in seguito. A completare il quadro, l’introduzione-testimonianza di Maria Giuseppina Caramella e il profilo biografico e la bibliografia di Claudio Mariotti.

Il testo è articolato in tre parti. Nella prima, intitolata “Sulla poetica di Alberto Caramella”, come spiega la presidente della Fondazione il Fiore, sono riuniti «gli interventi che – a mio parere – pur affrontando sfaccettature diverse della personalità di Alberto, guardano alla sua poesia nel suo complesso individuandone le caratteristiche generali che la contraddistinguono in modo del tutto originale». Sono “La spada e la parola” di Martha Canfield, poetessa e traduttrice, professore ordinario di Lingua e letteratura ispanoamericana dell’università di Firenze, “La custodia della parola” di Carmelo Mezzasalma, letterato d’origine ragusana e sacerdote della Comunità di San Leolino, “Il flusso di coscienza” di Franca Bacchiega, traduttrice e scrittrice veneta che è stata docente universitaria di Letteratura anglo-americana, “La fame di forma” di Marco Marchi, critico letterario e docente di letteratura italiana all’Università di Firenze, “Foto di gruppo con mistero, tra letteratura e memoria” del critico letterario romano Sabino Caronia, “Intersezioni” del letterato fiorentino Claudio Mariotti. Nella seconda parte, “I diversi volti di Alberto Caramella”, sono ospitate invece «le relazioni di autori che avevano scelto un argomento particolare da approfondire e studiare all’interno della sua vasta opera». La prima relazione è “Somiglianze nella diversità: razionalità e istinto” della poetessa Paola Lucarini, poi ci sono “La lotta tra razionalità ed emozionalità” di Dante Maffia, scrittore cosentino residente nella capitale, “Il libro liberato” della saggista letteraria Noemi Paolini Giachery, “Il Colore della Luce in Mille scuse per esistere” della scrittrice calabrese ma toscana d’adozione Giuseppina Amodei, “Il gioco” della scrittrice maremmana Vera Franci Riggio, “Il sogno” del poeta milanese Guido Oldani, “Poesia e architettura” dello scrittore romano Emerico Giachery, “La Casa della Luce” del poeta e saggista Giovanni Occhipinti. Infine, in “Altri contributi”, la terza parte del libro, i due interventi aggiunti in seguito: “Voci dell’io nei versi di Inseguendo la bellezza” di Ilaria Minghetti e “Approccio storico critico” di Michele Brancale.

Per ulteriori informazioni, Fondazione Il Fiore. Tel.: 055-225074





Tento la leggerezza, e la dolcezza / per queste righe confuse nel piombo. // Cerco la luce il tono / e l’armonia, //

la musica del verso la poesia / che trascolora e passa e ti ferisce / come il bulino il bronzo, eternamente.

Alberto Caramella, da Mille scuse per esistere (Le Lettere 1995)





ALBERTO CARAMELLA (Firenze 1928 – 2007)

Alberto Caramella è stato avvocato, poeta e scrittore. Nato a Firenze, vi ha trascorso tutta la vita svolgendo un’intensa attività professionale e d’insegnamento presso la Facoltà di Giurisprudenza prima e la Facoltà di Scienze Politiche Cesare Alfieri poi.

Ha sempre coltivato l’amore per la poesia e nel 1995 pubblica la sua prima raccolta ‘Mille scuse per esistere’, con prefazione di Giorgio Luti e, in appendice, una lettera di Mario Luzi all’autore. Tra le opere successive si ricordano ‘I viaggi del Nautilus’ (1997), ‘Lunares Murales’ (1999), ‘Il soggetto è il mare’ (2000), ‘Pulizia, o del percezionismo’ (2004), ‘Il libro liberato’ (2005).

Nel 1997 nasce la Fondazione il Fiore, con sede nella ‘Casa della luce’ nelle colline di Bellosguardo, voluta da Alberto Caramella per promuovere la poesia di Firenze e la poesia del mondo a Firenze. Fondazione di cui è stato fino all’ultimo instancabile animatore.

Ha ottenuto vari riconoscimenti fra i quali: Vincastro d’argento “Premio a una vita” Accademia degli Incamminati maggio 1999; XXXIV Premio internazionale “Le Muse” Musa Calliope per la poesia giugno 1999; Premio Nazionale di Poesia Alessandro Contini Bonacossi VI Edizione Sez. A Primo classificato settembre 1999; Diploma d’onore per “La poesia e il Mecenatismo” Premio Cultura Firenze-Europa “Mario Conti” 25.11.2000; Premio Letterario di Poesia e Narrativa “Le Muse” Pisa 2000 II Edizione Sez. A Poesia Edita Primo Premio per “Cartella di vacanza” giugno 2001; Premio E. Montale “Fuori di casa” Sezione poesia luglio 2002; Premio di Poesia Lerici Pea Premio Speciale della Giuria settembre 2003; Riconoscimento speciale Trofeo del Comune di Pisa Premio Letterario “Le Muse” Pisa 2000 V Edizione maggio 2004; Premio Nazionale di Poesia “Astrolabio” 2004 Primo classificato per la Sezione “Volume Edito di Poesia” febbraio 2005; XL Premio Internazionale “Le Muse” Musa Talia per la prosa Giugno 2005; Premio LericiPea, sezione Pietas, settembre 2005.

Opere edite: ‘Mille scuse per esistere’ (1945-1995), Firenze, Le Lettere, 1995; ‘I viaggi del Nautilus’ (1945-1997), ivi, 1997; ‘Lunares murales’ (1945-1999), ivi, 1999; ‘La Casa della Luce – Il Futuro cerca il Futuro’, Milano, Vanni Scheiwiller all’insegna del pesce d’Oro, Firenze, Fondazione il Fiore, 1999; ‘Il soggetto è il mare (il libro dei nodi)’, Varese, Edizioni Stampa, 2000; ‘Interrogazione di poesia’, Milano, Crocetti, 2000; ‘Cartella di vacanza (sur le Lac Léman)’, Firenze, Edizioni Polistampa, 2000; ‘La nuova città di Scandicci si specchia con Firenze (una proposta tra poesia e architettura) – The new city of Scandicci finds a mirror in Florence (a proposal between poetry and architecture)’, ivi, 2000; ‘Festa di Vivere i Mostri del Moto’, Edizioni Artichaut, Firenze, 2001; ‘Pulizia, o del percezionismo’, Passigli Editore, Firenze 2004; ‘Il libro liberato’, Passigli Editori, Firenze, 2005.

Per ulteriori informazioni: www.albertocaramella.it.